1912: secondo svenimento pubblico di Freud

Share Button

svenimento FreudFreud svenne due volte, in presenza di Jung: una volta nel 1909, prima di partire per l’America, un’altra volta nel 1912.

Era il 24 Novembre ed erano al Park Hotel di Monaco, nella sala ristorante. Ad un certo punto Freud scivolò a terra. Subito Jung corse ad aiutarlo, anche se Freud aveva fatto segno di non avere bisogno di nulla. Nella saletta attigua, dove Jung accompagnò Freud a riposare, Ernest Jones sentì dire al padre della psicoanalisi: “Deve essere ben dolce, morire!”

Freud spiegò che sentimenti rimossi, rivolti contro Jung, erano stati la causa principale del suo svenimento. Questo lascia pensare che la medesima costellazione emotiva potesse aver avuto luogo anche in occasione del primo svenimento.

Con i conoscenti Freud se la cavò con una citazione di Mark Twain: “Le notizie della mia morte sono state enormemente esagerate”, ma con Ludwig Binswanger, suo allievo, il maestro ammise che i ricordi evocati al Park Hotel avevano avuto il loro peso.

A Ernest Jones Freud disse: “La prima volta che mi recai a Monaco fu per andare a trovare Fliess ammalato e a quanto pare la città si è fortemente legata al rapporto con quell’uomo”. E inoltre: “Non posso dimenticare che quattro e sei anni fa ho sofferto degli stessi sintomi, sebbene in misura motlo inferiore, in quella stessa stanza del Park Hotel; in tutti e tre i casi ho dovuto abbandonare la tavola”.

Eppure, sei anni prima era il 1906 ed era già passato molto tempo dall’ultima volta che aveva visto Fliess; inoltre, Freud non chiarì mai chi fosse con lui nelle due volte precedenti in cui era svenuto al Park Hotel.

Fonte:

Bruno Bettelheim
La Vienna di Freud
Feltrinelli

Linda Donn
Freud e Jung
Leonardo

Dr. Giuliana Proietti
Seguimi su:

Dr. Giuliana Proietti

Psicoterapeuta Sessuologa at Ellepi Associati | Ancona - Terni
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e Clinica della Coppia e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e il loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Biografia completa: qui

Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 Ancona e Terni
Tweets di @gproietti
Dr. Giuliana Proietti
Seguimi su:

Latest posts by Dr. Giuliana Proietti (see all)

Facebook Comments

ARTICOLI CORRELATI:

1926: il settantesimo anno di Sigmund Freud
Nel 1926 Freud arrivò all'età di settanta anni e ricevette vari onori. La radio austriaca trasmise un programma in cui l'opera di Freud veniva ...
Tutto sull’isteria
L'isteria è una sindrome nevrotica dal quadro clinico molto eterogeneo, caratterizzato da sintomi fisici senza base organica. Ciò ha indotto spesso a ritenere che ...
L’amico e collega di Freud, Josef Breuer
Josef Breuer (1842-1925) visse tutta la sua vita a Vienna, dove era nato nel 1842. Il padre, Leopold, era un'autorità in materia di giudaismo: ...
Freud e le sue due mogli
Il documento che vedete qui a sinistra sarebbe la 'prova provata' che Freud aveva una relazione con Minna, sua cognata, la sorella di sua ...
Dalle riunioni del mercoledì alla società psicoanalitica viennese
A sinistra: sala d'attesa di casa Freud, dove avvenivano le riunioni del mercoledì. Per molto tempo la psicoanalisi fu solo Sigmund Freud, il quale aveva, ...
1893 La comunicazione preliminare
Nella Comunicazione Preliminare, Freud e Breuer estesero il concetto di isteria traumatica di Charcot all'isteria in generale. I sintomi isterici - essi dissero - ...
Freudiana: Freud e l’ebraismo
Pur non essendo stato allevato alla maniera ebraica ortodossa e non essendo in grado di leggere l’ebraico, Freud conservò un certo attaccamento all’ebraismo, sviluppatosi ...
1930: quando Freud perse la sua adoratissima madre
Freud, settantenne e malato di cancro alla mascella, trascorse, nel 1930, le vacanze estive a Grundlsee, per essere vicino alla mamma malata, che infatti ...

About Dr. Giuliana Proietti

● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni) ● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale) ● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e Clinica della Coppia e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e il loro legame con la sessualità. Scrive in un Blog sull'Huffington Post Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti Biografia completa: qui Per appuntamenti e collaborazioni: 347 – 0375949 Ancona e Terni Tweets di @gproietti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *