dolce vita

Dolce vita Style: quando gli americani vogliono copiare il nostro stile di vita

Le interviste

Ultimo aggiornamento: Gen 15, 2022 @ 16:38

Tempo fa ho rilasciato un’intervista alla Dott.ssa Raeleen D’Agostino per un articolo che stava scrivendo su “Mammoni e Bamboccioni italiani”, che è stato pubblicato nel numero di aprile 2008 di Psychology Today, la principale rivista di psicologia degli Stati Uniti. Visitando il suo sito web, ho scoperto molte cose sorprendenti su di lei: attualmente è una scrittrice a tempo pieno, una professoressa a contratto di psicologia ed è anche un’autrice di best seller. Il suo libro “Living la Dolce Vita: Bring the Passion, Laugher, and Serenity of Italy into Your Daily Life” (Sourcebooks, Inc) è stato riconosciuto come libro di interesse da parte dell’Ordine dei Figli d’Italia in America (OSIA) ed è stato tradotto in diverse lingue, tra cui coreano e portoghese.

A25

Raeleen è anche la fondatrice dei Dolce Vita Seminars; oltre ai metodi generali di auto-aiuto, consiglia agli americani di attuare alcune abitudini di vita tradizionali italiane che possono giovare alla loro vita e trovare un modo più gioioso, sereno e sano di affrontare ogni giorno. Di è anche spesa per spazzare via gli stereotipi negativi di italiani e italoamericani, in particolare lo stereotipo frequente che si trova nei media americani, che associa persone di origine italiana con attività di tipo mafioso. Raeleen si è occupata della ricerca per l’AIDA, l’American Italian Defense Association, con sede a Chicago, IL. Ho deciso di chiederle di più su questo “Italian Style of Living Well” che rende la vita così ‘dolce’ e che probabilmente noi italiani non capiamo più bene (anche se ce lo siamo inventato!) perché la nostra quotidianità non è sempre così ‘dolce’…

Raeleen, innanzitutto, come ti sei interessata all’Italia e agli italiani?

Innanzitutto grazie mille, Giuliana, per avermi chiesto di esprimere alcuni dei miei pensieri per i tuoi lettori. Fai un ottimo lavoro nel portare la psicologia al pubblico, i miei complimenti a te!

Come sai, ho iniziato a insegnare psicologia all’università vent’anni fa, e più insegnavo, in particolare i principi della psicologia positiva, più ho notato un parallelo tra ciò che la ricerca psicologica ha mostrato sul vivere una vita felice e sana, e ciò che ho imparato crescendo in una famiglia italiana allargata, qui negli Stati Uniti. I miei nonni in particolare sono quelli che hanno portato con sé i loro vecchi valori, abitudini e filosofie italiane dal “vecchio paese” e, in generale, gli immigrati italiani hanno avuto un impatto immenso sul modo in cui l’America si è formata come nazione.

Pensi davvero che noi (italiani) abbiamo uno “stile di dolce vita” che ci rende più felici, ad esempio, degli americani?

Sorrido a questa domanda, sono sicura che è anche nella mente di molti dei tuoi lettori! L’anno scorso, quando ho tenuto una presentazione del mio libro a La Feltrinelli International di Roma, mi è stata posta proprio questa domanda, citando i tanti problemi che l’Italia contemporanea deve affrontare nei settori dell’economia, della politica, della difficoltà a trovare lavoro, ecc. Questi problemi rappresentano delle sfide in tutto il mondo, quello cui mi riferisco nello stile di “dolce vita”, sono le piccole cose che i miei nonni italiani facevano quotidianamente che rendevano la vita gioiosa nonostante le difficoltà, che sono parte integrante dell’essere umano dopo tutto. Piaceri mondani, elevati a un livello di celebrazione, per esempio. Prendersi il tempo per celebrare il buon cibo e la compagnia dopo una dura giornata di lavoro, potrebbe essere un esempio. Tornando a casa un delizioso piatto di spaghetti alle vongole, che si gustano tranquillamente a tavola con amici e parenti e un buon bicchiere di vino. Questi sono piccoli tesori quotidiani che anche alcuni italiani oggi aggirano quando vengono presi da pesanti carichi di lavoro. Molti italiani mantengono ancora forti i vecchi modi di vivere. Ho dei parenti a Castelpagano (BN), che visito quando vengo in Italia, e anche se ovviamente il tempo è progredito dall’ondata di immigrazione di inizio secolo, ci sono ancora piccoli paesi in Italia che hanno dimostrato di avere una maggiore felicità e longevità perché hanno conservato nel tempo alcune delle loro antiche abitudini culturali. Questi sono il fulcro del mio lavoro.

