studio

Gentile dottoressa,
sono M. un ragazzo di 33 anni fidanzaro da 2 anni con una ragazza polacca di 25anni. Lei è già laureata e, in attesa di un lavoro migliore, fa la badante presso una signora anziana del mio paese. Io studio ingegneria del vecchio ordinamento e mi ci vorrebbe circa un’anno e mezzo per laurearmi. Lei è statala mia prima ragazza in tutti i sensi. Insieme non stiamo male. Le miesensazioni nei suoi confronti non sono ferme e decise, nel senso che alcunigiorni la vorrei lasciare, mentre altri la vorrei sposare. Ci sono giorni cheandiamo d’accordo e stiamo bene, altri giorni siamo nervosi e non mi va nemmenodi vederla. Adesso lei vuole cambiare lavoro, perchè è stanca di questa signora, e vuoleandare a vivere con un’amica in un paese (dove si dice che ci siano buonepossibilità per fare l’impiegata) che dista dal mio più di 700 km.A questa notizia io mi sono sentito male perchè non la vorrei perdere, ma nonmi sento nemmeno di sposarla o di andare a vivere insieme, come lei vorrebbe.Vorrei prima finire gli studi in tranquillità e poi affrontare tutto il resto.In effetti durante questi 2 anni che ci conosciamo, sono stato moltodeconcentrato negli studi e non ho combinato quasi nulla, perchè lei è unaragazza che mi sottrae molto tempo. Ha sempre problemi da risolvere e bisognodi qualcuno che le dia una mano, e poi, ha tanto bisogno di svagarsi, diuscire. da quando la conosco non riesco più a studiare di sera.Non so cosa fare. Se vado con lei non credo che riuscirò a finire gli studi, sesto a casa soffrirò, ma potrò laurearmi. Cosa mi consiglia di fare?grazie in anticipo, M.

Caro M.,

Mi dà davvero una responsabilità importante, che io però non intendo prendermi perché, come lei può facilmente capire, nemmeno un mago con la sfera di cristallo saprebbe, da queste poche righe che mi scrive, capire quale è la sua situazione reale e dunque quale sia, nel suo caso specifico, la cosa migliore da fare… Parlando in generale, mi verrebbe da dire che, per raggiungere l’autorealizzazione personale, come prima cosa occorrerebbe portare a termine ciò che si è iniziato. Del resto, se lei non si laurea, non trova un lavoro, non potrà mai iniziare una vita adulta, la costruzione di una famiglia, l’assunzione di responsabilità.
Certamente anche l’amore è importante, ma credo che anche un amore immenso (… e non mi sembra il suo caso) potrebbe naufragare facilmente di fronte alle difficoltà materiali della vita, alla distanza, alla differenza di interessi e di aspettative.
Sono delle considerazioni ‘pour parler’, ma spero di esserle stata comunque utile per fornirle qualche ulteriore spunto di riflessione.
Cari saluti.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Immagine:

Qinn Anya, Flickr

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.