Ancona, Marche, Italy
0039 347 0375949
psicolinea@psicolinea.it

Tag: Ricerche e Statistiche

Sito di psicologia, online dal 2001

Created with Sketch.
lezioni

Le lezioni scolastiche dovrebbero iniziare più tardi

Utilizzando un campione di studenti universitari del primo e del secondo anno presso la University of Nevada-Reno negli Stati Uniti e nella Open University della Gran Bretagna, un gruppo di ricercatori ha analizzato le prestazioni cognitive degli studenti durante l’arco dell’intera giornata, scoprendo che il miglior apprendimento si realizza nelle classi che hanno iniziato le lezioni più tardi, nella mattina.…
Leggi tutto

depressione

Depressione, anziani e vita di quartiere

Gli anziani che vivono nei quartieri urbani più poveri e violenti sono a maggior rischio di depressione: questo il risultato di uno studio condotto da ricercatori dell’Università del Minnesota e pubblicato sulla rivista Health & Place. La ricerca in particolare ha mostrato che gli adulti più anziani, che hanno vissuto in quartieri con un maggiore…
Leggi tutto

cancro

I disturbi psicologici aumentano le probabilità di morire di cancro

Anche se l’idea di un legame tra salute mentale e salute fisica non è dei nostri giorni, ma fu avanzata già diversi secoli fa, la scoperta delle cause patogene per molte malattie ha portato ad un lungo periodo di quiescenza della ricerca in questo campo. Negli ultimi decenni tuttavia, sono state condotte diverse ricerche sull’aspetto…
Leggi tutto

didattica

Dettagli seducenti nella didattica: funzionano?

Gli insegnanti sono in genere valutati sulla base del gradimento dei loro corsi, cioè quanto gli studenti apprezzano i loro insegnamenti.   Nelle università, le reazioni degli allievi sono spesso l’unica metrica utilizzata per valutare l’efficacia didattica del corso e del docente. (Adams, 1997; McCallum, 1984). E’ comprensibile dunque che i docenti facciano di tutto per rendere gradevoli le loro lezioni…
Leggi tutto

religione

Estremismo, religione e problemi psicologici

Come tutti ormai sappiamo, vi è un crescente rischio di terrorismo islamico, anche dalla nostra parte del mondo, a seguito della radicalizzazione dei fedeli, soprattutto giovani. Poiché non è ancora del tutto chiaro se la psicopatologia giochi o meno un ruolo in queste situazioni, è stata condotta una ricerca per studiare la distribuzione delle opinioni…
Leggi tutto

lavoro stressante

Il lavoro può accorciare l’attesa di vita

E’ stato già ampiamente scoperto e divulgato che avere un buon controllo sul proprio lavoro può aiutare a gestire lo stress, specie quello lavorativo. Ciò che finora non era stato mai detto è che questo controllo sullo stress è un fattore molto importante, o meglio, si tratta talvolta di una questione di vita o di…
Leggi tutto

Alzheimer

L’Alzheimer e il gene APOE

Ricerche sull’Alzheimer Le persone con una variante del gene APOE, nota come e4, sembrano avere un rischio superiore alla media di sviluppare la malattia di Alzheimer. Questi i risultati di un nuovo studio, che conferma ciò che ricerche precedenti avevano già suggerito: gli effetti del gene possono essere evidenti anche nella prima infanzia. Il gene APOE ha…
Leggi tutto

terrorismo

Fondamentalismo, terrorismo islamico e globalizzazione

L’estremismo riguarda ovviamente tutte le religioni, ma gli atti di terrorismo islamico stanno ottenendo, purtroppo, crescente attenzione visti i recenti episodi di cronaca. L’esempio più noto di terrorismo islamico è sicuramente quello legato allo Stato Islamico (IS) nato in Siria e in Iraq e poi diffusosi in altri paesi, dall’Afghanistan, all’Egitto, alla Libia e all’Algeria (Hoft, 2015). Il terrorismo…
Leggi tutto

trauma

Pensare in modo concreto per evitare il trauma

Le persone che potrebbero essere esposte ad un trauma dovrebbero allenarsi a pensare in modo diverso, per proteggersi dai sintomi del PTSD: lo afferma un nuovo studio dei ricercatori del Kings College di Londra e dell’Università di Oxford. Gli psicologi clinici Rachel White e Jennifer Wild hanno voluto verificare se un modo di pensare chiamato ‘elaborazione concreta’ (concrete processing) potrebbe ridurre il numero di ricordi…
Leggi tutto

radio

Ascoltare la radio mentre si guida: è pericoloso?

Ascoltare la radio mentre si è alla guida sembrerebbe essere più pericoloso di quanto si pensava. Alcuni ricercatori, guidati da Gillian Murphy dello University College di Cork e Ciara Greene, dell’University College di Dublino, entrambi in Irlanda, hanno mostrato in una loro ricerca quanto sia importante mantenere saldamente la nostra attenzione sulla strada mentre si…
Leggi tutto

sangue

L’odore del sangue e le reazioni umane

Molte ricerche si sono interessate agli odori biologici umani, tra cui il sudore, il fiato, il latte materno, i liquidi sessuali ecc. scoprendo che essi hanno una grande influenza sulla comunicazione chimica umana, ed anche sulla selezione del partner [Doty RL, Cameron EL (2009) Lübke KT, Pause BM (2015) Semin GR, De Groot JH (2013)].…
Leggi tutto

donatore di sperma

L’esperienza di un donatore di sperma

Come vive le sue esperienze un donatore di sperma? Una volta i donatori di sperma erano assolutamente anonimi. In molti Paesi tuttavia ora le cose stanno cambiando e sempre più spesso viene richiesto che i donatori si rendano disponibili a essere identificati, una volta che la loro prole abbia raggiunto la maggiore età e su loro richiesta (Blyth e Landau,…
Leggi tutto

ppornografia

Studi su pornografia e omosessualità

La pornografia influisce sulla dipendenza sessuale? Negli Stati Uniti c’è stata una notevole mole di ricerca sul comportamento sessuale compulsivo, chiamato anche “dipendenza sessuale” (Carnes, 2001; Coleman, 1991; Raymond, Coleman, e Miner, 2003). Il Consiglio Nazionale americano sulle Dipendenze e le Compulsività sessuali ha definito la dipendenza / compulsività sessuale come la “tendenza persistente e crescente a seguire dei modelli…
Leggi tutto

oppio

Il consumo di oppio in Iran

L’Iran è il secondo Paese al mondo per consumo di oppio e oppiacei; il consumo è diffuso in tutte le classi sociali e spesso la droga è usata come antidolorifico (o per il trattamento di iperlipidemia, ipertensione, diabete e altre malattie croniche). Molte persone ne hanno iniziato l’uso per curarsi e poi ne sono divenute dipendenti.  L’origine…
Leggi tutto

all you can eat

Ristoranti all you can eat e dinamiche psicologiche

Che succede alla nostra mente in un ristorante all you can eat? Nella rivista BMC Nutrition, una ricerca sostiene che le persone che pagano un prezzo più basso per un pasto all-you-can-eat (menù a prezzo fisso in cui i clienti possono mangiare tutto quello che vogliono) provano un maggiore senso di colpa e di eccessiva pienezza dopo aver mangiato, rispetto a coloro che hanno…
Leggi tutto

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram