europei

“I disturbi mentali sono diventati il maggiore problema da risolvere del 21° secolo, per la salute degli europei”. Questo il risultato di un nuovo studio, condotto da Hans Ulrich Wittchen, direttore dell’istituto di psicologia clinica e psicoterapia presso l’Università tedesca di Dresda, durato tre anni e che ha interessato 30 Paesi Europei, cioè i 27 stati europei, più Svizzera, Islanda e Norvegia: in tutto 514 milioni di persone.

Secondo questo studio, in Europa solo un inididuo su tre si cura con una terapia adeguata o con i farmaci necessari e così le malattie mentali causano un enorme onere economico e sociale – misurato in centinaia di miliardi di euro – per problemi che riguardano il lavoro e le relazioni personali.

Allo stesso tempo, sembra che le grandi aziende farmaceutiche non facciano più investimenti nella ricerca su come funziona il cervello e su come esso influisce sul comportamento, aspettandosi che questo onere spetti a governi e associazioni di raccolta fondi per la ricerca: da essi ci si aspettano infatti i finanziamenti per le neuroscienze.

“I pochi pazienti che vengono curati arrivano dal medico con diversi anni di ritardo e raramente ricevono una terapia adeguata”.

Un confronto diretto tra la prevalenza delle malattie mentali in altre parti del mondo non è però al momento possibile, perché i diversi studi fin qui condotti adottano parametri diversi. (Chissà perché non è possibile mettersi d’accordo neanche su questo…)

Il team del Dr. Wittchen ha esaminato circa 100 malattie che coprono tutte le patologie cerebrali importanti: dall’ansia alla depressione, dalle dipendenze alla schizofrenia, così come importanti malattie neurologiche quali l’epilessia, il Parkinson e la sclerosi multipla.

I risultati, pubblicati dall’ European College of Neuropsychopharmacology (ENCP), mostrano un “onere eccessivamente elevato” di disturbi mentali e di malattie cerebrali, è stato dichiarato ai giornalisti presenti ad una conferenza di presentazione dello studio, a Londra.

Le malattie mentali sono una delle principali cause di decesso ed invalidità; in tutto il mondo esse rappresentano un grande problema economico e l’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che entro il 2020 la depressione sarà la seconda causa di malattia, di cui si ammaleranno persone di tutte le età.

Leggi anche:  L'attività fisica contro depressione e ansia

Le quattro condizioni più invalidanti – misurate in termini di anni di vita, con aggiustamenti per disabilità o DALY, una misura standard utilizzata per confrontare l’impatto delle varie malattie – sono: depressione, demenze come il morbo di Alzheimer e la demenza vascolare, dipendenza da alcool e ictus.

L’ultimo importante studio europeo sui disturbi cerebrali, che fu pubblicato nel 2005 e che copriva una popolazione inferiore, di circa 301 milioni di persone, aveva scoperto che il 27 per cento della popolazione adulta europea soffre di malattie mentali.

Fonte:

More than a third of EU population suffer mental health problems, The Telegraph

Commento: Insomma, se avete un figlio o una figlia, non gli fate sposare un europeo (1 su 3 non è affidabile sul piano della salute mentale); gli americani non stanno meglio e così le altre popolazioni del mondo conosciuto (gli studi su questo argomento si somigliano un po’ tutti).
Confidiamo dunque nell’arrivo dei Marziani: nel frattempo, c’è qualcuno che controlla la salute mentale dei ricercatori? Hai visto mai che facciano parte di quel terzo della popolazione depressa, che vede tutto nero? 🙁

Dr. Giuliana Proietti, psicoterapeuta, Ancona

Immagine:

J.J., Wikimedia

Dr. Giuliana Proietti

Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE ROMA
CONSULENZA ONLINE VIA SKYPE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

Potrebbe anche interessarti...

1 commento

  1. commento geniale! bellissima risposta!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.