Educare alla sessualità in Europa

educare alla sessualità

L’International Planned Parenthood Federation (IPPF) European Network, in collaborazione con la Lund University svedese e la WHO Regional Office for Europe, con il supporto finanziario della Commissione Europea, ha pubblicato uno studio sull’educazione sessuale in Europa. Lo studio è uno strumento importante per conoscere le esperienze europee e le amministrazioni governative dei vari paesi membri possono trovare in esso molti suggerimenti, da adattare alle differenti culture e società. In Danimarca ed in Olanda ad esempio, l’educazione sessuale è largamente accettata e favorita, mentre la maggiore avversione verso questo tipo di insegnamento viene dalla Repubblica Ceca, dalla Germania, dall’Irlanda e dalla Polonia (Splendido: L’Italia non è, per una volta, nella lista nera, n.d.b.). Ad interessarsi sempre più dell’educazione sessuale dei giovani sembrano essere dei gruppi religiosi, come la Chiesa Ortodossa di Grecia (Ehi, neanche qui una citazione, ma che sta succedendo?, n.d.b.) La pubblicazione mette inoltre in rilevo l’importante ruolo dei media nell’educazione sessuale. In Scandinavia, i media informano largamente sugli aspetti della sessualità umana, in Danimarca la TV pubblica ha messo a disposizione delle ore per l’educazione sessuale dei giovani. Quello che occorre, conclude lo studio è che i programmi di educazione sessuale non siano isolati, ma siano un’importante componente delle iniziative prese a favore dell’educazione dei giovani per migliorare il loro benessere e la loro salute. Non bastano i corsi di educazione sessuale nelle scuole: l’educazione sessuale comincia sin dall’inizio della vita, con ciò che riescono a trasmettere i genitori e gli adulti che si prendono cura dei bambini, e continua fino (ed oltre) l’età adulta. Educare alla sessualità non significa solo fornire informazioni, ma aiutare i giovani a sviluppare dei valori, delle attitudini, delle competenze, in modo che possano fare delle scelte appropriate sui loro comportamenti sessuali. Avere rispetto per sé e per gli altri, fare delle scelte consapevoli sull’attività sessuale, acquisire l’intelligenza emotiva sono gli obiettivi-chiave che devono essere fissati in ogni programma di educazione alla sessualità.

Fonte: Medical News

Links: IPPF
WHO.INT

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram