Interpretazione dei sogni

Il volume della Traumdeutung (Interpretazione dei sogni) uscì in realtà il 14 novembre 1899, ma l’editore preferì scrivere sul frontespizio la data del 1900. Fu una geniale intuizione, perché questo libro era destinato ad incidere profondamente sulla vita delle persone vissute in quel secolo.

Il libro, specialmente nell’edizione in lingua originale, ha un’esposizione particolarmente brillante, ricca di riferimenti culturali e di episodi della vita dello stesso Freud e dei suoi pazienti.
Come spesso accade, i contemporanei non si resero immediatamente conto della portata storica e culturale del libro ed infatti se ne vendettero poche copie.

Ma di cosa parla, in effetti, questo libro, che tutti conoscono, ma non tutti hanno letto?


Parla di sogni, come è facile intuire, solo che per la prima volta questi sogni non vengono analizzati per cercarvi dei presagi, ma per scoprirvi una parte della nostra personalità, che è nascosta rispetto alla nostra percezione cosciente e che emerge invece nei pensieri e nelle emozioni della notte.
In questo libro Freud parla per la prima volta del sogno come di una ‘soddisfazione allucinatoria di un desiderio rimosso nell’infanzia’ e lo indica come la ‘strada maestra’ per raggiungere i contenuti dell’inconscio.

Il desiderio rimosso di cui parla Freud ha le sue radici nella sessualità infantile: si tratta di fantasie sessuali che il bambino non può soddisfare nella realtà e che pertanto caccia nell’inconscio, una sorta di magazzino segreto, di cui nemmeno il proprietario ha le chiavi, dove questi desideri si depositano e restano vivi, ma sono come ‘prigionieri’ della censura onirica (parte dell’io cosciente). Allo stato vigile essi non riescono quasi mai ad esprimersi, mentre nel sonno possono farlo, ma devono comunque sottoporsi a modifiche e ad attenuazioni, che rendono alla fine irriconoscibile il significato originale del sogno.

E’ per questo che i sogni sono ‘strambi’: infatti i contenuti del sogno sono spesso condensati nello spazio e nel tempo, spostati su un oggetto o una persona al posto di un’altra, simbolizzati, permettendo ad un oggetto di essere rappresentato in vece di un altro, drammatizzati, nel senso che ogni sogno diventa una sorta di rappresentazione scenica in cui si muovono i personaggi dell’inconscio.

Il risultato è che nel sogno c’è un ‘contenuto manifesto’ (quello che si ricorda e si racconta quando ci si sveglia) e un ‘contenuto latente’ (significato del sogno che il soggetto non riesce a comprendere). Il contenuto latente contiene il vero significato del sogno stesso, mentre il contenuto manifesto non è altro che una maschera, una facciata. Lo psicoanalista deve partire dal contenuto manifesto del sogno, spesso insensato, e, per mezzo delle libere associazioni del paziente, percorrere il cammino fino a raggiungere il contenuto latente del sogno, che invece ha sempre un significato.

I sogni infatti non sono mai ‘inutili’: per cominciare essi sono i custodi del sonno e poi servono per soddisfare i desideri rimossi. Questo vale anche per gli incubi, che hanno la stessa finalità, dal momento che possono inseguire ad esempio il desiderio inconscio di essere puniti.

Dunque, le novità del libro sono anzitutto due: il riconoscimento dell’esistenza dell’inconscio e della sessualità infantile. I desideri sessuali infantili, infatti, per Freud si esprimono inizialmente sul genitore di sesso opposto (complesso di Edipo), escludendo il genitore dello stesso sesso: questo concetto fu, più di ogni altra cosa, la pietra dello scandalo per la comunità scientifica del tempo.

Questo libro è ancora di attualità, perché a cento anni da questa esposizione, questi concetti vengono ancora ritenuti importantissimi, anche se la pratica clinica ha portato ad estendere i contenuti dell’inconscio: non solo ai desideri sessuali, ma anche ai ricordi, ai traumi, alle prime relazioni con l’ambiente esterno. Interpretare i sogni in psicoterapia vuol dire imparare a conoscere profondamente i propri sentimenti, le ansie, le modalità difensive attuate nelle varie situazioni della vita.

 

Dott.ssa Giuliana Proietti

complesso edipico

Il Complesso edipico: di cosa si tratta?

Complesso edipico: di cosa si tratta? Nella teoria psicoanalitica il complesso di Edipo riguarda un desiderio infantile di coinvolgimento sessuale ...
Leggi Tutto
complesso edipico

Il Complesso edipico spiegato da Freud medesimo

In base alla mia esperienza, che è già molto grande, i genitori hanno la parte più importante nella vita psichica ...
Leggi Tutto
Interpretazione dei sogni

L’interpretazione dei sogni: un’autobiografia in maschera di Sigmund Freud

Il libro L'interpretazione dei sogni è pieno di allusioni ad avvenimenti e abitudini che erano familiari ai lettori della Vienna ...
Leggi Tutto
seduzione infantile

Come e perché Freud abbandonò l’ipotesi della seduzione infantile

Freud, come abbiamo visto, per un certo periodo di tempo pensò che la salute psichica dell'età adulta potesse dipendere da ...
Leggi Tutto
la seduzione infantile

L’ipotesi della seduzione infantile in Freud

L'ipotesi della seduzione infantile - cioè del trauma sessuale sotto forma di una seduzione avvenuta nella prima infanzia - fu ...
Leggi Tutto

Freud: Prefazioni a L’Interpretazione dei sogni (1899)

Prefazioni a L'interpretazione dei sogni Quando si legge il libro "L'interpretazione dei sogni", pochi si soffermano sulle prefazioni alle varie ...
Leggi Tutto
L'interpretazione dei sogni

L’interpretazione dei sogni: fasi di elaborazione del libro

L'interpretazione dei sogni: genesi di  un libro Il 31 Dicembre 1883 Freud scrisse alla fidanzata Marta che aveva fatto uno ...
Leggi Tutto
Interpretazione dei sogni

L’interpretazione dei sogni spiegata a chi non leggerà mai il libro

Il volume della Traumdeutung (Interpretazione dei sogni) uscì in realtà il 14 novembre 1899, ma l'editore preferì scrivere sul frontespizio ...
Leggi Tutto
Transfert

Freud: nascita del concetto di ‘transfert’

A differenza di Breuer, Freud non fuggì di fronte all'attrazione sessuale che le pazienti manifestavano nei suoi confronti: con sorprendente ...
Leggi Tutto
libera associazione

Freud: dall’ipnosi alla tecnica della libera associazione

Secondo molti studiosi della psicoanalisi, Freud abbandonò l'ipnosi per diverse ragioni: 1. Il richiamo alla mente di ricordi traumatici nell'alterato ...
Leggi Tutto
rimozione

Freud: la ‘rimozione’ spiegata da lui medesimo

Si è molto scritto sul concetto di rimozione in psicoanalisi, da parte di altri autori diversi da Freud, per cui ...
Leggi Tutto
Freud

Freud e il “come se”

Freud e il come se: cosa significa Freud riteneva che, una volta conseguite maggiori conoscenze sulla psiche umana, sarebbe stato ...
Leggi Tutto
rimozione

Origine del concetto di ‘rimozione’

Il termine 'rimozione', nel linguaggio psicoanalitico sta ad indicare un processo inconscio, che consente di escludere dalla coscienza determinate rappresentazioni ...
Leggi Tutto
resistenza nei sogni

Freud: Il mio amico R. e la resistenza nei sogni

Affrontando il problema dell'interpretazione dei sogni, Freud avanzò una supposizione fondamentale, che era una diretta applicazione del determinismo psichico: egli ...
Leggi Tutto
Freud

Freud: nascita del concetto di ‘resistenza’

Freud, nei suoi casi clinici, si rese conto di aver incontrato un ostacolo, una 'resistenza', ogni volta che cercava di ...
Leggi Tutto

La catarsi ed il metodo catartico

'Catarsi' in greco (kàtharsis) significa 'purificazione', ovvero liberazione dell'individuo da una contaminazione o 'miasma', visibile o invisibile, che danneggia o ...
Leggi Tutto
Studi sull'isteria

1895 Studi sull’isteria

Studi sull'isteria: agli albori della psicoanalisi A sinistra: Josef Breuer (foto aeiou) Nel 1895 fu pubblicato il libro ‘Studi sull’isteria’ ...
Leggi Tutto

Lo strano caso di Anna O.

Sopra: Berta Pappenheim, Anna O. (1880 circa) Il caso Anna O. è l’inizio di qualsiasi storia della psicoanalisi. E' così ...
Leggi Tutto
determinismo psichico

Il Determinismo Psichico in Freud

Il determinismo psichico in Freud Il ‘determinismo psichico’ è alla base della costruzione psicologica di Freud, che può pervenire a ...
Leggi Tutto
Freud tradiva la moglie

Freud tradiva la moglie con la cognata

Come si sa, Freud era sposato con Martha Bernays, nata il 26 Luglio1861 e morta a novanta anni, il 2 ...
Leggi Tutto
Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.