Share Button

Soldi, denaroQuante volte ci siamo detti e abbiamo sentito dire la frase “il tempo è denaro“? Verissimo, il tempo è ciò che ci permette di far diventare realtà tangibili, monetarie, i nostri progetti e dunque è una strategia estremamente efficace quella di considerare il tempo come un qualcosa strettamente legato al denaro. Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Experimental Social Psychology però ci fa vedere anche l’altro lato della medaglia. Lo studio si basa su alcuni esperimenti:

1) Ad alcuni soggetti è stato chiesto di calcolare la loro paga oraria. In seguito è stato chiesto loro di navigare su Internet. Questo gruppo è risultato significativamente meno felice, mentre navigava su Internet, rispetto ad un altro gruppo che non aveva dovuto svolgere quel compito sulla paga oraria.

2) Ai soggetti è stato chiesto di ascoltare, nel loro tempo libero, l’opera Lakmé. Ancora una volta, coloro che consideravano il loro tempo in termini di dollari, hanno goduto molto meno il piacere di ascoltare la musica.

3) I soggetti venivano pagati questa volta per ascoltare la musica: si è visto che questo diminuiva il loro senso di insoddisfazione.

Conclusione: pensare costantemente al tempo solo in termini di denaro toglie la gioia di godere del proprio tempo libero, senza pensieri.

Dr. Giuliana Proietti

Fonte:

If Time Is Money, Then Free Time Is Frustrating, Scientific American

Immagine:

Wikimedia

Facebook Comments

● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull’Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube

Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

ARTICOLI CORRELATI:

Musica e sue applicazioni in medicina
La musica ha molta influenza sul corpo umano: può ridurre lo stress, migliorare il rilassamento, distrarre dal dolore e migliorare i risultati della terapia ...
La scelta radicale in politica
Ti senti incerto su chi sei e cosa vuoi fare della tua vita? Tale dubbio può portarti a simpatizzare con gruppi radicali o estremisti, ...
Il macho-man
Macho-man è un termine che nasce nel contesto messicano, col quale si indica un tipo di mascolinità eccessiva, prepotente e aggressiva. Due psicologi statunitensi ...
Freud ed i suoi sigari
Quando il nipote di Sigmund Freud, Harry, rifiutò l’offerta di un sigaro da parte dello zio, da questi si sentì dire: “Ragazzo mio, fumare ...
Il matrimonio non fa bene agli uomini
Da qualche anno si dice che le persone coniugate siano in migliore salute psico-fisica rispetto ai singles. Una nuova ricerca suggerisce però di non ...
Contenuti sessuali dei media e sesso precoce fra adolescenti: c’è una relazione?
La prevalenza di immagini legate al sesso nei media ha portato molti ricercatori a studiarne l'effetto sugli adolescenti. Sono stati pubblicati diversi studi sull'argomento ...
Sognare ad occhi aperti è molto utile
In passato, sognare ad occhi aperti è stato spesso considerato una perdita di tempo. Per Freud questo era un passatempo infantile e nevrotico, mentre ...
Studi su pornografia e omosessualità
Negli Stati Uniti c'è stata una notevole mole di ricerca sul comportamento sessuale compulsivo, chiamato anche "dipendenza sessuale" (Carnes, 2001; Coleman, 1991; Raymond, Coleman, e Miner, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *