Freud
Share Button

Ad Harvard ed in altre università prestigiose, Sigmund Freud sta lentamente uscendo di scena; almeno nelle Facoltà di Psicologia. I libri di introduzione alla psicologia definiscono infatti la psicoanalisi come “un semplice canale affluente, ormai morto e disidratato, al sapere psicologico”. Praticamente un “has-been” buono solo per i libri di storia. Ne parla in questi termini l’American Psychoanalytic Association.

Tutti sappiamo quanto la psicoanalisi abbia influenzato le scienze umane e sociali, quanto i concetti psicoanalitici siano stati ripresi nei libri, nei film e in tutte le altre opere culturali del ventesimo secolo. Ora però, nel piano didattico di uno studente di psicologia di Harvard, come in altre importanti Università, Freud è sparito.

Steven Pinker, insegnante di: “The Human Mind: Introduction to Mind, Brain, and Behavior” dice che la psicoanalisi non è riuscita a provare le sue tesi dal punto di vista scientifico: essa non si integra affatto con le altre conoscenze in campo biologico. Molte teorie freudiane, dice ancora il Prof, sono “assurde.”

La parola “psicoanalisi” appare nella descrizione di 11 corsi, incluso “The Human Mind”, solo che si tratta di corsi attivati nelle Facoltà di Arti e Scienze (simile al nostro ‘Lettere’), non più nelle Facoltà di Psicologia.

Di 1.175 corsi che fanno riferimento alla psicoanalisi in 150 università, più dell’86% sono offerti al di fuori della Facoltà di Psicologia. Nella descrizione del primo corso di introduzione alla psicologia di Harvard si parla infatti di argomenti quali percezione, consapevolezza, sviluppo, aspetti cognitivi, emozioni, motivazioni, psicopatologia, aspetti decisionali e comportamenti sociali.

Il libro di testo di Harvard definisce ‘considerevoli’ le influenze di Freud sulla psicologia, ma aggiunge che oggi pochissimi psicologi seguono ancora il pensiero di Freud. Prudence Gourguechon, Presidente della società di psicoanalisi americana sostiene che coloro che affermano che la psicoanalisi non ha basi scientifiche, ignorano i 20 o 30 anni di ricerche e di studi che invece hanno confermato le tesi di Freud. Il Professor Peter E. Gordon, che insegna storia intellettuale europea, pensa invece che la psicoanalisi possa in effetti aver perso i suoi connotati scientifici, ma a causa della divulgazione non sempre esatta e spesso banalizzata che ne trasmettono i media.

Concludendo, possiamo forse essere d’accordo con la tesi del Prof. Pinker, il quale sebbene consideri ‘assurde’ molte teorie psicoanalitiche, precisa che, giuste o sbagliate che siano, devono comunque essere apprese dagli studenti, per capire l’influenza che esse hanno esercitato sulla cultura.

Fonte: The Harvard crimson

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.