Forum Psicolinea

Versione completa: Blocco sentimentale
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.

rossella

Salve, ho 21 anni e da 4 anni non riesco a creare e portare avanti una relazione sentimentale.
Sono una ragazza introversa ,orgogliosa che si fa mille problemi , e non riesce ad aprirsi al 100% con qualcuno per paura di essere rifiutata , non apprezzata. Non sapevo cosa fosse l'amore, il bisogno di avere quella persona a fianco e di donargli tutta te stessa , l'ho scoperto grazie a lui per l'appunto 4 anni fa. Lui è stato la mia prima storia seria , il mio amore,il mio tutto per quasi 2 anni, poi dopo una relazione di sottomissione mia nei suoi riguardi (durante la quale ho scoperto che mi tradiva) ci siamo lasciati. Da li ricordo di essermi sentita persa come se mi fosse letteralmente crollato il mondo addosso, e di aver pensato:<>. E'stato un periodo molto duro per me anche perchè le mie amiche erano tutte fidanzate, quindi mi sono trovata completamente sola ad affrontare questa cosa . E' stato orribile ma penso che se da un lato mi abbia fortificata dall' alto mi ha anche fatta chiudere ancora di più, diventando più fredda e distaccata, cinica. Dopo di lui ho avuto tante, tante,tante frequentazioni , alcune duravano qualche mesetto altre addirittura solo il tempo della prima uscita . Ho iniziato a chiedermi se avessi qualche specie di malocchio (lo so che è stupido)che non mi facesse più avere una relazione , così decisi di non uscire con qualcuno per parecchio tempo. Dopo parecchi mesi sono ritornata ad uscire con dei ragazzi , questa volta c'era una differenza ,mi dicevano apertamente che ero fredda, priva di sentimenti , distaccata, questo mi ha fatto molto male perchè quello era diventato il mio normale modo di essere e non me ne accorgevo . Ovviamente anche nessuna di queste storie è durata. E Finalmente mi sono resa coscientemente conto di avere un problema serio , un blocco reale che mi impedisce di stare bene non solo con gli altri ma anche con me stessa. Un altro problema è che odio le chiamate al cellulare , ho paura di chiamare l'altra persona per paura di disturbarla, sembrare invadente, e di riceverle perchè per esempio quando sto a casa non voglio che mia madre senta le mie conversazioni , mi blocca. Mia madre mi impone di trovarmi un fidanzato perchè non sopporta che a 21 anni ancora non ce l'abbia e mi stressa e mi fa male , mi rende ancora più ansiosa questa cosa, anche perchè con mia madre non ho mai avuto un bel rapporto anzi delle volte penso che sia proprio cattiva nei miei riguardi , che mi dica queste cose con cattiveria per farmi stare male.(ora non do retta più a quello che mi dice ci passo sopra senza darle peso).
Detto ciò vorrei un parere da lei visto che è un'esperta, di come cercare di superare questo mio blocco sentimentale nei confronti di una possibile relazione , perchè mi sento davvero sbagliata come persona a questo punto.
Grazie per l'attenzione e per una possibile risposta.
Gentilissima,

Mi sembra che lei abbia problemi sia di autostima, sia di ansia sociale, oltre che una certa diffidenza verso tutto e tutti, dovuta probabilmente ad esperienze relazionali poco edificanti.

Che fare? La risposta più semplice è quella di provare a fare una psicoterapia, ma mi rendo conto che per farlo occorre una certa indipendenza economica, che non sono sicura lei abbia.

A questo punto dunque il suggerimento è quello di cominciare da qui: dalla ricerca di un lavoro, per potersi allontanare dalla sua casa, dove non è felice, cercare di cambiare amicizie, sperando di trovare persone che non la possano deludere e (eventualmente) pagarsi una psicoterapia, per affrontare i suoi problemi.

Cordiali saluti.