Ascoltare la radio mentre si guida: è pericoloso?

Attualità

Ascoltare la radio mentre si guida

Dr. Walter La Gatta
Psicologo Psicoterapeuta Sessuologo
PsicolineaIn presenza:
ANCONA - ROMA - FABRIANO - CIVITANOVA MARCHE  - TERNI
TERAPIE ONLINE VIA SKYPE
Tel. 348 3314908
w.lagatta@psicolinea.it
www.walterlagatta.it

Ultimo aggiornamento: Nov 19, 2020 @ 17:10

Ogni anno, più di 1,2 milioni di persone muoiono e più di 50 milioni subiscono lesioni non mortali, in incidenti sulle strade del mondo ( Organizzazione mondiale della sanità, 2015 ). Pertanto, l’identificazione dei fattori che contribuiscono agli incidenti stradali è di grande importanza. Diversi studi suggeriscono che la distrazione del guidatore è una delle cause principali (vedere ad esempio Huemer et al., 2018 , McEvoy et al., 2006 ).

La revisione sistematica della letteratura, a cura di Huemer et al. (2018) rileva che oltre il 20% dei conducenti svolge attività secondarie, come l’utilizzo di telefoni cellulari e altri dispositivi elettronici, durante la guida.

A 22

I compiti secondari più comuni durante la guida sono, secondo uno studio osservazionale condotto da Kidd et al. (2016) nella Virginia del Nord, USA:

  • avere in mano un telefono cellulare (5,1% dei conducenti osservati),
  • parlare con un telefono cellulare tenuto in mano (4,2%),
  • mangiare o bere (3,1%),
  • parlare o cantare con un passeggero presente (2,7%),
  • manipolare un telefono cellulare (2,3%)
  • parlare o cantare senza un passeggero presente (2,1%).

Un impegno nelle attività secondarie mentre si sta guidando (16,8% dei conducenti) è stato osservato in uno studio condotto a St.Albans, Regno Unito (Sullman et al., 2015 ), dove le attività secondarie più comuni erano: 1) parlare con i passeggeri (8,8%), 2) fumare (1,9%) 3) parlare con un telefono cellulare a mani libere (1,7%).

Utilizzando i dati di 905 eventi di incidenti stradali, Dingus et al. (2016) hanno analizzato i rischi di incidenti associati a una serie di distrazioni osservabili durante la guida, come l’uso della radio nel veicolo, l’uso del telefono cellulare e l’interazione con i passeggeri. Queste tre attività prevalenti hanno aumentato i rischi di incidenti rispettivamente di 1,9 volte, 3,6 volte e 1,4 volte.

 

Consulenza psicologica del giovedì

Consulenza gratuita del Giovedì  dalle 9.00 alle 18.00
TELEFONARE A QUESTO NUMERO : 371 148 12 39

Tuttavia, vale la pena notare che l’effetto sul rischio di incidente derivante dall’avere passeggeri in un veicolo è influenzato anche da altri fattori, come ad esempio dall’età del conducente (vedere ad esempio Doherty et al., 1998 , Engström et al., 2008 , Rueda-Domingo et al., 2004 ).

Inoltre, una meta-analisi che aveva lo scopo di valutare i cambiamenti nel rischio di incidenti stradali associati all’uso del telefono cellulare ( Elvik, 2011 ) ha concluso più o meno come Dingus et al. (2016) che l’utilizzo di un telefono cellulare durante la guida comporta un triplice aumento del rischio di incidenti.

Pertanto, è ormai ben definito in letteratura il fatto che le attività secondarie mentre si guida sono diffuse tra i conducenti e che la distrazione del conducente contribuisce frequentemente agli errori di guida ( Young e Salmon, 2012 ) e, di conseguenza, aumenta il tasso di incidenti. 

Qualche anno fa una ricerca(Gillian Murphy  et al., 2016) ha voluto indagare sul concetto di “carico percettivo”: questa teoria afferma che abbiamo solo una quantità finita di attenzione a nostra disposizione. Una volta che si raggiunge il massimo, non siamo in grado di elaborare altre informazioni. Ascoltare la radio, dunque, potrebbe interferire con le informazioni visive e diminuire l’attenzione.

Utilizzando un simulatore di guida, i ricercatori hanno misurato se l’ascolto di un rapporto sul traffico alla radio potesse avere un impatto sulla capacità di ottenere ed elaborare contemporaneamente altre informazioni visive.

Risultato di questo studio: tutto ciò che attira la nostra attenzione mentre siamo alla guida può essere problematico, anche se si tratta di un semplice segnale uditivo, come ascoltare la radio o avere una conversazione telefonica a mani libere.

Prima volta su psicolinea 2

Pertanto, la conclusione generale sugli effetti sulla sicurezza dell’ascolto della radio è che probabilmente le distrazioni indotte dall’ascolto della radio possono portare a incidenti, ma d’altro canto avere accesso alla radio offre la possibilità di ricevere informazioni sulle condizioni di guida sui tratti di strada in cui si transita, e questo può a sua volta prevenire degli incidenti.

Possiamo dunque dire che l’ascolto della radio può causare problemi soprattutto quando il conducente non è consapevole che le sue prestazioni di guida possono essere deteriorate dalle distrazioni indotte dalla radio, per cui il suggerimento, quando si ascolta la radio durante la guida, è quello di ridurre la velocità.

Dr. Walter La Gatta

Porta a casa tua lo psicologo e
contribuisci a fermare la diffusione del Virus Covid-19
Dr. Walter La Gatta
TERAPIE ONLINE
Skype Whatsapp
Tel. 348 3314908

Terapie online Walter La Gatta

Fonti:
Medical News Today
https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2212012219300413

Immagine:
Freepik

Author Profile

Dr. Walter La Gatta
Dr. Walter La Gatta
Libero professionista ad Ancona , Terni , Fabriano e Civitanova Marche

Il Dr. Walter La Gatta si occupa di:

Psicoterapie individuali e di coppia
Terapie Sessuali (Delegato Regionale del Centro Italiano di Sessuologia per le Regioni Marche e Umbria e membro del consiglio direttivo CIS)
Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

Riceve ad Ancona,Terni , Fabriano, Civitanova Marche e via Skype, su appuntamento.

Per appuntamenti telefonare direttamente al: 348 – 331 4908
w.lagatta@psicolinea.it


Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta

w.lagatta@psicolinea.it
Tel. 348 3314908

Visita le Pagine Facebook, Twitter e Linkedin

Visita il nostro Canale YouTube "Psicolinea"

Per le collaborazioni con i media visita la pagina di psicolinea "Media e Social Media"

Visita anche www.clinicadellacoppia.it e www.clinicadellatimidezza.it
Dr. Walter La Gatta
Libero professionista ad Ancona , Terni , Fabriano e Civitanova Marche Il Dr. Walter La Gatta si occupa di: Psicoterapie individuali e di coppia Terapie Sessuali (Delegato Regionale del Centro Italiano di Sessuologia per le Regioni Marche e Umbria e membro del consiglio direttivo CIS) Tecniche di Rilassamento e Ipnosi Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali. Riceve ad Ancona,Terni , Fabriano, Civitanova Marche e via Skype, su appuntamento. Per appuntamenti telefonare direttamente al: 348 – 331 4908 w.lagatta@psicolinea.it Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta w.lagatta@psicolinea.it Tel. 348 3314908 Visita le Pagine Facebook, Twitter e Linkedin Visita il nostro Canale YouTube "Psicolinea" Per le collaborazioni con i media visita la pagina di psicolinea "Media e Social Media" Visita anche www.clinicadellacoppia.it e www.clinicadellatimidezza.it
http://www.clinicadellatimidezza.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.