evolvere

Salve. Ho 26 anni e sono un’impiegata. Vivo con i miei genitori e sono fidanzata da quasi 6 anni.Non ho particolari interessi, mi piace il mio lavoro anche se questo assorbe molte delle mie energie e alle volte la sera sfogo parte delle mie tensioni litigando per motivi futili sia con i miei genitori che con il mio ragazzo. Con i miei genitori ho un discreto rapporto ma molto spesso non ci troviamo d’accordo e sfociamo in brevi litigi ma che mi lasciano molta amarezza. Lo stesso accade con il mio ragazzo il quale si lamenta di me per la scarsa attenzione che dimostro a “Noi ” inteso come coppia. Le loro opinioni contano molto per me, ma da un po’ di tempo a questa parte ho necessità del loro affetto ma è come se non avessi alcuna intenzione di ascoltarli e tuttavia trovo poca gratificazione in quel che faccio e poca comprensione nelle persone che quotidianamente frequento. Tutto ciò mi spaventa, specialmente se penso che ho un’età nella quale da una parte vorrei/dovrei cominciare a pensare di costruire le basi per una famiglia. Cosa potrebbe suggerirmi di fare per evolvere da questa situazione? Ringraziando per una vs. cortese risposta cordiali saluti

Gentilissima,

Per costruire una famiglia è importante anzitutto che ve ne siano i presupposti. Probabilmente l’amore verso il suo fidanzato, come avviene spesso di questi tempi, si è trasformato in una bella amicizia, in un rapporto in cui vi offrite reciprocamente solidarietà e affetto, ma dove ad esempio potrebbe essere sparita la passione, il desiderio. Questo potrebbe essere il limite che lei, senza parlarne con il suo ragazzoe senza nemmeno confessarselo, trova, di fatto, nella vostra unione. Qualora le cose stessero realmente in questo modo, occorre fare una riflessione più profonda su quali devono essere gli obiettivi da raggiungere nella propria vita. Quali sono le sue priorità? Cosa vuole fare “da grande”? E’ importante che lei riesca a leggere dentro di sé. Forse anche uscire dal “nido” familiare per andare a vivere da sola (o a convivere), visto che ha un lavoro e se lo potrebbe permettere, potrebbe aiutarla a diventare quello che sente di dover essere, in ragione dell’età.
Cordialmente,

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Immagine: Faith Goble

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.