suoceri invadenti

Salve dottoressa. Il mio problema è il seguente convivo con il mio fidanzato da 5 anni e stiamo insieme da 10. Tra noi tutto è andato sempre bene, il problema è con i suoi genitori. Il mio compagno ha perso suo fratello quando aveva 10 anni e i miei suoceri sono stati in depressione per molto tempo, ora che sono passati quasi 20 anni il dolore che si portano dentro è sempre vivo e invecchiando peggiorano. Peggiorano perchè pressano noi per avere un nipote che altrimenti non potranno mai avere essendo anziani. Vorrebbero fare più parte della nostra vita nonostante il padre e figlio lavorino assieme quindi si vedono tutti i giorni, vorrebbero stare più tempo insieme e in particolare suo padre che a breve dovrà subire un’operazione è sempre attento a come lo saluto e rimane male per qualsiasi cosa. Il punto è che io non ce la faccio più, non ho mai voluto figli per adesso ma il solo pensiero mi preoccupa. Mesi fà ho combattuto tanto per fare in modo di non trovare più la suocera in casa mia al ritonro da lavoro con la scusa che era lì per aiutarmi, naturalmente ho dovuto fare tutto da me perchè il mio compagno non ha intenzione di difendermi perchè come mi ha detto varie volte per lui i suoi genitori sono importanti più del normale, sono io che sbaglio e dovrei considerarli di più perchè il giorno in cui non ce la faranno bisognerà prendere in considerazione anche il fatto di vivere insieme! Premetto che io vedo i miei genitori 1 volta ogni 15 giorni! Vi chiedo veramente aiuto. Valentina

Cara Valentina,

C’è poco da dire: in questi casi non si sceglie una persona, ma una famiglia. Del resto se il loro legame era così intenso sicuramente lei se ne sarà accorta sin dall’inizio. Forse avrà pensato che le cose, con il tempo, sarebbero cambiate, ma oggi si rende conto che non è così e non lo sarà nemmeno in futuro. Si ripropone dunque il momento della scelta, visto che oltre tutto non ha ancora dei figli: cosa vuole fare della sua vita? Se sceglierà di rimanere con questa persona due saranno le strade da seguire: 1. rassegnarsi a questi legami familiari così intensi 2. lavorare in silenzio ed in modo soft perché, nel lungo periodo, le persone intorno a lei possano cambiare atteggiamenti e comportamenti… Se la sente?

Cari saluti.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

3 thoughts on “Suoceri “invadenti” – Consulenza on Line”

  1. Gentilissima dottoressa , anche io stò facendo i conti con 2 suoceri invadenti – le spiego meglio : sono sposata da un anno , mamma di un bimbo di 2 mesi – quando ero incinta mia suocera veniva a fare i servizi e mi criticava che non avevo fatto bene qui o lì , mettendomi in ridicolo – dopo che ho partorito continua a venire a casa tutti i giorni , e se le dico di non fare i servizi , lei li fà lo stesso . Giorni fà diceva – il battesimo dobbiamo farlo in questo posto, lì non mi piace -nonostante le dicessi con le buone che non volevo parlarne , che avremmo deciso io ed il figlio di comune accordo – ed ad un certo punto sono esplosa e le ho detto che deve stare al suo posto , ma lei ora parla con il figlio – che la appoggia , a volte lui mi ascolta ma nonostante gli dico che la madre è inutile che venga così spesso ad aiutarmi, quando non lo chiediamo ( lei crede che io sono incapace di badare alla casa ed al bimbo – lei fà le pulizie per una ditta negli uffici ed a casa ) lui dice che dovrei essere contenta che la madre viene , che lo fà per non farmi stancare . Mi stanno avvelenando la vita , lei ed il marito – che ritiene che io non mi occupi bene del bimbo – lui che i figli non li ha mai neanche presi in braccio ! il vero problema è che loro da che eravamo fidanzati io e mio marito – per 8 anni – non mi hanno mai sopportata perchè abbiamo due mentalità differenti : io sono cittadina , loro paesani ed ora io abito nel loro paese . Mio marito invece non sopporta il carattere di mia madre , che venne a stare per una settimana da noi dopo il parto – e lui disse che dovevamo rompere il cordone ombelicale con i miei – non rendendosi conto che io i miei suoceri li ho in casa quando vogliono, senza preavviso ed a qualsiasi ora del giorno – in un giorno sono capaci di venire 2 volte e di starsi ore , rompendo la nostra armonia e dando pareri non richiesti – Come devo comportarmi ? Non voglio essere succube , non vorrei litigare anche se l’ ho fatto già – ma l’ importante è che stiano fuori dalle nostre decisioni familiari – cioè non si immischino – diano pareri ma non li impongano – grazie – elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.