alcol

Chi pensa che l’alcol conduca verso la felicità è assolutamente in errore. Lo dimostra uno studio appena pubblicato del Dr. Ben Bamburg Geiger, che lavora presso l’Università del Kent nel Regno Unito, il quale ha scoperto che l’alcol inizialmente fa sentire più felici, ma è un totale fallimento se si considerano i suoi effetti nel lungo termine per quanto riguarda soddisfazione e benessere.

La ricerca è stata pubblicata nella rivista Social Science & Medicine.

Secondo il National Institute on Alcohol Abuse and Alcoholism (NIAAA), l’alcol è la quarta causa prevenibile di morte negli Stati Uniti ed è responsabile per 88.000 morti ogni anno.

L’alcol indubbiamente, specialmente quando si sta insieme agli amici, è un facilitatore delle relazioni sociali e può regalare molta allegria, ma quanto durano i suoi effetti?

I ricercatori hanno misurato la felicità dei consumatori di alcol in soggetti inclusi nello studio British Cohort 1970 (BCS70). Lo studio riguardava 17,000 bambini nati negli anni Settanta e che al momento dello studio avevano da 30 a 42 anni.

Il consumo di alcol di questi soggetti è stato determinato con la seguente domanda: “Negli ultimi sette giorni quanto hai bevuto”? Si è indagato sul consumo di birra, vino, alcolici, vini fortificati e alcopop (bevande che non sembrano alcolici ma che contengono in realtà alcol)

La soddisfazione per la vita è stata calcolata tramite uso di un questionario in cui i soggetti dovevano dichiarare il loro grado di soddisfazione in una scala da 0 a 10 con lo 0 che indicava “completamente insoddisfatto”.

E’ stata poi usata la application “Mappiness“, un progetto della London School of Economics: essa emette un beep due volte al giorno, tra le otto del mattino e le dieci della sera, e chiede alle persone quanto siano felici esattamente in quel momento, con chi siano e cosa stiano facendo.

Tra le opzioni che indicano cosa stiano facendo in quel momento c’é anche “sto bevendo alcolici”. Prendendo in considerazione le risposte di più di 31.000 utilizzatori del Regno Unito tra il 2010 e il 2013 i ricercatori hanno potuto concludere che non c’è relazione significativa fra diversi livelli di bevuta e soddisfazione per la vita, tranne per gli alcol dipendenti che avevano una qualità della vita notevolmente peggiore rispetto a chi non aveva questa dipendenza.

Le persone che bevono alcol si sentono più felici “sul momento”, ma l’effetto è di brevissima durata, per cui si può concludere che chi cerca la felicità e il benessere deve evitare di alzare troppo il gomito: non è quella la strada.

Dr. Giuliana Proietti

Fonte:
Can alcohol make you happy? A subjective wellbeing approach, Ben Bamburg Geiger et al., Social Science & Medicine, doi:10.1016/j.socscimed.2016.03.034, Maggio 2016.

Immagine:
Wikimedia

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.