Conferenza, Domenica 24 Maggio 2020 alle ore 18.30
LA PAURA NELLA STORIA E NELLA PSICOLOGIA UMANA
Una Riflessione al Tempo del Coronavirus

Consulenza online Via SkypeChiedi una Consulenza Via Skype
ai Terapeuti di Psicolinea

 

Cosa insegni sullo stile di vita italiano nei tuoi seminari?

Insegno alle persone come tornare alla gioia e alla semplicità, come mi hanno insegnato i miei nonni. I miei nonni mi hanno insegnato che le relazioni vengono prima di tutto. Quindi insegno alle persone alcune strategie psicologiche per interagire più agevolmente con gli altri, o eliminare l’energia negativa dalle persone che sono cattive e critiche. Mi piace insegnare alle persone come preparare pasti italiani semplicissimi e salutari che si adattino allo stile di vita americano. Ci sono state molte ricerche sui benefici di una dieta mediterranea (in particolare del sud Italia), ed è qualcosa che sono cresciuto mangiando. Insegno a riportare l’attenzione sui rapporti familiari, che in Italia sono centrali, e per una buona ragione. Credo che ogni altra relazione che abbiamo nella vita possa trarre beneficio da ciò che impariamo sulle nostre relazioni nella nostra famiglia di origine. Insegno ai miei clienti come integrare l’esercizio naturale nella loro giornata, in modo che non debbano ossessionarsi per passare ore in palestra (hai mai fatto le scale nei paesini della Costiera Amalfitana?). Aiuto le persone a vedere come la musica può guarire e commuovere (non ho mai conosciuto un italiano nella mia famiglia che non si immaginava di essere un cantante d’opera, che potesse cantare o meno!). Insegno alle persone come far emergere la loro sensualità e non aver paura di essere femmina o maschio. Vedi, che tu te ne renda conto o no, gli italiani hanno dato al mondo qualcosa di più che incredibile arte, cibo, architettura, pelle, moda, oro, innovazioni scientifiche, ecc. Ci hai anche dato la chiave per vivere una vita vibrante e meravigliosa.

Il tuo libro sullo stile di vita italiano La Dolce Vita è stato tradotto anche in coreano: pensi che questo stile di vita possa essere insegnato con successo ovunque?

Sì, certamente. Come mai? Perché la ricerca psicologica mostra che i principi di cui parlo nel mio libro sono davvero universali. Si tratta di rallentare, apprezzare le cose più piccole e praticare quella che noi, nel campo della psicologia chiamiamo “flessibilità cognitiva”, ma che i miei nonni – e molti dei tuoi lettori – conoscono già come l’arte di arrangiarsi, la capacità di cavarsela, qualunque cosa accada. Questo tipo di resilienza e ottimismo per cui, qualunque cosa accada, la supererai, è fondamentale per vivere ogni giorno con un atteggiamento positivo e una gioiosa anticipazione per le possibilità che ci attendono.

Cosa pensi delle donne italiane?

Per me, la donna italiana è una persona che trasuda bellezza e sensualità, dentro e fuori. È qualcuno che, indipendentemente dalle circostanze, ha la forza, il coraggio e la dignità per andare avanti. Tutte le donne della mia famiglia italiana erano così. Avevano una forza tranquilla e altruismo, ed erano per la filosofia del fare “bella figura” facendo del proprio meglio. Si preoccupavano di come si vestivano, di come si presentavano, di come gestivano le loro famiglie, ed erano anche estremamente intelligenti, indipendentemente dal fatto che avessero un’istruzione formale o meno.

E la sessualità? Ci sono differenze significative nell’approccio ai rapporti sessuali tra americani e italiani?

Assolutamente. Gli italiani sono molto più naturali con i loro rapporti con l’altro sesso. In Italia il flirt innocuo è ancora apprezzato (non parlo di molestie sessuali, che è un argomento diverso), e considerato addirittura una parte divertente della natura maschile e femminile. Le manifestazioni pubbliche di affetto sono una parte naturale della vita in Italia, e c’è anche una maggiore facilità e orgoglio nei confronti del proprio corpo che qui, tra la maggior parte delle donne americane.

Terapia di coppiaANCONA FABRIANO ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE
E VIA SKYPE

COSTO DELLA TERAPIA
60 euro online,
Via Skype o Whatsapp,

Torneremo in presenza dal 15 Ottobre 2021
Richiesti Green Pass e  Mascherina

Madonna, la cantante una volta disse “gli italiani lo fanno meglio”. Pensi che sia vero? Cosa ne pensate dei “maschi” italiani? Sono ancora considerati super amanti latini in America?

Che bella domanda. Ebbene, proprio come è ancora vivo lo stereotipo per cui tutte le donne italiane devono essere come Sophia Loren, ci sono molte donne americane che hanno ancora l’idea che gli uomini italiani siano super romantici, appassionati e in grado di fare l’amore tutta la notte senza riposarsi. Parte di questo, ovviamente, è un mito, ma secondo me ciò che rende gli uomini italiani super sexy è che non hanno paura di apprezzare una donna, complimentarsi con lei ed essere galanti con lei. Questo, da solo, è un afrodisiaco. E so che è una generalizzazione e molte donne italiane mi ricordano i loro difetti: uno dei quali è il mammismo (qualcosa su cui tu e io ci siamo scambiate a lungo idee per l’articolo di Psychology Today), e un altro è la tradizione di avere un’amante mentre sono sposati. Per la maggior parte, trovo che gli uomini italiani siano estremamente belli e sexy a qualsiasi età.

Leggi anche:  La scuola e gli studenti LGBT

C’è qualcosa che consiglieresti alle donne italiane di cambiare il loro comportamento, qualcosa che dovremmo assolutamente copiare dalle donne americane per avere una vita migliore?

Penso che le donne americane si concedano il permesso di mettersi al primo posto, molto più delle italiane. Gran parte di questo è culturale, perché l’America è stata costruita sulla convinzione che chiunque possa ottenere qualsiasi cosa, purché creda in se stesso e lavori sodo per raggiungere i suoi obiettivi. Le donne italiane poiché più orientate alla famiglia (e meno a se stesse) spesso si mettono al secondo o terzo posto, o ultime nelle situazioni sociali. Invece mi piacerebbe vederle credere di avere quello che serve per perseguire le proprie speranze e sogni, e fare ciò che le rende veramente felici, perché hanno così tanto da dare al mondo.

Dr. Giuliana Proietti

Giuliana Proietti psicologa


Copyright

PSICOLOGIA - SESSUOLOGIA
Come vivere bene anche se in coppiaCome vivere bene, anche se in coppia
ANCONA FABRIANO ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE
Terapie Individuali e di Coppia
Consulenza via Skype

Links:

Dolce Vita Seminars
Psychology Today – For ever Mamma’s Boy
OSIA Order Sons of Italy in America

In inglese:

Some time ago I gave an interview to Dr. Raeleen D’Agostino for an article she was writing about “Italian Mammoni and Bamboccioni”, which was published in the April 2008 issue of Psychology Today, the US’s foremost consumer psychology magazine. Visiting her website, I discovered a lot of surprising things about her: she is currently a full time writer, an adjunct Psychology Professor, and is also a best selling author. Her book “Living la Dolce Vita: Bring the Passion, Laughter, and Serenity of Italy into Your Daily Life” (Sourcebooks, Inc) was recognized as a book selection by the Order of the Sons of Italy in America (OSIA), and has been translated into several languages, including Korean and Portuguese.

