problema

Salve ho un problema che mio malgrado sta diventando serio. Ho 36 anni e sto con una ragazza di 34 da quasi 2 anni, ancora fidanzati, non viviamo insieme. Sessualmente tra noi c’è stata intesa dall’inizio, come capita in quasi tutti i rapporti inizialmente, avevamo rapporti sessuali molto frequenti, poi gradualmente meno (2/3 a settimana). Nel giro di un anno ho notato un vero e proprio calo di desiderio in lei (rapporti ogni 10 e più giorni quasi sempre “richiesti da me”), il nostro rapporto è stretto nonostante non viviamo insieme ci vediamo praticamente tutti i giorni e dormiamo insieme freuentemente, allora ho cercato di parlargliene ma con scarsi risultati, anzi, spesso forse per come ponevo la questione lei si sentiva accusata ed erigeva un vero e proprio muro riguardo all’argomento. Dopo circa 18 mesi ho scoperto casualmente sul suo computers che guarda film porno di frequente (più volte in un mese anche per 2/4 giorni di seguito).
Visto come stava andando sessualmente tra di noi, la cosa mi ha inibito, scoraggiato e ha ingenerato in me un forte senso di frustrazione. Inizialmente non ne ho fatto parola con lei, ma poi, i nostri rapporti sessuali sono diminuiti ulteriormente ( 2 massimo 3 al mese) e allora ho deciso di parlargliene. Lei mi ha mentito dicendomi che non li guarda assiduamente, ma al massimo una volta al mese. Non ho discusso su questo, ma le ho chiesto se per caso non le davo piacere, o se potevo far qualcosa per migliorare arrivando a proporle di guardarli qualche volta insieme i film porno, se a lei poteva far piacere. Le cose sono migliorate per un po’senza averli mai guardati per altro (rapporti con frequenza settimanale per circa 4 mesi) ma tutto è precipitato di nuovo, peggio di prima, nonostante il nostro rapporto, per il resto, sia “stranamente” solido, costruttivo e piacevole guai a parlare di sesso!. Mi sono preso anche dell’insoddisfatto e del maniaco sessuale. Non sono certo che li guardi ancora i film porno, ma il fatto che abbia programmato il suo computer (che per altro io non uso mai) in modo che non salvi la cronologia web…
Volevo chiederle cosa ne pensa.
Mi scuso per l’italiano contorto, e non proprio corretto, ma la frustrazione di cui sopra ha accompagnato la scrittura di questo quesito.
Grazie in anticipo

Gentilissimo,

In genere sono le donne a lamentarsi dei partners che guardano la pornografia online. Quello che le sta capitando però dimostra che, come del resto si sa da tempo, anche le donne stanno diventando consumatrici di pornografia, talvolta fino a sviluppare una vera e propria dipendenza sessuale. Non credo che la ragione per cui una donna decide di guardare la pornografia sia diversa da quella di un uomo: fondamentalmente lo si fa per curiosità, per l’immediata e gratuita disponibilità del porno su Internet. Può capitare che le persone trovino questi momenti molto eccitanti o “strani”, comunque diversi dalla propria realtà, tanto da rimanerne incuriosite ed affascinate, fino alla ricerca di scene sempre diverse, con attori diversi, atti erotici diversi. C’entra tutto questo con la sessualità reale? Si e no. In molti casi infatti la pornodipendenza potrebbe spegnere il desiderio per il/la partner, altre volte potrebbe spingere a fare richieste sessuali “fantasiose” che l’altro non condivide,mentre altre volte può rimanere un segreto di uno dei due partners, che non ininfluisce minimamente nel rapporto di coppia. E’ possibile che, dopo anni di frequentazione, il desiderio fra voi sia diminuito e che la sua ragazza abbia pensato di “risolvere” la cosa ricorrendo al porno e all’autoerotismo (evitando così la necessità di trovare appagamento in un poco gradito rapporto sessuale): anche se potrebbe sembra la via più facile, non è sicuramente la più risolutiva, perché un tale comportamento può parzialmente risolvere un problema individuale, ma certamente non il problema della coppia. Molto meglio sarebbe dunque affrontare apertamente l’argomento in un ambiente protetto, come durante una psicoterapia di coppia: perché certi discorsi non è sempre facile farli ed ancor meno facile è trovare le soluzioni più adeguate.
Cordialmente,

Dr. Walter La Gatta

Immagine:

Belmoniaco, Wikimedia

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.