Forum Psicolinea

Versione completa: Apatia perenne
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.

Terry

Salve ho quasi 17 anni.
MI sento molto triste, apatica, sola, delusa dal mondo e dalla vita in generale, non ho voglia di fare nulla troppo spesso ed ogni mese finisce col essere andata avanti per forza d'inerzia ......ho diversi problemi di insicurezza alcuni gravi....come ad esempio:il disagio cronico nello stare con altre persone...non so da cosa dipenda di preciso e non so spiegarmelo, a scuola soprattutto provo quelle sensazioni forse perché sono un anno indietro rispetto a loro, ma ciò ormai lo provo ovunque e lo provo da molto tempo prima che perdessi l'anno.La preadolescenza è stata dura ma è nell'adolescenza che provo il peggio ad esempio lo scorso anno ho fatto diverse ragazzate.....ma quella è un 'altra storia .Attualmente ho dipendenza da tabacco ,che sto provando a controllare, fumo quando sono nervosa, triste, arrabbiata o ansiosa e mi sento meglio per circa 2minuti poi ricominciano le nevrosi e i ricordi poco piacevoli dello scorso anno.
Ho questa dipendenza da quasi 3 anni.Vorrei solo cominciare a stare bene mentalmente e non ci riesco dagli 11 anni! Ho provato a parlare con i miei genitori e non mi ascoltano perché non mi prendono sul serio e cambiano argomento.Ho cercato di suicidarmi alcune volte senza che nessuno se nefosse accorto e perfortuna non ci sono riuscita è successo lo scorso anno.
AIUTO!!!! ?
Gentilissima,

L'adolescenza non è un gran bel periodo, ma per fortna non dura a lungo: hai già 17 anni e vedrai che, con la conclusione della scuola superiore, tutto andrà meglio perché ti sentirai più autonoma, meno legata al gruppo dei compagni con i quali non vai troppo d'accordo.

Quanto al fumo, i giovani credono che le malattie e la morte capitino solo ai più anziani: sono tutti così e lo siamo stati anche noi, che ora non siamo più adolescenti. Non ti dico che il fumo fa male, perché so che lo sai benissimo. Forse però non sai che il fumo sta rovinando anche la tua pelle, oltre che i tuoi polmoni, e che andando avanti così quando avrai trenta anni avrai una pelle già avvizzita, grazie agli effetti del fumo... Ne vale proprio la pena?

Prova a trovare altri modi per esprimere i tuoi stati ansiosi: ad esempio facendo esercizio fisico oppure, se questo non ti piace, cerca il rilassamento attraverso tecniche come il training autogeno (Ci sono molti corsi in giro, anche a poco prezzo. Non fare da sola perché non funziona!)

Quanto ai tuoi genitori, sei sicura di avergli fatto capire quanto grande sia il tuo disagio? Perché non provi a spiegarglielo meglio, facendogli degli esempi ? Perché non provi a chiedere loro qualche consiglio pratico su qualcosa che ti crea problemi, invece di lamentarti così, in modo generico, visto che questo non ti aiuta ad essere presa sul serio? Un'altra idea può essere quella di chiedere ai tuoi genitori se è possibile avere qualche incontro di chiarimento con una psicologa... Non credo potranno dirti di no!

Provaci, non perdere le speranze e poi, altro suggerimento, invece di lasciarti cullare dalla tua apatia, perché non provi a fare qualche progetto interessante per il futuro? Non ti piacerebbe fare un viaggio-studio all'estero, ad esempio?

Ciao, cerca di stare bene ;-)