Raeleen is also the founder of Dolce Vita Seminars; in addition to general self-help methods, she also advises Americans to implement some traditional Italian lifestyle habits that can benefit their life, and them to find a more joyful, serene, and healthy way to approach each day. She has also been a strong and vocal advocate to wipe out negative stereotyping of Italians and Italian Americans, especially the frequent stereotype found in American media, associating people of Italian heritage with mobster or mafia activities. Raeleen is the former Research Director for AIDA, the American Italian Defense Association, based in Chicago, IL. I decided then to ask her more about this “Italian Style of living well” that makes life so ‘dolce’ and that probably we Italians do not properly understand any more (even if we invented it!) as our daily life is not always so ‘dolce’…

Raeleen, first of all, how did you get interested in Italy and Italians?

First of all, thank you so much, Giuliana, for asking me to express some of my thoughts for your readers. You do such a wonderful job at bringing psychology to the public, my compliments to you!

As you know, I first began teaching psychology in the university twenty years ago, and the more I taught, especially the principles of positive psychology, the more I noticed a parallel between what the psychological research showed on living happy, healthy lives, and what I learned from growing up in an extended Italian family here in the United States. My grandparents in particular are the ones who brought their old Italian values, habits, and philosophies with them from the “old country,” and in general, the Italian immigrants had an immense impact on the way America has shaped itself as a nation.

Psicoterapia breve focalizzata sul sintomo

Per appuntamenti:
Dr. Giuliana Proietti Tel 347 0375949
Dr. Walter La Gatta Tel. 348 3314908

COSTO DELLA TERAPIA
60 euro online,
Via Skype o Whatsapp,

Torneremo in presenza dal 15 Ottobre 2021
Richiesti Green Pass e  Mascherina
ANCONA ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE FABRIANO E ONLINE, VIA SKYPE

Do you really think we (Italians) have a “dolce vita style” which makes us happier than, for instance, American people?

I am smiling at this question, it is one that I’m sure is on many of your readers’ minds, too! Last year when I delivered a presentation on my book at La Feltrinelli International in Rome, this very question was asked of me, citing the many problems that contemporary Italy faces in areas of the economy, politics, difficulty in finding work, etc. While these issues are challenges all over the globe, what I am referring to as the “dolce vita” lifestyle, are the small things that my Italian grandparents did on a daily basis that made life joyful despite difficulties and challenges—which are part and parcel of being human, after all. Mundane pleasures, raised to a level of celebration, for instance. Taking the time to celebrate good food and company after a hard days’ work, might be one example. Coming home to a delicious dish of spaghetti with clams, which you leisurely enjoy at the table with friends and family and a nice glass of wine. These are small daily treasures that even some Italians today bypass when they get caught up in heavy workloads and rush through their day. Many Italians, though still keep the old ways of life strong. I have relatives in Castelpagano (BN), whom I visit when I come to Italy, and although of course time has progressed since the turn of the century wave of immigration, there are still small villages in Italy that have been proven to have greater happiness and longevity because they have preserved some of their ancient cultural habits over time. These are the focus of my work.

What do you teach about Italian life-style in your seminars?

I teach people how to get back to joy and simplicity, the way my grandparents taught me to do. Often in the US we get caught up with possessions, status, working overtime, eating fast food. My grandparents taught me that relationships come first. So I teach people some psychological strategies to interact more smoothly with others, or cut off negative energy from people who are mean and critical. I like to teach people how to make super easy basic Italian healthy meals that fit into the American lifestyle. There has been a lot of research on the benefits of a Mediterranean (specifically Southern Italian) diet, and it is something which I grew up eating. I teach how to bring the focus back on family relationships, as those are central in Italy, and for good reason. I believe every other relationship we have in life can benefit from what we learn about our relationships in our family of origin. I teach my clients how to build natural exercise into their day, so they don’t have to obsess about spending hours in the gym (have you ever walked the stairs in the villages along the Amalfi coast?). I help people see how music can heal and move you (I have never known an Italian in my family who didn’t imagine themselves to be an opera singer—whether or not they could actually sing!). I teach people how to let their sensuality come through and not be afraid to be female or male. You see, whether you realize it or not, Italians have given the world more than incredible art, food, architecture, leather, fashion, gold, scientific innovations, etc—you have also given us the key to living a vibrant and wonderful life.

Your book on Italian life stile La Dolce Vita has been translated also in Korean: do you think this life-style could be taught successfully everywhere?

Yes, I do. Why? Because the psychological research shows that the principles I talk about in my book, are really quite universal. It is a question of slowing down, appreciating the smaller things, and practicing what we, in the field of psychology call “cognitive flexibility,” but which my grandparents –and many of your readers—are already familiar with as the arte d’arrangiarsi, the ability to get by, no matter what. This kind of resiliency and optimism that no matter what happens, you will get through it, is critical for living each day with a positive attitude and joyful anticipation for the possibilities that lie ahead.

YouTube

What do you think about Italian women?

To me, the Italian woman is someone who exudes beauty and sensuality, inside and out. She is someone, who, no matter what her circumstances are, has the strength, courage, and dignity to go forward. All of the women in my Italian family were like that. They had a quiet strength, and altruism, and were very much proponents of the “bella figura” philosophy of putting one’s best foot forward. They cared about how they dressed, how they presented themselves, how they managed their families—and they were also extremely intelligent, whether they had formal schooling or not.

How about sexuality? Are there any significant differences in the approach to sexual relationships between American and Italian people?

Absolutely. Italians are much more natural with their relationships with the opposite sex. In Italy, harmless flirting is still appreciated (I am not talking about sexual harassment, which is a different topic), and even considered an enjoyable part of the male and female natures. Public displays of affection are a natural part of life in Italy, and there is also a greater ease with and pride towards one’s body than there is here among most American women.

Madonna, the singer once said “Italians do it better”. Do you think it’s true? What do you think of Italian ‘maschi’? Are they still considered to be super Latin lovers in America?

What a great question. Well, just as the stereotype still lives that all Italian woman must be like Sophia Loren, there are many American women who still have the notion that Italian men are super romantic, passionate, and able to make love all night long without taking a rest. Some of this, of course is myth, but in my opinion what makes Italian men super sexy is that they are not afraid to appreciate a woman, compliment her, and be gallant when he is around her. That alone is an aphrodisiac. And I know that is a generalization and plenty of Italian women remind me of their defects—one of which is mammismo (something which you and I have exchanged ideas about at length for the Psychology Today article), and another is the tradition of keeping a mistress while married. For the most part, I do find Italian men to be extremely handsome and sexy at any age.

Is there anything you would suggest to Italian women to change in their behavior, something we should absolutely copy from American women to have a better life?

I think American women give themselves permission to put themselves first, much more than Italian women do. A lot of that is cultural, because America was built on the belief that anyone can achieve anything, as long as you believe in yourself and work hard to achieve your goals. Italian women in being more family oriented (and less individually oriented) often put themselves second or third, or last in social situations. Instead I would like to see more of them believe they have what it takes to pursue their own hopes and dreams, and do what truly makes them happy, because they have so much to contribute to the world.

I nostri brands
Clinica della CoppiaClinica della Timidezza
20 anni di Psicolinea

Freudiana
Segui gli articoli e i Video di Psicolinea!

About

Sessuologo Ancona

Perché rivolgersi al sessuologo? Sessuologi di Ancona

Perché rivolgersi al sessuologo? La sessualità è una parte fondamentale di ciò che siamo, quindi il modo in cui viviamo ...
Leggi Tutto
Ancona - Terapia di Coppia

Ancona – Terapia di Coppia per coppie etero e LGBT

Ancona - Terapia di Coppia per coppie etero e LGBT Ci sono momenti, in ogni relazione, in cui la comunicazione ...
Leggi Tutto
psicolinea

Consulenza psicologica gratis e a pagamento

CONSULENZA PSICOLOGICA GRATIS E A PAGAMENTO I TERAPEUTI DI PSICOLINEA OFFRONO SERVIZI DI CONSULENZA PSICOLOGICA E SESSUOLOGICA GRATIS E A ...
Leggi Tutto
Consulenza delgiovedì e altri servizi gratuiti

