una folle gelosia

Salve, mi chiamo Renato da qualche mese amo una donna, lei è tedesca e ci vediamo ogni 20 giorni per stare insieme almeno una settimana. All’inizio fu bellissimo, poi, da circa due mesi provo delle ansie molto strane, che sono sfociate in “ossessioni”. Credosi tratti di gelosia, poiché tutto è iniziato cominciando a non fidarmi di lei,a controllarle il cellulare, etc. Oggi questa ansia è un vero tormento: mi succede che se incontro degli uomini che penso “possano piacerle” vado nel panico. Letteralmente sento un crampo allo stomaco, un senso di ansia con tachicardia mi assale, finché cerco di fuggire. E’ come la reazione ad una fobia. Inoltre da circa due settimane dormo solo 3 ore per notte. E’ forse unesaurimento nervoso? Una fissazione di gelosia vera e propria? Che posso fare per non rovinare il rapporto con lei e la mia vita? Possono bastare le sue rassicurazioni o devo lavorare sulla mia autostima? ( benché io di autostima ne abbia sempre avuta da vendere!) Posso da solo o devo essere aiutato?Vi ho bombardato di domande, ma vi ringrazio di ricevere almeno una succinta risposta che mi valga da orientamento. Grazie

Gentile Renato,

La gelosia non è un sentimento razionale e dunque è sempre un po’ ‘patologica’, nel senso che fa soffrire, rende la vita difficile, distoglie dalle occupazioni del quotidiano, disturba il sonno e le relazioni sociali, oltre naturalmente il rapporto con la persona amata.
E’ chiaro dunque che, per un migliore equilibrio psicologico, sarebbe bene evitare di essere gelosi… Ma per fortuna non siamo robot e siamo tutti preda di emozioni e sentimenti che ci rendono più fragili, ma per questo più ‘umani’. Quando la gelosia, come nel suo caso, diventa un’ossessione, bisogna sicuramente cercare di porvi rimedio, affinché lei possa ritrovare la necessaria serenità, che fa bene tanto alla sua salute, quanto al suo rapporto di coppia.
Come fare? Escluderei, nel suo caso, di provarci da solo: la tendenza alla ruminazione ossessiva, se fosse amplificata da una volontaria e continua auto-osservazione, potrebbe portarla a peggiorare le cose. Lei dice che di autostima ne ha tanta: bisognerebbe capire cosa significa per lei… Perché una persona che si stima così tanto si sente poi così facilmente rimpiazzabile dal primo che passa?
Nell’immediato, le consiglierei inoltre di evitare tutte le forme di controllo e di ricerca di rassicurazione: se continua così la sua ragazza potrebbe seccarsi della focosità dell’amante latino e cominciare, realmente, a guardarsi un po’ intorno.
Cari saluti e auguri.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.