relazioni sentimentali

Buongiorno. Mi interessa sapere se è possibile e plausibile che un abuso sessuale vissuto all’età di 13 anni da parte di un ragazzo di 15 possa aver provocato un tale fallimento nelle mie relazioni sentimentali. Mi ritrovo moltissimo nella sintomatologiadi coloro che hanno subito violenza: scarsa autostima, tendenza a minimizzare l’entità della violenza, vergogna, tendenza a non essere appariscenti ma anzi a fare understatement , a stare in disparte. Questo ragazzo con cui ero uscita qualche sera e che poi avevo lasciato perchè aggressivo, teppista, spesso ubriaco), una sera mi prese per mano dicendo che doveva parlarmi. Si vendicò di averlo lasciato (e credo anche del fatto che avessi preso ad usire con un altro ragazzino). Mi aggredì e mi sdraiò bloccandomi e palpeggiandomi, offendendomi, chiamandomi puttana, dicendo che quello che stava facendo in fondo piaceva. Non sono riuscita a reagire (ho provato ma non potevo muovermi) ne’ a gridare, non ho pianto, no gli dissi nulla quiando mi lasciò andare. Non raccontai niente a nessuno, avrei dovuto spiegare con chi ero sucita, perchè mi aveva aggredito, cosa stavo facendo a quell’ora aluna park (stavo ceracndo il mio nuovo fidanzatino). Tornai a casa umiliata, spaventata, vergognandomi, pensando di essermela forse un po’ cercata, forse uscivo con troppi ragazzi (a quell’età non andavo oltre i baci), chiedendomi dove fosse quella sera il ragazzino con cui stavo uscendo: ero uscita per cercarlo e mi era successo una cosa orribile. uccessivamente quando lo incontravo guardandolo da lontano pensavo “chissà se si ricorda di me, se gli piaccio ancora “. A 25 anni sono andata da una psicologa perchè il mio problema principale era quello di reagire con un pianto singhiozzante e frignante in tutte le discussioni con fratelli, genitori e potenziali fidanzati quando scoprivo che si stavano allonatanando. La psicologa ai cui raccontai per la prima volta questo fatto non mi disse che il mio probelma poiteva nascere da quell’evento. Quindi Che ne pensa?

Gentilissima,

Penso che spesso è molto difficile trovare una causa “certa”, come se la vita fosse un’espressione matematica, che segue vari passaggi conseguenti e che alla fine arriva ad un risultato inequivocabile. Non è così: tutto può avere influenza sul proprio modo di essere e sui comportamenti. La brutta esperienza che racconta nella mail può sicuramente essere la causa dei suoi fallimenti sentimentali, ma anche altre cose, magari meno evidenti, come il tipo di educazione ricevuta, le aspettative, i pregiudizi ecc. possono avere avuto altrettanta influenza nelle difficoltà da lei riscontrate nella relazione. Il consiglio, per quanto scontato, è quello di cercare di guardare al futuro e non rimuginare continuamente sul suo passato, a meno che non lo faccia insieme ad uno psicologo.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.