Consulenza del Giovedì e altri servizi gratuiti di Psicolinea

Consulenza del Giovedì e altri servizi gratuiti di Psicolinea  CONSULENZA GRATUITA (del giovedì) VIA TELEFONO La consulenza del Giovedì è ...
Leggi Tutto
Chi Siamo, Cosa facciamo

Psicolinea, uno tra i primi siti di psicologia

Salve, prima volta su Psicolinea? CI PRESENTIAMO: Fondatori e Curatori di Psicolinea: Il Sito Come si può immaginare dal titolo, ...
Leggi Tutto
La cura dell'ansia - Dr. Giuliana Proietti Via Skype

La cura dell’ansia – Dr. Giuliana Proietti Via Skype

La cura dell'ansia - Dr. Giuliana Proietti Via Skype Benvenuti. In questa pagina qualche illustrazione su come viene curata l'ansia ...
Leggi Tutto
Il Sessuologo e la Sessuologia

Il Sessuologo e la sessuologia: saperne di più

IL SESSUOLOGO E LA SESSUOLOGIA: SAPERNE DI PIU' Cosa si intende per Sessuologia? La sessuologia è la scienza della sessualità, ...
Leggi Tutto
Mappa del Sito

Mappa del Sito Psicolinea

Mappa del Sito. Tutti gli Articoli presenti su Psicolinea. Anzitutto vogliamo esprimere un sentito ringraziamento agli Autori, che nel tempo ...
Leggi Tutto
psicologia psicoterapia sessuologia

Forum di Psicolinea: tutta la consulenza online

Forum di Psicolinea: tutta la consulenza online Gentilissimi Lettori, Tutta la consulenza online di Psicolinea, dal 2001 ad oggi è ...
Leggi Tutto
Psicoterapeuti Ancona Fabriano

PSICOTERAPEUTI Ancona Fabriano. Chiama ora!

PSICOTERAPEUTI ANCONA FABRIANO CHIAMA PER APPUNTAMENTO! TERNI CIVITANOVA MARCHE E VIA SKYPE Dr. Giuliana Proietti 347 0375949 Dr. Walter La ...
Leggi Tutto
About Psicolinea

About Psicolinea: Chi siamo, Cosa facciamo

About Psicolinea: Chi siamo, Cosa facciamo About Psicolinea: Chi siamo, Cosa facciamo Tutte le info che cercavi su in una ...
Leggi Tutto
Uso dei social media da parte degli psicoterapeuti

Media & Social Media Interviste, Articoli, Contributi

Media & Social Media - Interviste, Articoli, Contributi LA NOSTRA PRESENZA SU MEDIA E SOCIAL MEDIA Psi VIDEO Partecipazioni a ...
Leggi Tutto
Terapie online Via Skype

Terapie online Via Skype

Terapie online Via Skype La tecnologia è diventata una parte essenziale della vita moderna e può essere usata anche per ...
Leggi Tutto

Terapeuti di Psicolinea: Psicoterapia a Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano

TERAPEUTI DI PSICOLINEA PSICOTERAPIA Ancona Fabriano Terni Civitanova Marche Dr. Giuliana Proietti Tel. 347 0375949 Dr. Walter La Gatta Tel ...
Leggi Tutto
Contatti con i Terapeuti di Psicolinea

Contatti con i Terapeuti di Psicolinea

CONTATTI con i Terapeuti di Psicolinea Psicoterapeuti Sessuologi Associati alla Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica e al Centro Italiano di ...
Leggi Tutto
Archivio Storico di Psicolinea

CONSULENZA ONLINE Archivio Storico Generale

CONSULENZA ONLINE ARCHIVIO STORICO GENERALE Su questa pagina trovi il modo per leggere TUTTA la Consulenza online di Psicolinea, dal ...
Leggi Tutto

Dr. Giuliana Proietti

Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE ROMA
CONSULENZA ONLINE VIA SKYPE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.