L’instabilità lavorativa e l’infarto miocardico acuto

L’instabilità lavorativa e l’infarto miocardico acuto

PSICOTERAPIA SESSUOLOGIA ONLINE
Costo della Terapia online, Individuale e di Coppia, 70 euro
Dr. Giuliana Proietti Instagram

L’instabilità lavorativa è un importante fattore di stress, che colpisce un numero crescente di adulti. In una recente ricerca sono state studiate le relazioni fra le diverse dimensioni della disoccupazione e i rischi di infarto miocardico acuto. Lo studio è stato condotto negli Stati Uniti, su un ampio campione di adulti (N = 13 451) di età compresa fra 51 e 75 anni  (l’età media del campione studiato era di 62 anni), in buona salute. I soggetti sono stati intervistati ogni due anni, dal 1992 al 2010.

A34/A14

Risultati:  sono stati registrati complessivamente 1061 casi di infarto (7,9%). Il 14% dei soggetti erano disoccupati sin dall’inizio dello studio, il 69,7% ha perso il lavoro una o più volte, il 35,1% dei soggetti sono stati disoccupati per alcuni periodi. Il direttore dello studio, Matthieu Dupré, della Duke University in North Carolina, ha scoperto che il rischio di attacco cardiaco è significativamente più elevato tra i disoccupati (35%), ma il rischio aumenta alla perdita del primo lavoro (22%) crescendo progressivamente con la perdita di 4 o più posti di lavoro (63%), rispetto a chi non ha perduto il lavoro.

L’infarto miocardico acuto è particolarmente elevato durante il primo anno di disoccupazione (27%).

Si è tenuto conto di alcuni fattori come l’obesità, il fumo o l’attività sportiva, ma si è visto che i risultati rimanevano stabili e per questo la perdita dell’occupazione si è rivelato un fattore particolarmente significativo per la salute della persona, specialmente per quanto riguarda malattie come l’ipertensione, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari. Si può dire che il rischio di attacco cardiaco in una persona che ha perduto 4 o 5 volte il suo lavoro è paragonabile a quello di un fumatore da lungo tempo.

YouTube player

 

 

Costo della Terapia online, Individuale e di Coppia, 70 euro

 

Lo stress, precisano i ricercatori, non va considerato di per sé una causa diretta della malattia cardiaca, ma resta il fatto, dimostrato, che può aumentare il rischio di infarto.

Giuliana Proietti

 

Dr. Giuliana Proietti

YouTube player

Costo della Terapia online, Individuale e di Coppia, 70 euro

Fonti:

Dupre ME, George LK, Liu G, Peterson ED. The Cumulative Effect of Unemployment on Risks for Acute Myocardial Infarction. Arch Intern Med. 2012;():1-7. doi:10.1001/2013.jamainternmed.447, Via Archives of Internal Medicine

Les risques d’infarctus sont plus élevés chez les personnes qui perdent leur emploi, Huffington Post

Immagine:
Pixabay

LibriAutori:
Dr. Giuliana Proietti - Dr. Walter La Gatta



20+ anni di Psicolinea:
Informazioni, Ispirazioni e Supporto

Psicolinea 2001-2021Costo della Terapia online, Individuale e di Coppia, 70 euro

YouTube player

I Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *