Ancona, Marche, Italy
0039 347 0375949
psicolinea@psicolinea.it

Tag: Mente e Cervello

Sito di psicologia, online dal 2001

Created with Sketch.
split brain

Cervello diviso, unica coscienza

Un nuovo studio contraddice l’opinione, ormai consolidata, sul fatto che i cosiddetti pazienti “split-brain”, quelli cioè con il cervello diviso in due metà che non comunicano fra di loro, abbiano anche una coscienza divisa. I ricercatori hanno invece scoperto che, pur essendoci scarsa o nessuna comunicazione tra gli emisferi destro e sinistro, il cervello diviso…
Leggi tutto

Parkinson

Parkinson e molestie sessuali

Partiamo da un fatto di cronaca recente: lo scorso ottobre, in Francia, un uomo di quasi cinquant’anni, ha aggredito sessualmente due donne in un autobus (palpeggiandole mentre si masturbava) : l ‘autista ha chiamato la polizia e il molestatore è stato immediatamente arrestato. E’ di pochissimi giorni fa la notizia che l’uomo implicato in questo fatto…
Leggi tutto

intelligenza

L’intelligenza sociale

L’ intelligenza, in particolare quando è elevata, può essere considerata un prezioso capitale che serve a promuovere e a mantenere la società umana, come documentato in diversi studi che dimostrano quanto dobbiamo all’intelligenza nel raggiungimento di molti obiettivi (Kell, Lubinski, e Benbow, 2013; Lubinski, Benbow, Webb, e Bleske-Rechek, 2006; Rindermann & Thompson, 2011). Un tipo particolare di intelligenza è…
Leggi tutto

Alzheimer

L’Alzheimer e il gene APOE

Ricerche sull’Alzheimer Le persone con una variante del gene APOE, nota come e4, sembrano avere un rischio superiore alla media di sviluppare la malattia di Alzheimer. Questi i risultati di un nuovo studio, che conferma ciò che ricerche precedenti avevano già suggerito: gli effetti del gene possono essere evidenti anche nella prima infanzia. Il gene APOE ha…
Leggi tutto

alcol

Felicità e consumo di alcol

Chi pensa che l’alcol conduca verso la felicità è assolutamente in errore. Lo dimostra uno studio appena pubblicato del Dr. Ben Bamburg Geiger, che lavora presso l’Università del Kent nel Regno Unito, il quale ha scoperto che l’alcol inizialmente fa sentire più felici, ma è un totale fallimento se si considerano i suoi effetti nel…
Leggi tutto

sangue

L’odore del sangue e le reazioni umane

Molte ricerche si sono interessate agli odori biologici umani, tra cui il sudore, il fiato, il latte materno, i liquidi sessuali ecc. scoprendo che essi hanno una grande influenza sulla comunicazione chimica umana, ed anche sulla selezione del partner [Doty RL, Cameron EL (2009) Lübke KT, Pause BM (2015) Semin GR, De Groot JH (2013)].…
Leggi tutto

metacognizione

Metacognizione e studenti di medicina

Il termine “metacognizione” significa “cognizione sulla cognizione”, o “pensare i pensieri”, o “sapere il proprio sapere”. La metacognizione comprende anche la memoria sui concetti memorizzati e dunque la “metamemoria”. [Dunlosky, J. & Bjork, R. A.] Per fare un esempio pratico, ci si impegna nella metacognizione se ci si accorge di avere maggiori problemi di apprendimento…
Leggi tutto

schizofrenia

Schizofrenia: meglio cambiarle nome?

La lista ufficiale dei disturbi mentali che i professionisti della salute mentale usano in tutto il mondo per diagnosticare i disturbi psicopatologici dei pazienti si trova nell’ICD-10 (Classificazione Internazionale delle Malattie, decima revisione) e nel DSM-5 (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, quinta edizione). Tra essi c’è la schizofrenia. Il professor Jim van Os, psichiatra che…
Leggi tutto

carcerati

Premiare i carcerati è utile per la società

La società può risparmiare denaro se i carcerati che hanno tenuto un buon comportamento in prigione vengono premiati con lo sconto di pena. Lo afferma un professore di Stanford, A. Mitchell Polinsky, economista e direttore del John M. Olin Program in Legge e Economia. Nel suo nuovo studio, Polinsky ha esaminato tre modi in cui i carcerati possono essere premiati: riduzione della pena,…
Leggi tutto

bambini prematuri

QI di bambini prematuri o di basso peso alla nascita

Una ricerca presso l’Università di Warwick indica che il QI di soggetti nati molto prematuri o di basso peso alla nascita si può prevedere già a due anni di età. Lo studio è stato condotto dal professor Dieter Wolke, ricercatore di psicologia. Precedenti studi avevano collegato parto molto prematuro e basso peso alla nascita con la funzione…
Leggi tutto

paura degli squali

La paura degli squali e le altre paure

Pochi animali sono terrificanti per gli esseri umani come gli squali. I denti aguzzi di questi predatori , il loro rapido modo di nuotare accendono delle fantasie che possono creare panico. Ma statisticamente, gli squali costituiscono davvero una minaccia per l’uomo? Sicuramente no, visto che ne vediamo così raramente nella nostra esistenza… Ma allora, perché la gente ha così paura di loro? Il…
Leggi tutto

fumo

La relazione fra fumo e psicosi

Un nuovo studio condotto presso il King’s College di Londra mostra che il fumo è associato con un maggiore rischio di sviluppare la psicosi. In passato sono state proposte spiegazioni diverse sul perché le persone con psicosi fossero più propense a fumare, rispetto al resto della popolazione. Si parlava infatti di noia o stress, automedicazione, modi diversi per combattere i…
Leggi tutto

donne

Le donne sono più emotive, ma non meno razionali degli uomini

Le donne hanno maggiori probabilità di avere una reazione negativa a livello corporeo quando si trovano a causare un danno ad un individuo; gli uomini nella stessa situazione possono sperimentare risposte meno emotive, ma questo non significa che uomini e donne non possano pensare razionalmente al male nello stesso modo. Queste le conclusioni di una ricerca condotta da Rebecca…
Leggi tutto

genoma

I virus contribuiscono a farci essere quello che siamo?

Un nuovo studio dell’Università di Lund, in Svezia, indica che i virus ereditati da milioni di anni svolgono un ruolo importante nella costruzione delle reti complesse che caratterizzano il cervello umano. I ricercatori sono da tempo consapevoli che i retrovirus endogeni, cioè i resti di infezioni ancestrali diventati parte integrante del DNA e considerati silenti e innocui, costituiscono circa il…
Leggi tutto

Alzheimer

La vita emotiva dei pazienti di Alzheimer

Alzheimer: conoscere la vita emotiva dei pazienti Seppure i pazienti con il morbo di Alzheimer potrebbero non ricordare quando vengono visitati dai loro cari, ciò ha un profondo effetto su come essi si sentono, come dimostra un nuovo studio. Lo studio ha mostrato a delle persone con malattia di Alzheimer dei video clip con contenuti sia…
Leggi tutto

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram