L’amore è un caos, per niente calmo

caos

Definire l’amore non è semplice, perché parliamo di qualcosa che si evolve in continuazione, che si presenta nella nostra vita sotto varie forme. C’è, ad esempio, l’amore sessuale, l’amore romantico, l’amore da attaccamento: secondo l’antropologa Helen Fisher, che studia l’amore da oltre tre decenni, questi tre sistemi operano ed interagiscono fra loro in ogni ordine e combinazione.

Ci si può dunque innamorare di una persona in senso platonico, senza desiderare gli aspetti sessuali, così come si può a volte stabilire con qualcuno un forte legame di attaccamento e di amicizia, che poi si trasforma in un sentimento più profondo.

Naturalmente l’amore può arrivare anche in modo inatteso, così come quando ci si imbatte occasionalmente in una persona con la quale si stabilisce un rapporto esclusivamente sul piano fisico, sessuale, per poi scoprire che quella persona è diventata la cosa più importante della propria vita.

Ed è proprio questo l’amore: un pensiero unico, un pensiero fisso, una meravigliosa ossessione, che fa perdere l’appetito ed il bisogno di dormire, che ci porta a trascorrere ore e ore assorti in pensieri che riguardano sempre e solo la persona amata. Quando ci si sente molto innamorati, si crea un legame invisibile, ma profondo, con l’altra persona, che riesce dunque a cambiare ed a stravolgere, spesso del tutto involontariamente ed inconsapevolmente, la nostra vita.

Questo caos, per niente ‘calmo’, nel pensiero e nel comportamento della persona innamorata ha un nome scientifico: dopamina, un neurotrasmettitore cerebrale, fondamentale nel sistema delle ricompense, che viene attivato, dal sentimento dell’amore, così come dall’uso di sostanze, come la cocaina o la nicotina. E se l’attrazione sessuale è una pulsione potentissima, secondo la Dr.ssa Fisher, l’amore lo è ancora di più.

Forse sbagliamo a considerare l’amore come una semplice emozione: essa è infatti una vera e propria pulsione, un istinto, visto che è molto difficile da controllare, regolato come è dal nostro sistema nervoso. Certo, non bisogna pensare che in una coppia di lunga durata l’amore si presenti sempre in maniera così travolgente: sarebbe difficile, se non impossibile, vivere con una persona che ha il potere, con il suo solo sguardo, con la sua sola presenza, di farci sentire le ‘farfalle nello stomaco’. Ed infatti, come scriveva molti anni fa Alberoni, l’innamoramento è solo lo stato nascente di un sentimento più profondo, che si chiama, propriamente, ‘amore’.

E questa forma di amore è vicina al sentimento di attaccamento che si sviluppa nei confronti di un’altra persona, un bisogno che tutti abbiamo sin dalla nascita e che, quando è appagato, ci infonde un senso di calma e di sicurezza, dandoci la forza e il coraggio di affrontare le sfide e gli schiaffi della vita.Anche questo tipo di amore ha delle componenti chimiche: è infatti associato con gli ormoni vasopressina ed ossitocina, che sono anche i responsabili del senso di pace che si prova dopo aver avuto un rapporto sessuale soddisfacente.

Tenersi per mano, guardarsi negli occhi, accarezzarsi, stare vicini, aumenta il livello di ossitocina, e ci fa sentire sempre più dipendenti, l’uno dall’altro. Quello che però più conta è che l’amore non solo allieta la nostra vita, ma ci migliora la salute. E’ provato che le persone sposate o che vivono felicemente insieme vivono più a lungo ed in migliore salute dei singles.

Tuttavia, sebbene la ricerca abbia dimostrato che la vita di coppia sia la maggiore fonte di soddisfazione per le persone, è vero anche l’esatto contrario, e cioè che la coabitazione con una persona che non amiamo rappresenta la maggiore causa dei conflitti interpersonali che può vivere una persona. Il segreto sta dunque nella scelta accurata del partner: una scelta che va evitata quando si è ancora in preda ai ‘fumi’ dell’innamoramento e della passione, che possono portare a vedere il partner non per quello che è, ma per quello che vorremmo che fosse.

Giuliana Proietti

Psicolinea.it © Ago. 08

Mix

Psicolinea ti consiglia anche...

Freud e Jung ospiti di Putnam ...
Sopra: Lake Placid e Monti Adirondack.
Leggi anche:  Il disagio di avere i genitori separati
Scri...
L'occultismo secondo Freud e J...
Freud e Jung parlarono molto di occultismo. Car...
Tacere il sesso del nascituro ...
I medici dovrebbero essere obbligati a tenere segr...
Sposata con una persona divers...
Salve, sposata da 5 anni, con un bambino di 3 anni...
Matrimonio bianco - Consulenza...
Matrimonio bianco - Consulenza on Line Gent.ma ...
Non siamo capaci di leggere il...
Non siamo capaci di leggere il nostro linguaggio d...
Lui è più giovane - Consulenza...
Le pongo un questito che mi martella da tempo.Ho 4...
Gli innamorati non vedono le p...
Gli innamorati non si accorgono delle persone bell...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *