Le donne devono lavorare il doppio degli uomini

Share Button

donne uominiQualsiasi cosa facciano, le donne devono lavorare due volte meglio degli uomini per essere considerate brave almeno la metà di loro. Non è più solo un modo di dire. La sociologa Elizabeth Gorman della University of Virginia e Julie Kmec della Washington State University, sono arrivate alla stessa conclusione: le donne sostengono che devono lavorare più degli uomini. In cinque diversi studi effettuati in periodi diversi, con gruppi diversi di uomini e donne, in USA e nel Regno Unito, la risposta delle donne è sempre la stessa: “il mio lavoro richiede molto impegno”. Anche quando vengono messi a confronto soggetti che svolgono lo stesso lavoro, hanno le stesse responsabilità e qualifiche professionali, le donne affermano che i loro lavori richiedono un maggiore sforzo di quanto non dicano gli uomini, secondo la Gorman.

La spiegazione più plausibile secondo i ricercatori è che alle donne venga chiesto un maggior livello di precisione nel lavoro. Questa la conclusione dello studio “We (Have to) Try Harder: Gender and Required Work Effort in Britain and the United States,” pubblicato nella rivista Gender and Society di Dicembre. I sociologi hanno focalizzato la loro attenzione sullo sforzo lavorativo richiesto alle donne. Perché il Capo sia soddisfatto infatti, il lavoro della lavoratrice deve essere molto più accurato di quello del collega maschio. Lo studio si è concentrato sui dati di alcune ricerche condotte nel 1997, the U.S. National Study of the Changing Workforce e Skills Survey of the Employed British Workforce.
A questo punto resterebbe da capire se questa maggiore richiesta di accuratezza venga dal datore di lavoro o dalla donna stessa, che è più stanca perché si occupa anche del lavoro domestico. No: matrimonio e famiglia hanno lo stesso impatto sulle risposte fornite, negli studi esaminati, da uomini e donne con famiglie simili.

E allora? La Gorman ricorda che se noi vediamo la firma di una donna su uno studio, su un’opera d’arte, essa deve essere molto valida perché venga apprezzata tanto quanto quella di un uomo. E quando un uomo ed una donna lavorano insieme su uno stesso progetto, si pensa subito che l’uomo vi abbia contribuito molto più della collega donna. Se il lavoro di una donna viene apprezzato più di quello di un uomo, dice la Gorman, si tende a pensare che la donna sia stata fortunata. Sentirsi sempre meno apprezzate dei colleghi uomini può produrre nelle lavoratrici problemi fisici e psichici, che possono poi ripercuotersi sulla loro vita familiare, oltre che nella loro carriera.

Fonte: Medical News

Link: University of Virginia

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Dr. Giuliana Proietti
Seguimi su:

Dr. Giuliana Proietti

● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti
Dr. Giuliana Proietti
Seguimi su:

Facebook Comments

ARTICOLI CORRELATI:

Lavoro e salute mentale
Il britannico Royal College of Psychiatrists ha lanciato un nuovo sito online, che offre informazioni e suggerimenti sul ritorno al lavoro, dopo una malattia ...
Il problema del Social networking sul luogo di lavoro
Notizia molto interessante dal Guardian: Più di 1700 impiegati pubblici sono stati licenziati o hanno ricevuto delle sanzioni negli ultimi tre anni, a causa ...
Un problema del quale molti uomini si vergognano – Consulenza on Line
Gentilissimo dott. La Gatta, buongiorno; volevo chiederle consiglio a proposito di un problema che reputo abbastanza comune, ma del quale molti uomini ( specie ...
Adrenaline Fatigue Syndrome: essere stanchi, irritabili, indifferenti al sesso…
Molte sono le persone che si sentono stanche, irritabili, indifferenti al sesso, con difficoltà di concentrazione e problemi di digestione. Queste persone probabilmente non ...
Uomini abusati dalle donne
Quando si parla di violenza domestica si pensa subito alle donne come vittime e agli uomini come carnefici. In realtà non è sempre così. ...
Mi sento trasparente – Consulenza on Line
Scrivo perchè mi sento sola e poco amata. Quando ho conosciuto mio marito, ha fatto di tutto per conquistarmi, io ero riluttante perchè lui ...
Il significato del lavoro, quando c’è e quando non c’è
Leggo che per ben 6 italiani su 10 la vera emergenza nazionale non sono le tasse, ma il lavoro. Il dato non stupisce, visto che ...
Pornodipendenza – Consulenza on Line
salve, sono michele e ho 27 anni, da un certo periodo credo di essere dipendente dalla pornografia soprattutto online. pratico la masturbazione da un'età ...

About Dr. Giuliana Proietti

● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni) ● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale) ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Scrive in un Blog sull'Huffington Post Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype Tweets di @gproietti Visita il nostro Canale YouTube Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *