Mai cercare di cancellare i pensieri negativi dalla mente

pensieri negativi

Secondo Jennifer Borton e Elizabeth Casey dell’Hamilton College di New York, se proviamo ad eliminare i pensieri negativi che abbiamo su noi stessi, questo non solo causa un ‘rebound effect’, ovvero un aumento del fenomeno, ma causa un ulteriore detrimento del tono dell’umore e dell’autostima.

La convinzione si basa su una ricerca, da loro eseguita.
Prima di completare un diario sul web, ogni sera per 11 giorni, a 57 studenti è stato chiesto di portare alla mente i peggiori pensieri che essi potessero avere su sé stessi. A 29 di loro fu data anche l’istruzione di cercare attivamente di cacciare questi pensieri dalla mente, di fare del tutto per allontanarli, sopprimerli, cancellarli. Chi ha avuto maggiori pensieri negativi su sé stesso, nel gruppo dei 57 studenti?

Ovviamente coloro che avevano avuto l’istruzione di impegnarsi a cancellarli dalla loro mente… Essi, nei loro diari web, sono risultati più ansiosi, più depressi, più insicuri. Ecco perché Jennifer Borton dice che più che cercare di cancellare i pensieri negativi dalla mente, sarebbe bene impegnarsi a spostare l’attenzione su altro. Esempio: ‘è vero, ma ci penserò dopo’. Oppure: ‘sono brutta’: ok, però ho un bel sorriso! E poi sono simpatica! ‘

Fonte: Borton, J.L.S. & Casey, E.C. (2006). Suppression of negative self-referential thoughts: A field study. Self and Identity, 5, 230-246.

Dr. Walter La Gatta

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Walter La Gatta
Dr. Walter La Gatta

Libero professionista ad Ancona ,Terni , Fabriano e Civitanova Marche

Si occupa di:

Psicoterapie individuali e di coppia
Terapie Sessuali (Delegato Regionale del Centro Italiano di Sessuologia per le Regioni Marche e Umbria) 
Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

Riceve ad Ancona,Terni , Fabriano, Civitanova Marche e via Skype, su appuntamento.

Per appuntamenti telefonare direttamente al: 348 – 331 4908

Co-fondatore dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta

Tweets di @Walter La Gatta

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierlo come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

4 commenti su “Mai cercare di cancellare i pensieri negativi dalla mente”

  1. ciao anonimo…vorrei sapere quale metodo hai usato per allontanarli dalla mente…io anke sn in balia di pensieri inesistenti ke nn riesco a farli allontanare..sto male…ti prego di rispondermi..grazie

  2. Si,è vero,probabilmente bisogna osservarli,passivamente,ho letto un libro a proposito di questo.Però la cosa che purtroppo ho nel mi caso e che,vengono da soli d’improvviso,nei momenti più aspettati!E a volte ti prendono alla sprovvista,non sempre uno può avere alta l’attenzione. Max

  3. Si, ritrovo che sia proprio così, più ci si accanisce a cancellare i pensieri negativi e più aumenta il nostro disagio. Perchè così facendo aumentiamo la loro forza e la nostra debolezza, nei loro confronti. Ci sentiamo persi in un mare di pensieri fantasmi, che sembrano veri, verissimi, ma non lo sono, più vogliamo cacciarli e più diventano potentissimi e restiamo in loro balia. Così come quando sentiamo un forte rumore, più ci accaniamo contro e più lo sentiamo, se non ci badiamo nemmeno lo sentiamo, se altri non ce lo riportano alla mente, allo può diventare di nuovo martellante. Se diamo credito e tanta importanza ai nostri pensieri negativi diventano i nostri distruttori. Dire invece loro: ah, siete qui, bene, restateci, vediamo che cosa volete da me, vediamo, già loro non ci sono più, spariscono. Ritornano, non è che si può pretendere, e dire, sfregandosi le mani, ah vi ho cacciato. Loro ritornano perché sono così i pensieri, ritornano, come la pioggia, il vento, a volte possono anche servire, ma nel volerli eliminare li carichiamo solo di potere. Ho impiegato più di dieci anni per capirlo e per mette in pratica la strategia di guardarli e vederli allontanarsi, sparire, e ancora posso essere loro vittima per qualche momento, poi li lascio andare. Beh dico, in passato, quando ho dato loro spazio e potere, per paura, ho solo perso ore liete, ora riconosco che non è servito a nulla passare giornate nella tristezza e nella depressione. Avrei potuto vivere felice, quindi ora, non voglio ripetere l’errore, nemmeno pensando negativamente al mio passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram