Dettagli seducenti nella didattica: funzionano?

Share Button

didatticaGli insegnanti sono in genere valutati sulla base del gradimento dei loro corsi, cioè quanto gli studenti apprezzano i loro insegnamenti.   Nelle università, le reazioni degli allievi sono spesso l’unica metrica utilizzata per valutare l’efficacia didattica del corso e del docente. (Adams, 1997; McCallum, 1984).

E’ comprensibile dunque che i docenti facciano di tutto per rendere gradevoli le loro lezioni agli studenti, ricorrendo spesso a storielle, videoclip, ecc. per far si che gli studenti si divertano durante il corso. Questi dettagli (detti “seducenti”) della lezione sono interessanti e divertenti, ma spesso del tutto irrilevanti rispetto al tema trattato nel corso  (Harp & Mayer, 1998) .

Il fenomeno, conosciuto come “l’effetto dei dettagli seducenti” nella didattica, rende l’apprendimento più coinvolgente, ma secondo alcuni autori compromette la memorizzazione, la soluzione dei problemi, e il passaggio di informazioni utili fra docente e allievo (Bartsch & Cobern, 2003; Garner, Gillingham, & White, 1989; Harp & Maslich,2005; Harp & Mayer, 1997, 1998; Lehman, Schraw, McCrudden, & Hartley, 2007; Mayer, Heiser, & Lonn, 2001; Rowland-Bryant et al., 2009; Shen, McCaughtry, Martin, & Dillion, 2006). 

In realtà più di un terzo degli studi compiuti sull’argomento non è riuscito a dimostrare l’effetto descritto dagli autori sopra citati e un terzo ha dimostrato solo una parziale presenza di questo effetto (Rey, 2012).

Va detto che la ricerca sui dettagli seducenti è stata condotta in ambienti di laboratorio, in cui i partecipanti hanno a disposizione una  quantità veramente limitata di tempo per apprendere del materiale ed è dunque difficile paragonare questi risultati a quelli della vita reale  (Thalheimer, 2004). È improbabile infatti che si riesca a riprodurre in laboratorio una situazione d’aula, in quanto il corso di studi nell’esperimento è necessariamente breve e si svolge sotto l’osservazione dello sperimentatore.

Il focus degli esperimenti citati si è basato sul confronto tra coloro che avevano studiato il materiale didattico, con e senza i dettagli seducenti. In realtà l’apprendimento è una forma di autoregolazione, un processo che avviene all’interno della persona, considerando come essa riesce a monitorare i suoi progressi e a regolare l’apprendimento attraverso l’uso di strategie utili  (Sitzmann & Ely, 2010). Occorrerebbe dunque saggiare l’effetto dei dettagli seducenti nella didattica in un progetto di più ampio respiro.

Per indagare la complessità degli effetti dei particolari seducenti è stata dunque condotta
un’indagine su adulti che partecipavano a corsi on-line. In questi corsi il materiale di studio è spesso ampio e può richiedere diverse ore, o addirittura giorni, per essere appreso. I ricercatori hanno potuto osservare il tempo richiesto per la lettura, la velocità di apprendimento, le reazioni dei corsisti agli elementi seducenti, i test di apprendimento, ecc.

Risultato:

I dettagli seducenti nella didattica non hanno effetti uniformi su tutti gli allievi. Anche il definirli dettagli “seducenti” è sembrato, in conclusione, piuttosto fuorviante, dal momento che se-durre in latino significa infatti condurre fuori strada, verso qualcosa altro da sé, ma questo non necessariamente accade per tutti. Quello che è emerso va a conferma dello studio di Park et al (2011) e cioè che le persone possono non saper distinguere fra una conoscenza importante e un dettaglio irrilevante , specialmente se è la prima volta che affrontano una data materia. Questo effetto non accade se ci si rivolge a persone che hanno una conoscenza abbastanza approfondita dell’argomento e sanno quindi distinguere con facilità ciò che viene detto in aula con scopi formativi e ciò che viene detto con scopi di intrattenimento. A questi ultimi possono essere proposti, con meno rischi, i dettagli seducenti nella didattica.

Fonte:

Traci Sitzmann , Stefanie Johnson , The paradox of seduction by irrelevant details: How irrelevant information helps and hinders self-regulated learning,  Learning and Individual Differences 34 (2014) 1–11

Dr. Walter La Gatta

Immagine:
Pexels

Dr. Walter La Gatta
Seguimi su:

Dr. Walter La Gatta


Libero professionista ad Ancona e Terni

Si occupa di:

Psicoterapie individuali e di coppia
Terapie Sessuali (Delegato Regionale del Centro Italiano di Sessuologia per le Regioni Marche e Umbria) 
Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

Riceve ad Ancona,Terni e via Skype, su appuntamento.

Per appuntamenti telefonare direttamente al: 348 – 331 4908

Co-fondatore dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta

Tweets di @Walter La Gatta

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierlo come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti
Dr. Walter La Gatta
Seguimi su:

Facebook Comments

ARTICOLI CORRELATI:

Le lezioni scolastiche dovrebbero iniziare più tardi
Utilizzando un campione di studenti universitari del primo e del secondo anno presso la University of Nevada-Reno negli Stati Uniti e nella Open University ...
Un alunno difficile – Consulenza on Line
gentile dottoressa lavoro in una scuola elementare e in una prima c'è un bambino, quindi di 6 anni, proveniente da una famiglia con delle ...
Primo giorno di scuola: come evitare l’ansia da separazione
Secondo Samuel T. Gladding, docente di counseling presso la Wake Forest University e autore del libro "Family Therapy," non essere preparati a gestire l'ansia ...
Paura di tornare a scuola – Consulenza on line
Ho paura di tornare a scuola...mi piace molto ciò che studio e cerco di approfondire tutti gli argomenti ma ogni volta che devo andare ...
I genitori meno capaci della scuola in fatto di alimentazione
Una ricerca dell'Ohio State e Indiana Universities ha scoperto che i bambini ingrassano di più quando non sono a scuola. Lo studio ha riguardato ...
Fare l’amore per dare piacere?
Tra i 18 e i 34 anni, il 5,6% delle donne afferma di fare " spesso " l'amore, anche se non ne ha desiderio. ...
Scuole di violenza
  di Giuliana Proietti Ogni giorno veniamo a sapere che in una scuola italiana c'è stato un caso di bullismo, una scena di violenza, un abuso ...
Cambiare spesso scuola non fa bene ai bambini
Studenti a basso reddito che cambiano spesso scuola tendono ad avere voti più bassi in matematica e hanno maggiori difficoltà a gestire il loro comportamento, così come ...

About Dr. Walter La Gatta

Libero professionista ad Ancona e Terni Si occupa di: Psicoterapie individuali e di coppia Terapie Sessuali (Delegato Regionale del Centro Italiano di Sessuologia per le Regioni Marche e Umbria)  Tecniche di Rilassamento e Ipnosi Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali. Riceve ad Ancona,Terni e via Skype, su appuntamento. Per appuntamenti telefonare direttamente al: 348 – 331 4908 Co-fondatore dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta Tweets di @Walter La Gatta Visita il nostro Canale YouTube Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media Perché sceglierlo come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *