Matrimoni precoci e spose bambine

spose bambine

Il fenomeno delle spose bambine

Più di 700 milioni di donne nel mondo si sposano prima del loro 18 ° compleanno [UNICEF . Ending Child Marriage: Progress and prospects. New York: UNICEF; 2014]. Il matrimonio precoce rappresenta sia una grave violazione dei diritti umani, sia un ostacolo al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo legati al genere, alla salute e all’istruzione. In alcuni Paesi sono stati fatti notevoli progressi per ridurre i tassi di matrimonio precoce, in particolare tra gli adolescenti più giovani [UNFPA . Marrying too Young. New York: UNFPA; 2012] eppure i tassi globali di matrimonio precoce rimangono allarmanti.

Il fenomeno è largamente conosciuto e negli ultimi anni sono stati fatti degli investimenti per affrontarlo, tuttavia non si sa ancora bene come intervenire. Nel dicembre 2013 è stato organizzato un meeting internazionale, promosso dall’UNICEF e dall’associazione Girls Not Brides, cui hanno partecipato docenti e ricercatori, organizzazioni non governative internazionali, agenzie di sviluppo, fondazioni private e agenzie delle Nazioni Unite. I partecipanti hanno discusso le prove esistenti, le lacune nella ricerca e le potenziali priorità in relazione a settori chiave quali: la prevalenza e la tendenza al matrimonio precoce; le cause e le conseguenze del matrimonio precoce; gli interventi compiuti per prevenire il fenomeno e sostenere le ragazze sposate. Questo articolo riferisce una sintesi delle discussioni condotte in questo meeting.

Studi condotti in Africa e Asia meridionale sulle cause profonde e i fattori aggravanti che contribuiscono al matrimonio precoce mostrano la presenza di tradizioni e norme di genere discriminatorie radicate nei valori patriarcali e nelle ideologie, mancanza di alternative educative ed economiche al matrimonio precoce, povertà, instabilità economica, conflitti e crisi umanitaria [Jain S, Kurz K., 2007, UNFPA . Adolescent Pregnancy: A Review of the Evidence.New York: UNFPA; 2013].

I Paesi dove il fenomeno dei matrimoni precoci è largamente presente e in continua crescita sono: Asia Centrale e meridionale, Nord Africa e America Latina.

E’ ben documentato che il matrimonio precoce porta ad una serie di risultati negativi per la salute riproduttiva [UNFPA 2013; World Health Organization 2008]. Meno studiate sono altre conseguenze per la salute, come la salute mentale e la malnutrizione. Studi condotti in Etiopia, Afghanistan e nella regione del Kurdistan iracheno, mettono in evidenza la relazione tra matrimoni precoci e tassi di suicidio ed auto-immolazione [Raj A, Gomez C, Silverman JG 2008; Gage AJ J Adolesc Health. 2013].

Le ricerche in materia sono ancora troppo poche, anche perché tendono a concentrarsi sull‘impatto a breve termine del matrimonio precoce [Raj A Arch Dis Child. 2010] tralasciando l’impatto sul lungo termine e sugli effetti intergenerazionali del matrimonio precoce.

Vi è un crescente corpo di letteratura sulle iniziative volte a prevenire il matrimonio precoce, o almeno  a ritardare l’età del matrimonio tra le ragazze, come la formulazione di nuove leggi che specificano un’età minima per il matrimonio. Tuttavia queste leggi possono essere facilmente aggirate e non osservate.

Il matrimonio precoce è sostenuto infatti dalle stesse norme sociali e culturali che guidano altri atteggiamenti e comportamenti nelle comunità. Le spose bambine sono difficilmente contattabili e non hanno accesso a informazioni, servizi e programmi, a causa del loro isolamento sociale e del limitato potere che hanno all’interno della famiglia o della comunità [Atuyambe L, Mirembe F, Tumwesigye NM, Annika J, Kirumira EK, Faxelid E, 2008; Shahabuddin AS, Delvaux T, Abouchadi S, Sarker M, De Brouwere V Trop, 2015]

Interventi efficaci potrebbero essere rivolti ai mariti e alle suocere, cioè le persone più influenti della famiglia, anche se non si sa ancora quale possa essere il modo migliore per sostenere le esigenze di queste bambine e ragazze. Allo stesso modo, vi è anche la necessità di raccogliere ulteriori prove su come supportare le esigenze delle ragazze che sono fuggite da un matrimonio indesiderato o sono diventate vedove, condizione che spesso comporta l’abbandono e la stigmatizzazione sociale.

Dr. Giuliana Proietti

Fonte:
Svanemyr, J., Chandra-Mouli, V., Raj, A., Travers, E., & Sundaram, L. (2015). Research priorities on ending child marriage and supporting married girls.Reproductive Health, 12, 80.

Error: View fd059daadq may not exist
Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram