Hyppolite Bernheim

Charcot era famoso presso i suoi contemporanei per la sua attività legata all’isteria e all’ipnotismo. Il suo aprire le porte al mondo sconosciuto dell’inconscio, attraverso l’ipnosi, ispirò molti scrittori dell’epoca, come Alphonse e Leon Daudet, Zola, Maupassant e, più tardi, Pirandello e Proust.

Sappiamo dalla testimonianza di un ospite americano che, all’inizio del 1893, Charcot era in pessime condizioni di salute, anche se ancora vivace intellettualmente. Nell’agosto dello stesso anno però, durante una vacanza a Vézelay, morì improvvisamente nella sua camera d’albergo. La memoria di Charcot svanì presto e le sue opere furono ripudiate da molti discepoli. Ma Charcot non era l’unico, all’epoca, a parlare di ipnosi.

La scuola di Nancy era stata fondata da Ambroise Liébeault,un medico che oltre che di medicina ufficiale si interessava anche di ‘magnestismo’, cioè ipnotizzava i suoi pazienti e provava a farli guarire attraverso la suggestione. Il medico francese ipnotizzava invitando i suoi pazienti a guardarlo negli occhi e suggerendogli che stava provando una sonnolenza crescente. Quando il paziente era leggermente ipnotizzato, Liébaeault lo rassicurava che tutti i suoi sintomi erano scomparsi. La maggior parte della clientela era costituita da povera gente. I colleghi medici lo consideravano invece un ciarlatano.

Nel 1882 però un professore rinomato, Hyppolite Bernheim, fece visita al vecchio Liébeault e si convinse delle sue idee, tanto da introdurre il suo metodo nell’ospedale universitario.

Bernheim (1840-1919) era una persona minuta, dagli occhi azzurri, che parlava con voce dolce, ma dirigeva il suo reparto ospedaliero con molta autorità. E con altrettanta autorità ipnotizzava i pazienti.
In opposizione a Charcot, egli affermava che l’ipnosi non era una condizione patologica presente solo negli isterici, ma che era invece un effetto della ‘suggestione’. Egli negava la validità della teoria dell’isteria di Charcot e affermava che le condizioni isteriche mostrate alla Salpetrière erano artefatte.

Con il passare del tempo, Bernheim si si servì sempre meno dell’ipnotismo, sostenendo che gli effetti che si potevano ottenere con tale metodo erano ottenibili anche per mezzo di suggestione nello stato vigile, un procedimento che la scuola di Nancy chiamò “psicoterapia“.

Anche Freud cercava, all’epoca, di saperne di più sull’ipnosi. Nel 1889, a Nancy, Freud incontrò Hyppolite Bernheim ed il vecchio Liébeault. Freud rimase molto colpito dall’incontro, tanto che tradusse dal francese il libro di Hyppolite Bernheim sull’uso terapeutico della suggestione “Ipnotismo e suggestione” (1887).

Verso il 1900 Bernheim veniva considerato il più grande psicoterapeuta d’Europa, ma anche lui, dieci anni dopo, finì dimenticato.

Fonte: Ellenberger, La scoperta dell’inconscio, Boringhieri

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Pierre Janet

Freud e Janet: storia di un’ingiustizia

Pierre Janet anticipò molte delle teorie di Freud, ma oggi pochi ne conoscono il nome. Sopra: Pierre Janet Provate a ...
Leggi Tutto
isteria

Tutto sull’isteria

L'isteria è una sindrome nevrotica dal quadro clinico molto eterogeneo, caratterizzato da sintomi fisici senza base organica. Ciò ha indotto ...
Leggi Tutto

Freudiana Declino di Charcot e ascesa di Bernheim

Hyppolite Bernheim Charcot era famoso presso i suoi contemporanei per la sua attività legata all'isteria e all'ipnotismo. Il suo aprire ...
Leggi Tutto
Berggasse 19

Berggasse 19: casa Freud

Sopra: Berggasse a Vienna Nell'estate del 1891, la famiglia Freud traslocò nell'appartamento di Berggasse 19, nel IX distretto comunale di ...
Leggi Tutto
Charcot

Freud a scuola da Charcot

Freud e l'occasione della vita: apprendere l'ipnosi da Charcot Sopra: Charcot alla Salpétrière Il 18 luglio del 1885 Freud, in ...
Leggi Tutto

Sigmund Freud e la sua Principessa

Sopra: Freud e Martha nel 1886 Freud aveva incontrato Marta Bernays, si era innamorato e fidanzato con lei nel giugno ...
Leggi Tutto

Freud ed i suoi sigari

Quando il nipote di Sigmund Freud, Harry, rifiutò l’offerta di un sigaro da parte dello zio, da questi si sentì ...
Leggi Tutto
Freud e la madre

Freud e la madre

Sopra: Freud, 17 anni con la madre Amalia Il giovane Freud, primo figlio della famiglia di Jacob Freud e Amalie ...
Leggi Tutto

Freudiana – Gli anni della formazione di Freud

La famiglia di Jacob Freud, trasferitasi a Vienna, non raggiunse mai la sicurezza economica, ma riuscì però a garantire al ...
Leggi Tutto

Freudiana: Freud e l’ebraismo

Pur non essendo stato allevato alla maniera ebraica ortodossa e non essendo in grado di leggere l’ebraico, Freud conservò un ...
Leggi Tutto
famiglia Freud

Freudiana : La famiglia Freud

1866 A sinistra: Jacob e Sigmund Freud Il 24 luglio 1844 Abraham Siskind Hoffman, un mercante ebreo residente nella città ...
Leggi Tutto
ottocento

Freudiana: L’ambiente culturale nella prima metà dell’Ottocento

Prima metà dell'Ottocento: l'ambiente culturale Collana Freudiana. - Romanticismo L’illuminismo aveva ‘rischiarato’ la mente degli uomini, liberandoli dalle tenebre dell’ignoranza, ...
Leggi Tutto
Storia

Freudiana: la storia sullo sfondo

La storia dell'Austria al tempo della nascita di Freud Il Congresso di Parigi si riunì nella capitale francese dal 25 febbraio al ...
Leggi Tutto
ebraismo

Freudiana La condizione degli ebrei al tempo di Freud

L'ebraismo al tempo di Freud Per la collana Freudiana parliamo della condizione degli ebrei nei paesi europei al tempo della ...
Leggi Tutto
Pribor

Freudiana: Freiberg / Příbor, il paese dove è nato Freud

Pribor: la città natale di Freud Il viaggio alla scoperta di Freud comincia dal luogo della sua nascita: Austria, città ...
Leggi Tutto
Scienza ed arte

Freudiana: la scienza sullo sfondo

La scienza al tempo di Freud Conosciamo, per la collana Freudiana, dove era arrivata la scienza nel periodo di Freud ...
Leggi Tutto

Freudiana L’ebraismo

Freudiana: Il debito di Freud verso l'ebraismo Il termine indica le credenze religiose, le tradizioni culturali, i rituali, i vincoli ...
Leggi Tutto
Arte al tempo di Freud

Freudiana L’arte al tempo di Freud

Che tipo di arte andava di moda al tempo di Freud? Collana Freudiana  La rivoluzione industriale cominciava a distruggere le tradizioni ...
Leggi Tutto
Freudiana

Freudiana: presentazione

Freudiana Comincia oggi una serie di articoli dedicati a Freud e alla sua opera. Questo è il primo post. In ...
Leggi Tutto

Freudiana – La libido

Freudiana. Informazioni sul concetto di Libido "Libido" è un termine latino, che significa ‘desiderio’. Nella letteratura psicoanalitica, il termine può ...
Leggi Tutto
Sigmund Freud

Sigmund Freud: la biografia

La nascita Nacque il 6 Maggio 1856 in Moravia, a Freiberg, da una modesta famiglia ebrea. A causa del crescente ...
Leggi Tutto
libri di Freud

Libri di Sigmund Freud

Riassunti dei libri di Sigmund Freud a cura della Redazione di Psicolinea.it ● Sigmund Freud, L’INTERPRETAZIONE DEI SOGNI (1899) Il ...
Leggi Tutto
Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.