Share Button

Emma DarwinTutti conosciamo le teorie di Charles Darwin e da esse è facile dedurne la personalità pragmatica, analitica e osservatrice del naturalista britannico.

Meno conosciuta è sicuramente la sua vita sentimentale: nelle biografie leggiamo infatti che nel 1842 sposò sua cugina Emma Wedgwood e che si trasferì con lei a Down, un villaggio di 500 abitanti nel Kent, dove rimase per tutto il resto della vita. Charles Darwin non prese l’idea del matrimonio con superficialità, come del resto potremmo aspettarci da una personalità come la sua, ma certo è difficile pensare che un uomo innamorato, alle soglie del matrimonio con la persona amata, possa stilare un prospetto sullo stile del Profitti e Perdite, per cercare di capire se per lui sia più conveniente sposarsi o rimanere celibe. In alcune note che ci sono pervenute, il Nostro elenca infatti, in modo assai poco romantico, tutti i vantaggi e gli svantaggi che il matrimonio avrebbe potuto procurargli:

Sposarsi

Bambini (se Dio vuole),  compagna stabile (amica in età avanzata), una persona interessata a me, qualcuno da amare e con cui divertirsi insieme (in ogni caso meglio di un cane). Una casa e qualcuno che se ne prenda cura,  musica  e chiacchiere femminili: tutte cose buone per la salute, ma terribile perdita di tempo.
Mio Dio, è intollerabile pensare di trascorrere tutta la vita come un’ape neutra, lavorare, lavorare e più nulla, dopo tutto questo. No, no, non va. Immagina di vivere una vita solitaria in una casa sporca e affumicata a Londra. Immagina invece una moglie dolce e carina su un sofà vicino ad un buon fuoco, e libri e forse musica. Paragonare questa visione alla sudicia realtà di Grt. Marlboro Str.

Non Sposarsi

Libertà di andare dove si vuole, conversare con uomini intelligenti al Club, non avere da visitare i parenti e a cedere ad ogni sciocchezza, non avere preoccupazioni economiche o ansie riguardo ai figli, forse litigi e perdita di tempo. Non si può leggere la sera, si diventa grassi e pigri, ansia e responsabilità, meno soldi per compare i libri. Se molti figli, obbligo di guadagnarsi il pane (anche vero che fa male alla salute lavorare troppo). Forse a mia moglie Londra non piacerà. Allora la sentenza è esilio e degradazione fino a diventare pigro e indolente idiota.

“Come potrei gestire tutti i miei affari se avessi l’obbligo di andare ogni giorno a passeggio con mia moglie” scrive ancora Darwin. “Eheu!! – esclama  poi – non potrei mai imparare il francese, o vedere il continente, o andare in America, o salire in mongolfiera, o fare un viaggio solitario nel Galles: sarei un povero schiavo ”

Nonostante tutti gli svantaggi percepiti, Darwin conclude che sarà più felice, se si sposerà. “Coraggio – si dice – Non si può vivere una vita solitaria, lasciandosi intontire dalla fredda vecchiaia,  senza amici, senza figli. Al solo pensiero viene da rabbrividire. Occorre avere fiducia… Ci sono molti schiavi felici”.

Come si vede, nei pensieri di Darwin i figli compaiono come maggiore vantaggio, ma anche come maggiore motivo di preoccupazione, per quanto costa allevarli e per l’apprensione  e gli affanni che comportano. Notiamo che il sesso coniugale non sembra una particolare aspirazione dello scienziato, ma si capisce che il vantaggio maggiore che egli vede nel matrimonio è dato dalla possibilità di avere una compagna stabile e un’amica.

L’ 11 novembre 1838, Darwin propose ad Emma di sposarlo e lei accettò. Nel suo diario scrisse “oggi è il giorno dei giorni”. In una lettera scritta ad Emma una settimana prima del matrimonio Charles scrisse: “Io credo che tu mi umanizzerai, e ben presto mi insegnerai che esiste una felicità più grande che costruire teorie e accumulare fatti in silenzio e solitudine”. E così fu: il 19 gennaio 1839 Charles ed Emma si sposarono e dettero vita ad una coppia felice e longeva. Ebbero dieci figli, sei maschi e quattro femmine, nati fra il 1839 ed il 1856 (di cui tre morirono da piccoli).

Dr. Giuliana Proietti

Fonti:

The private life of Charles Darwin, The Guardian
Paul Bloom, La Scienza del Piacere, Il Saggiatore

Immagine:
Emma Darwin, George Richmond, Wikimedia

Facebook Comments

● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull’Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube

Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

ARTICOLI CORRELATI:

Coppie e conflitti di coppia
Un nuovo studio sulla coppia matrimoniale ha cercato di scoprire se il divorzio può essere un fatto prevedibile, a seconda di come i due ...
Dopo la crisi: come salvare un rapporto di coppia
Il matrimonio, così come la convivenza, sono in genere scelte di vita importanti, compiute quando i due partners si amano e stanno bene insieme. ...
Ma allora, perche’ sposarsi?
  di Giuliana Proietti Tutte le persone che si sposano sognano di avere un matrimonio felice, il che, purtroppo, non sempre avviene. Sempre più spesso le ...
Gay sposati più in salute di altri gay
Gli uomini che si sono sposati fra loro in un matrimonio gay appaiono in migliore salute rispetto ai loro coetanei bisessuali o gay non ...
Chi è che sbaglia? – Consulenza on line
Salve, da tempo io e il mio fidanzato stiamo pensando di andare a viere insieme..una convivenza volta al matrimonio. Anche se abbiamo caratteri diversie ...
Matrimonio bianco – Consulenza on Line
Gent.ma Dotto.ssa, sono una donna di 31 anni sposata da qualche anno dopo un fidanzamento durato 8 anni, durante il quale non ho avuto ...
Sterilita’ incurabile
  di Giuliana Proietti Il problema dell'infertilità è in costante crescita anche se, nello stesso tempo, la medicina mette a punto ogni anno dei nuovi metodi ...
Un matrimonio felice migliora la salute
Una nuova ricerca ha scoperto che gli adulti felicemente sposati hanno la pressione più bassa di singles bene inseriti in una rete sociale protettiva. ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *