sua madre

Il problema: sua madre

Gentile Dottoressa, sono sposata da 1 anno e qualche mese, dopo 2 di convivenza e 6 di fidanzamento; Conosco da sempre mio marito e quindi 3 anni fa quando mi chiese di lasciare l’Italia per andare con lui in Inghilterra (dove lui è nato e ha la sua famiglia) lo feci senza pensieri. Il primo anno capii subito che non potevo contare molto su di lui per l’inserimento, perchè il suo lavoro lo impegnava (impegna) molto e quindi mi diedi da fare da sola con discreti risultati: mi iscrissi ad un corso di lingue e trovai un bel lavoro part time. Mi fu anche subito chiaro che il nostro rapporto di coppia non era più a due, ma a tre, e cioè lui, io e la mamma di lui. Non ostante ciò decisi di sposarmi credendo che con il tempo e il matrimonio lui sarebbe cambiato e invece adesso mi ritrovo nella stessa situazione di prima. Il problema non è la madre, che si è invadente, egoista e immatura, ma il fatto che lui non riesca ad imporsi a lei, ovvero che non riesca a fare da filtro fra me e lei, lasciandomi quindi la responsabilità totale nella gestione del rapporto e imponendomi al contempo la sua presenza. Non essendo particolarmente diplomatica, non mi faccio neanche troppi problemi a trattarla come lei merita; Ma piano, piano comincio a stancarmi di questo uomo, che in realtà mi fa rabbia nella sua inettitudine, ma anche tenerezza in quanto lo vedo indifeso, non in grado di farsi rispettare, diviso tra due fuochi (per una situazione che ha creato lui), tutto lavoro e basta. Alcune volte mi chiedo se debba lasciar tutto e andarmene (buttar via 3 anni così), altre penso che dovrei rivolgermi ad un terapista per coppie. Mi sento confusa, disinlusa, stanca e presa in giro, Non so più che fare, so che se lo lasciassi andrei incontro ad un forte periodo di depressione (sono una persona soggetta a periodi di depressione), per via del senso di fallimento che mi porterei dietro. Non so veramente che fare. Grazie per un’eventuale risposta

Gentilissima,

Le crisi, anche in un bel rapporto di lunga durata, non sono rare e dunque occorre imparare ad affrontarle, a gestirle e a superarle. Un periodo di crisi significa che c’è qualcosa che non va, che tutte le strade tentate per risolvere questo qualcosa non hanno funzionato: occorre dunque andare verso un significativo cambiamento, che non necessariamente significa la separazione. Non mi sembra infatti che i problemi che lei lamenta siano poi così gravi e irrisolvibili: si tratta di stabilire delle nuove regole di comportamento, in modo che ciascuno di voi tre sappia con precisione i confini all’interno dei quali muoversi con tranquillità ed i terreni in cui è invece necessario interagire con maggiore accortezza. Rivolgersi ad un terapeuta della coppia è molto importante: per i risultati positivi che se ne possono trarre ed anche perché così non si rischia di affrontare le questioni più delicate dal verso sbagliato.
Cari saluti.

Dott.ssa Giuliana Proietti

Mix

ciclotimia

Ciclotimia e disturbo bipolare

La ciclotimia e il disturbo bipolare: di cosa si tratta? Il disturbo bipolare consiste nell'oscillazione fra due polarità. Ad oscillare ...
Leggi Tutto
complesso edipico

Il Complesso edipico: di cosa si tratta?

Complesso edipico: di cosa si tratta? Nella teoria psicoanalitica il complesso di Edipo riguarda un desiderio infantile di coinvolgimento sessuale ...
Leggi Tutto
Matilde di Canossa

Matilde di Canossa: la donna più potente del Medioevo

Matilde di Canossa è senz'altro una delle figure femminili più interessanti dell'alto medioevo; basti pensare che questa donna cominciò a ...
Leggi Tutto
hiv

Aids: conoscerlo ed evitarlo

Che cosa significa il termine "AIDS"? AIDS è un acronimo inglese (SIDA in francese) usato per definire la "sindrome da ...
Leggi Tutto

Psicoterapia: istruzioni per l’uso

Non tutti quelli che decidono di voler iniziare una psicoterapia hanno chiaro in mente cosa li attende. Non tutti sanno ...
Leggi Tutto
l'abbraccio

L’abbraccio come forma di comunicazione

L'abbraccio: una definizione Abbracciare significa cingere, afferrare, serrare con le braccia una persona, per lo più in segno di affetto ...
Leggi Tutto
infertilità

Infertilità: aspetti psicologici

Differenza fra sterilità e infertilità La sterilità è l'incapacità assoluta di concepire, mentre l'infertilità riguarda l'impossibilità di concepire, o portare a termine la ...
Leggi Tutto
cocaina

Cocaina: cosa è, come funziona

Cocaina: che cosa è La cocaina è una sostanza stupefacente. Agisce come stimolante del sistema nervoso centrale, è vasocostrittore ed anestetico, con ...
Leggi Tutto
disturbi dell'ansia

I disturbi dell’ansia

Perché i disturbi dell'ansia Dalla notte dei tempi e ben prima che nascesse la disciplina psicologica, l'ansia viene considerata una ...
Leggi Tutto
disturbo bipolare

Disturbo bipolare: come aiutare chi ne soffre

Disturbo bipolare: di cosa si tratta Il disturbo bipolare è una patologia psichiatrica, caratterizzata dall’alternanza, talvolta anche repentina, di depressione, euforia o ...
Leggi Tutto
Colette

Colette: una vita da film

Colette scrisse una ottantina di libri, ma non solo per questo è un vero e proprio mito letterario, soprattutto in ...
Leggi Tutto
disturbo ossessivo compulsivo

Potresti soffrire di disturbo ossessivo compulsivo? Test

Potresti soffrire di disturbo ossessivo-compulsivo? Ti presentiamo questo test, per aiutarti a capirlo e come punto di riferimento. Si    No  ...
Leggi Tutto
sua madre

Io, lui e sua madre – Consulenza on Line

Il problema: sua madre Gentile Dottoressa, sono sposata da 1 anno e qualche mese, dopo 2 di convivenza e 6 ...
Leggi Tutto
Presidente Schreber

Freud, il caso del presidente Schreber, la paranoia

Il Presidente Schreber, alias Daniel Paul Schreber (sopra), Presidente della Corte di Appello di Dresda, pubblicò un libro – nell'anno ...
Leggi Tutto

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.