Ancona, Marche, Italy
0039 347 0375949
psicolinea@psicolinea.it

Ossessionata da un pensiero – Consulenza online

Sito di psicologia, online dal 2001

Created with Sketch.

Ossessionata da un pensiero – Consulenza online

ossessionata da un pensiero

Cara dottoressa mi chiamo Clara ho 34 anni e sono sposata da quasi 4 con un mio coetaneo stiamo insieme da quando ne avevamo 17 anni, ho lettouna consulenza che lei ha fatto ha una ragazza che si trova nella mia stessa condizione di qualche tempo fa anche io pensavo di essermi innamorata di un altro uomo invece credo che sia stata un infatuazione la voglia di qualche sensazione diversa da quelle che mi dava mio marito. Ora mi chiedo come portare avanti il mio rapporto con mio marito come possiamo ritornare a essere allegri e felici come eravamo un tempo. Questo pensiero ossessivo di essermi innamorata di un altro non mi ha mai fatto guardare in faccia la realta, cioe che ero insoddisfatta del mio rapporto e non lo volevo ammettere, pensavo solo ha come allontanare il pensiero sull’altro uomo, e nno ha concentrarmi su me , su mio marito e la nostra relazione. Questo pensiero ha polarizzato la mia attenzione e mi ha bloccato. Ora che mi sono accorta che questo pensiero e stato solo un modo per non farmi guardare i problemi di coppia non so come affrontare la situazione. Io mi sono sentita attratta da un mio collega che mi ha un po corteggiato ma non per un interesse ma perchè e cosi di carattere. Io non avuto molte esperienze amorose, mio marito è stato l’unico uomo della mia vita. Mi sono sentita lusingata e ho inziato ha fantasticare su questo uomo poichecon mio marito le cose si erano date molto per scontate io mi sono lasciata ossessionare da questo pensiero e diventto potentissimo, non riuscivo piu a fare l’amore con mio marito perche avevo in mente lui, e poi il senso di colpa era altissimo. Stavo pensando anche al divorzio perche tanto ossessionata da questo pensiero e con tanto senso di colpa dentro volevo distruggere il mio matrimonio, pero grazie alla sua risposta della consulenza online del 11 maggio ho inziato ha vedere le cose sotto un altra ottica. Stavo confondento e distruggendo tutto sulla base di sentimenti poco chiari e non molto reali. Ora come posso affrontare i problemi con mio marito al quale ho raccontato tutto ed entrambi ci semtiamo feriti, disillusi e stanchi e abbiamo paura di non saper gestire bene la situazione. Grazie per qualla risposta che ha datoha quella ragazza a me ha sollevato il morale mi auguro che mi risponda la rigrazio in anticipo.

Gentilissima Clara,

Anzitutto mi lasci dire che sono molto contenta che la mia risposta sia servita, almeno per il momento, a salvare il vostro matrimonio. Se due persone si vogliono bene è assurdo che si lascino solamente perché si è sperimentata l’attrazione verso altre persone esterne alla coppia.
Lei dovrebbe cercare di non sentirsi in colpa solo perché prova piacere nell’essere corteggiata da altri: è una cosa normalissima e sarebbe assurdo se non fosse così. Chi non apprezza le lodi, l’interesse, la considerazione degli altri? Altrettanto normale è avere delle fantasie erotiche su altre persone, anche quando si vive un rapporto di coppia stabile. Del resto, non si può provare per tutta la vita la stessa attrazione, potente ed esclusiva, per la stessa persona… Un rapporto di lunga durata è dinamico, fluttuante: ci sono alte e basse maree, momenti di gioia e momenti di noia, periodi più felici e periodi meno felici. E’ chiaro che, durante i periodi meno felici, si è più esposti a lasciarsi influenzare dalle emozioni provocate da altri. Provi dunque a cambiare qualcosa nella vostra coppia, in modo che sia possibile per voi ri-trovare un nuovo equilibrio e il modo per stare bene insieme. Una buona idea potrebbe essere quella di intraprendere una psicoterapia di coppia. Un solo consiglio: non torturatevi con pensieri e discussioni inutili, ma cercate eventualmente di agire, per trovare soluzioni efficaci. E poi, gentile Clara, non sempre raccontare tutti, ma proprio tutti, i propri pensieri al proprio partner è saggio: occorre anche avere un proprio giardino segreto, in cui potersi rifugiare liberamente, senza sentire il peso condizionante di giudizi esterni, fossero anche quelli della persona che più si ama al mondo.

Cordialmente,

Dr. Giuliana Proietti, psicoterapeuta, Ancona

Immagine: Lin Ngan

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

Una risposta.

  1. dino ha detto:

    Gentile Collega,apprezzo quello che dice a coloro che mostrano sofferenza e difficoltà nei rapporti di coppia o partner.Anche io(neurologo)ho avuto esperienze diciamo negative apparentemente nel campo sentimentale,diverse e pesanti.In realtà si sono mostrate preziose in seguito e grazie ad esse sono riuscito a “capire” e “vedere”.Poichè i casi a lei esposti sono umani ma espressione di NEVROSI la ragione,spiegazione e quindi la terapia si trova nella presa di coscienza della “Wille zum Macht” e “Wille zur Schein”,comuni ad ogni essere umano e alla radice di ogni nevrosi e sofferenza.Non procedo oltre ma così credo e ho attraversato un ponte…Lei sa a cosa mi riferisco.Saluti..Neurino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram