mamma

salve dott.ssa purtroppo da un po di tempo ho perso la mamma a soli 61 anni a cui ero molto legata, ma non il solito sentimentalismo. le sono stata vicina fino all ultimo nella sua improvvisa malattia. ma ad oggi sto ancora soffrendo moltissimo non riesco a concentrarmi nei lavori domestici, ho perso il lavoro e non riesco a riprendere, e anche con gli amici il rapporto è peggiorato loro hanno problemi anche con le mamme anziane e io non riesco a vederli cosi contenti. ad aggravare la situazione già abbastanza critica, mi ritrovo l indifferenza di mia sorella, il babbo che è rimasto solo e come me piange in continuazione e mio marito con cui non ci prendiamo più. io parlo di casa, lui di lavoro, io penso ad arrivare a fine mese lui mi parla di auto se ho voglia di affetto lui gioca a playstation e il sesso una volta all anno quando va bene dato anche da impotenza ed eiaculazione precoce. ora mi ritrovo sola, a piangere continuamente pensando ai bei momenti e forse ultimi che ho passato con la migliore amica e mamma del mondo, continuo a star male dolori articolare e febbre e dopo un ricovero all ospedale mi hanno detto che tutto è nella mia testolina e nel mio cuore. ho sentito tanti consigli “c’è chi sta peggio” la “vita va avanti” ma sinceramente sono magre consolazioni. e a questo punto non so più che pesci prendere. mi aiuti. grazie

Gentilissima,

Quando il rapporto con la propria madre è così intenso, questa figura è davvero unica e insostituibile e la sua perdita è sicuramente uno dei più grandi dolori della vita. E’ dunque abbastanza normale che, a seguito di questo doloroso evento, sia cominciato per lei un periodo di depressione, in cui fa fatica a ritrovare il senso della propria vita, della propria quotidianità. Per questo l’unico consiglio che posso darle è di parlarne con il suo medico, per farsi consigliare se può esserle più utile una terapia farmacologica o psicoterapeutica (o entrambe). Ciò che racconta del suo rapporto di coppia tuttavia, al di là della depressione, è già di per sé qualcosa che mette pensiero: sembra che fra voi non ci sia più comunicazione, né rispetto, né complicità. Anche questo problema va dunque affrontato, ma in un secondo momento, quando lei sarà riuscita a ritrovare un po’ di gioia di vivere e di equilibrio personale. Il consiglio dunque è quello di concentrarsi intanto su sé stessa, per venire fuori dallo stato ansioso-depressivo che l’ha colta. Non appena si sentirà meglio, dovrà cercare di risolvere anche il suo rapporto di coppia che, così come è, non può che arrecarle ulteriore infelicità.
Coraggio!

Cari saluti.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

One thought on “La perdita della mamma – Consulenza on Line”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.