la psicoanalisi
Share Button

Psicoanalisti e detectives hanno molto in comune: entrambi studiano le prove, gli indizi, ricostruiscono le storie, cercano di trovare le cause… Non a caso la psicoanalisi ha avuto molta influenza su questo genere che va sotto il nome di “thriller”.

Il genere, iniziato da Collins, Poe e Conan Doyle si è poi molto trasformato grazie agli apporti di Sigmund Freud e delle sue teorie. Molti scrittori di libri gialli infatti citano la storia personale, le esperienze infantili, le relazioni interpersonali più importanti, gli eventi più significativi dei loro personaggi, così come farebbe uno psicoanalista nei suoi casi clinici.

Scrittori che non hanno mai letto un libro di Freud usano nelle loro storie alcuni concetti psicoanalitici perché essi fanno ormai parte della cultura generale, ma anche perché vi è da tempo una stretta relazione, cominciata negli anni Trenta, fra industria cinematografica americana e psicoanalisi.

Allora, molti psicoanalisti ebrei, provenienti dalla Germania, si stabilirono sulla West Coast. Entrare in analisi divenne molto di moda fra la gente di Hollywood. Tra i registi più importanti ricordiamo Alfred Hitchcock, con i suoi thrillers che non sono altro che storie ispirate alla psicoanalisi.

Ma anche la psicoanalisi ha preso a sua volta qualcosa dal genere thriller. Se nei suoi scritti Freud fa numerosissimi riferimenti alla mitologia greca, a Shakespeare e a Dostoevsky, non possiamo dimenticare che il Maestro nella sua vita privata aveva una segreta passione per i libri gialli. Uno dei suoi più conosciuti pazienti, L’Uomo dei Lupi ha lasciato scritto fra alcuni suoi ricordi che Freud era un grande appassionato di Sherlock Holmes e che leggeva Conan Doyle con maggiore considerazione di quanta ne riservava a Dostoevsky.

Freud parlò spesso di come la psicoanalisi avrebbe potuto essere usata per svelare il mistero di alcuni crimini, ma quando ad esempio Ernest Jones, il suo allievo americano, fu sospettato di aver ucciso sua moglie nel 1918, se ne astenne.

Ne aveva le sue ragioni: del resto Wilhelm Fliess – suo amico e corrispondente per numerosi anni, disse di aver sospettato che Freud avesse avuto l’idea di spingerlo in un precipizio nella regione montuosa dell’ Achensee, in Tirolo, con l’intenzione di farlo precipitare. Per la cronaca, nell’incontro di Achensee, Fliess aveva accusato Freud di avergli rubato l’idea della bisessualità, che Freud a quel tempo utilizzava per spiegare l’omosessualità. Fliess in quell’occasione ricordò a Freud di avergli già parlato di questa sua idea già nel 1898, ma lo psicoanalista disse di non ricordare…
Se questo racconto fosse vero si spiegherebbe perché Freud non intervenne ad esporre ragioni psicoanalitiche per sostenere il discepolo Jones.

Fonti:
Times on Line
New York Times

Dott.ssa Giuliana Proietti

1920 Sesto Congresso di Psicoanalisi a L’Aia, 8-11 Settembre

Il Sesto Congresso Internazionale di Psicoanalisi durò quattro giorni, dall'8 all'11 Settembre del 1920 e si tenne a L'Aja, presso ...
Leggi Tutto
terapia psicodinamica

La terapia psicodinamica è efficace

La psicoterapia psicodinamica è efficace su una vasta gamma di sintomi psicologici, fra cui depressione, ansia, panico e altri problemi ...
Leggi Tutto
la psicoanalisi

Freud, la psicoanalisi e le detective stories

Psicoanalisti e detectives hanno molto in comune: entrambi studiano le prove, gli indizi, ricostruiscono le storie, cercano di trovare le ...
Leggi Tutto
Edward Bernays

Edward Bernays

Edward Bernays è un personaggio conosciuto in Italia solo fra gli addetti ai lavori, ma la biografia ed il lavoro ...
Leggi Tutto
Presidente Schreber

Freud, il caso del presidente Schreber, la paranoia

Il Presidente Schreber, alias Daniel Paul Schreber (sopra), Presidente della Corte di Appello di Dresda, pubblicò un libro – nell'anno ...
Leggi Tutto
psicoanalisi selvaggia

Freud e la psicoanalisi selvaggia

La psicoanalisi selvaggia: ciò che preoccupava Freud Un brevissimo scritto di Freud del 1910 ci parla del pericolo della ‘psicoanalisi ...
Leggi Tutto
1911 Freud

Quando Freud fu abbandonato da Adler, Stekel e Jung

“Ritengo che quando sarà giunto il momento di scrivere la storia del periodo che abbiamo attraversato, la scienza tedesca non ...
Leggi Tutto
Sophie Freud

Sophie Freud

L'avanzamento nazista in Europa durante la seconda guerra mondiale obbligò l'adolescente Sophie Freud (figlia di Martin, figlio di Sigmund) a ...
Leggi Tutto
Anna Freud Bernays

Anna Freud Bernays: L’unica sorella di Sigmund scampata ai campi di concentramento

Anna Freud Bernays (1859-1955), sorella di Sigmund Freud, fu la più fortunata delle cinque sorelle, dal momento che poté morire ...
Leggi Tutto
Anna Freud

Anna Freud

Anna Freud. Sesta e ultima figlia di Sigmund e Martha Freud, Anna nacque a Vienna il 3 Dicembre del 1895 ...
Leggi Tutto
Hilda Doolittle

Hilda Doolittle

Hilda Doolittle, ancora poco conosciuta in Italia, è una poetessa americana, la cui biografia appare veramente incredibile, ricca come è ...
Leggi Tutto
Sandor Ferenczi

Sandor Ferenczi

Così scriveva nel 1931 Ferenczi, uno dei primi allievi di Freud: "Sono conosciuto come uno spirito inquieto, o, come mi ...
Leggi Tutto
Wilhelm Reich

Libri di Wilhelm Reich

Libri di Wilhelm Reich REICH, ANALISI DEL CARATTERE Nel movimento psicoanalitico, Reich si distinse per la sua teoria del carattere ...
Leggi Tutto

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.