separare

Gentilissima, Sono una donna e mamma disperata. Mi vorrei separare, perchè con mio marito, nonostante gli innumerevoli tentativi che oltretutto nostro figlio ha subito, la situazione non va proprio ma nel contempo lui che ha 12 anni si oppone in tutti i modi. Lì per lì sembrava quasi “rassegnato” all’idea che io e suo padre ci separassimo ma col passare dei giorni, ha cambiato atteggiamento e dice continuamente che qualora ci separassimo ci odierebbe tutt’e due nel medesimo modo e che vuole che si stia insieme pur litigando. Mi tratta male perché, probabilmente vede in me la causa della rottura e minaccia spesso di scappare di casa e non vuole assolutamente che suo padre vada via. Ha atteggiamenti nervosi e talvolta aggressivi, soprattutto nei miei confronti.. Sono oltremodo disperata perchè soffro moltissimo per me e per lui, di questa situazione ma ciò nonostante mi rendo conto che io e suo padre non abbiamo speranze e non credo di dover abbandonare il “progetto”. Come posso affrontare mio figlio (dal momento che in questo suo padre non mi aiuta affatto, anzi) e fargli capire, nel modo meno doloroso possibile che è meglio così? Mi aiuti, La prego. Sono veramente in uno stato pietoso. Spero possa rispondermi Grazie infinite.

Gentilissima,

Lei non spiega i motivi della conflittualità con suo marito ma, poiché racconta nella lettera che suo figlio è molto aggressivo nei suoi confronti, presumo che a volere questa separazione sia soprattutto lei. Se la decisione della separazione fosse ormai definitivamente presa e suo marito fosse d’accordo (come sembrerebbe dalla lettera), sarebbe consigliabile lasciar trascorrere ancora un po’ di tempo prima di attuare il progetto, per cercare di far tornare un po’ di armonia in famiglia (per quanto forzata), nel tentativo di rassicurare vostro figlio che, comunque vada, sarete sempre i suoi genitori e continuerete entrambi a volergli molto bene.
Cercate di predisporre le cose in modo che questa separazione sia civile, senza inutili litigi o violenze verbali, e cercate di far sentire vostro figlio sempre al centro delle vostre attenzioni e del vostro affetto. Visto che il matrimonio sembra ormai fallito, è inutile tentare una terapia di coppia, ma potreste invece intanto provare a fare qualche seduta di mediazione familiare, per essere aiutati a preparare la vostra separazione nel modo migliore. Cominciate a prendere accordi (economici e non) sul futuro e a ragionare sulle scelte che pensate di fare per il vostro ragazzo, ma fatelo sempre quando lui non c’è, quando non vi può ascoltare. In sua presenza sforzatevi di mostrarvi sereni e affettuosi verso di lui. Una “buona” separazione è il miglior regalo che i genitori possono fare ai propri figli e vale molto di più del più costoso dei regali.
Auguri per tutto.

Dr. Giuliana Proietti, psicoterapeuta, Ancona

Immagine: AntwerpenR

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.