sua moglie

Salve Dottoressa, mi chiamo Fabio e ho un problema con mia moglie. Fidanzati da 7 anni e sposati da 5 con 2 figli piccoli ci siamo amati,dimostrandolo in modi diversi (io più romantico lei più d’atteggiamento) senza mai avere una flessione. Ora circa 1 mese fa, sentendola distante, ho richiesto più attenzioni e lei mi ha risposto che avendo passato con me circa un anno di difficoltà legate al mio lavoro (ma che non avrei mai creduto potesse influire cosi tanto nel menàge visto che nonostante alcuni momenti di amarezza da parte mia non ho mai smesso di dimostrarle amore) e che ora si sente bloccata..Premettendo che mia moglie è figlia unica di madre vedova con un carattere opprimente vs la figlia e che io probabilmente ho contribuito a questa oppressione con le mie, non ossessive sottolineo,richieste d’aiuto ,, ho pensato che forse si stia ribellando ad uno status di mamma,moglie figlia facendo di me però l’unico bersaglio. Voglio ripeterlo, per non creare dubbi, che sono stato sempre presente e premuroso anche nei momenti più duri legati al mio lavoro.tra l’altro quando io cerco di parlarle (mai litigando lo giuro, sempre con toni pacati e commossi..) lei non riesce ad esprimersi ma questo è sempre stato cosi anche quando andava tutto bene. L’ho già detto io sono più per le cose eclatanti, io le comunico cosa provo, lei me lo trasmette e ci è sempre riuscitaInoltre non credo, (ma chi lo può dire realmente?) che lei sia attratta da un’ altra persona ma se cosi fosse vorrei provare comunque a salvare il mio matrimonio. Aggiungo che lei a casa è serena (sembra,ma non ha mai finto e non vedo perchè una persona debba cambiare cosi nettamente), mi chiama, a volte,amore, fa battute che prevedono un futuro..ma non è come prima. Mi aiuti la prego ad acquisire un atteggiamento positivo per poterla riconquistare perchè mi sto lacerando e non voglio che i bambini ne soffrano. Grazie anticipatamente

Gentilissimo,

La prima cosa su cui ragionare è che l’amore, in una coppia di lunga durata, non è mai uguale a sé stesso: si trasforma continuamente e per ovvie ragioni (maturazione personale nei due partners, influenze ambientali, nuove abitudini, nuovi interessi, ecc.). Dire dunque che la vostra relazione non è più come prima non significa necessariamente che essa sia “peggio di prima”. Quando due persone vivono insieme e sono legate da un amore profondo, questo non esclude tuttavia che vi possano essere dei periodi in cui uno dei due partners, o entrambi, si possano trovare ad affrontare problemi e dilemmi nuovi, non sempre interamente condivisibili con il/la compagno/a di vita. In questo momento sta succedendo a sua moglie; in un altro periodo della vostra vita probabilmente succederà a lei e forse succederà ancora, ad entrambi, più e più volte (se vivrete insieme per lungo tempo). Il consiglio dunque è quello di prepararsi con tranquillità a questi momenti, mettendoli nel conto di un rapporto “normale”, senza sentire, al primo segnale di inquietudine o di malessere da parte dell’altro/a, aria di fallimento e paura dell’abbandono. Cerchi, se le è possibile, di capire perché sua moglie in questo momento è turbata: se vi fosse qualcosa che lei potrebbe fare per renderla più felice, si mostri disponibile al cambiamento. Se invece si trattasse di un momento di crisi interiore, di incertezza e di instabilità, dovuti all’influenza di qualcosa o di qualcuno, non c’è che da avere pazienza ed aspettare, come diceva De Filippo “che passi la nottata”, continuando ad essere, come sempre è stato, presente e premuroso. Infine, le ricordo che un po’ meno di prevedibilità nelle abitudini e negli atteggiamenti, un po’ di mistero, potrebbe contribuire a tenere vivo il desiderio dell’altro/a, anche fra due persone che soffrono la routine del rapporto.
Cordialmente,

Dr. Giuliana Proietti, psicoterapeuta, Ancona

Immagine:Vimal Joseph, Wikimedia

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.