Forum Psicolinea

Versione completa: Sarò Omosessuale?
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.

Saveriux97

Salve ho un problema che mi sta affliggendo l'anima, premetto che sento di essere eterosessuale, ho provato ad immaginarmi in una vita gay ma proprio non mi ci vedo. Ho letto di omosessuali che non si accettano e da lì il panico, forse lo so troppo uso di internet a cercare risposte mi hanno totalmente fatto male. Ora vi espongo il mio problema, da piccolo intorno ai 6 anni giocavo con un mio amichetto ed è successo che trovandoci entrambi sotto al letto ci siamo baciati, ora non ricordo se mi piacque o meno, ma non credo in quanto troppo piccolo per provare già desideri a sfondo sessuale. Crescendo ho avuto le mie prime cotte, le farfalle nello stomaco, sa tutte quelle cose che ti fanno capire che sei attratto da una ragazza. Purtroppo ho sempre avuto bassa autostima di me e tutte le ragazze belle che mi piacevano pensavo che mai e poi mai potessero star con me e difatti era così. Cominciai quindi ad invidiare i ragazzi, volevo essere figo come loro ecc... Quando ho scoperto la masturbazione, l'ho praticata con mio cugino coetaneo, fino ad arrivare alla penetrazione (io a lui), qualche rarissima volta è capitato che ha penetrato me ma senza tanto piacere in realtà. Da quella volta è iniziato il mio calvario, pensieri omosessuali, attrazione per gli uomini, solo durante la masturbazione. Intanto nella realtà le donne mi eccitano, il contatto con il loro fisico mi provocava erezione. A 18 anni ho conosciuto una ragazza di cui sono ancora attualmente fidanzato, la amo da morire, con lei ho perso la verginità. L'unico problema è che l'ansia gioca brutti scherzi ad entrambi cioè io anche se ero al massimo dell'eccitazione la perdevo a causa del preservativo e a causa di lei poco lubrificata in quanto avendo avuto esperienze passate sessuali di forzatura non vive bene il sesso. Succede quindi pochissime volte, ma ogni volta ho eiaculo presto o perdo l'erezione quando infilo il preservativo. Tutto ciò mi ha fatto arrivare alla conclusione frustrante che il sesso con una donna non mi riesce, e ci sto male, perché poi penso alle vicende adolescenziali (con mio cugino) e mi dico "vabbè sei gay"! Nulla contro di loro anzi, però io proprio non voglio desiderare un uomo, nelle mie fantasie è presente perché sembra più facile l'appagamento sessuale, però una volta raggiunto l'orgasmo sento una repulsione enorme, mi faccio schifo, penso perché con la tua donna hai un erezione, sono desideroso, ma quando arrivo all'atto tutto svanisce? Non mi sento virile, vorrei essere più uomo, vorrei far godere la mia lei, togliergli quelle paure sessuali del passato ma non ci riesco, sono chiuso in questo vortice, sono sempre sui siti cercando di capire se sono gay o no, e quando noto di omosessualità non accettate vado nel panico. Vorrei farmi del male a volte, mi dico perché a me? Spero che possiate darmi una risposta! Cordiali saluti!