europei

I giovani europei bevono molto e questo si sapeva già, ma ora si sa anche perché i giovani bevono molto: per ‘migliorare’ la loro vita sessuale. Questo è almeno ciò che suggerisce una recente ricerca secondo la quale circa il 33% dei giovani di età compresa fra i 16 e i 35 anni (per i soggetti di sesso maschile), ed il 23% delle ragazze beve alcool per avere maggiori chances di coinvolgersi in rapporti sessuali occasionali.

Lo studio, ha spiegato Mark Bellis della John Moores University di Liverpool , ha riguardato 1341 giovani residenti in nove Paesi, tra cui l’Italia, e sarà pubblicato su BMC Public Health.

Oltre che all’alcol, i giovani ricorrono, per gli stessi motivi, a cocaina, ecstasy e cannabis e queste droghe vengono utilizzate soprattutto per prolungare o migliorare l’eccitazione sessuale.

Il risultato diretto di questo comportamento è che i ragazzi hanno rapporti sessuali non sicuri.

I partecipanti allo studio di cui parliamo erano di una specifica città dei seguenti Paesi: Regno Unito, Germania, Austria, Repubblica Ceca, Grecia, Italia (Venezia), Portogallo, Spagna e Slovenia. Tutti i giovani intervistati erano frequentatori di -pub, bar e discoteche.

Il dato più importante emerso dalla ricerca è che l’uso precoce di alcol è legato al desiderio di fare sesso prima dei 16 anni, e questo accade in tutti i Paesi, specialmente fra le ragazze.

Quanto alla diffusione del fenomeno sul territorio europeo sappiamo che i più attivi nel bere alcolici per fare sesso occasionale prima dei sedici anni sono gli austriaci (quasi il 50% del campione, misurato a Vienna); a Venezia la percentuale è stata del 36%, a Palma, in Spagna, del 37% e, a Liverpool, del 30%. (Verremmo dunque subito dopo gli austriaci)

Più di un quarto dei giovani che fa uso di cocaina ha affermato di utilizzare questa sostanza per prolungare il sesso e magari disinibirsi un po’, in modo da avere più partners. Infatti, tra coloro che avevano bevuto nelle ultime quattro settimane molto elevata è stata la percentuale di ragazzi che avevano fatto sesso con cinque o più partners, in genere senza preservativo. Sebbene i ragazzi escano con un mare di rimorsi da queste esperienze, essi continuano a prendere queste sostanze per raggiungere effetti sessuali “molto specifici”.

Conclusione: per prevenire la trasmissione di malattie sessualmente trasmesse occorrerebbe, tra l’altro, monitorare i comportamenti dei giovanissimi alle prese con l’alcol.
Fonte: Adattamento da articolo della BBC

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.