Ancona, Marche, Italy
0039 347 0375949
psicolinea@psicolinea.it

Lui ha il pene piccolo – Consulenza on line

Sito di psicologia, online dal 2001

Created with Sketch.

Lui ha il pene piccolo – Consulenza on line

lui ha il pene piccolo

salve, sono una ragazza di 20 anni, sto insieme al mio ragazzo da due sole settimane ma, forse anche perchè ci conosciamo da tempo, siamo già innamoratissimi e legatissimi, ci troviamo perfettamente a nostro agio l’uno con l’altra, e sono convintissima di quello che provo per lui… solo che neimomenti di intimità mi blocco. Il motivo? Le dimensioni del suo pene,piuttosto ridotte rispetto al normale. Pensandoci razionalmente questo non èassolutamente un problema per me, ma quando siamo in un momento di intimità, miblocco…nel senso che non riesco a stare tranquilla,a lasciarmi del tuttocoinviolgere del tutto…e non riesco a fare a meno di pensarci perchè mi sentoprofondamente in colpa a dare peso a questa cosa, voglio che tutto sia perfettoe questa cosa mi fa male, anche perchè tutto il resto è perfetto… vogliorisolvere in fretta questo problema in fretta perchè mi fa star male, ma nonsaprei come. Non abbiamo ancora mai avuto un rapporto completo ma voglio chequando succederà fosse meraviglioso… come posso risolvere il mio problema? le sarei molto riconoscente se provasse a rispondermi….grazie!saluti!! Mara

Cara Mara,

Non lasciarti condizionare dalle credenze popolari. Non è assolutamente vero che il pene grande sia sinonimo di virilità e che il pene piccolo appartenga a persone poco dotate sotto il profilo erotico. Potrai avere soddisfacenti rapporti sessuali anche con un uomo con il pene piccolo, se questo saprà eccitarti ed essere attento ai tuoi tempi ed ai tuoi desideri.
La sessualità femminile è una cosa complicata che non si appaga, come pensano gli uomini, con le dimensioni fisiche del pene, ma con tante altre caratteristiche di personalità che sanno rendere
l’uomo seducente e ad alto profilo erotico, anche se ha un pene formato mignon.
Dunque rilassati e non proiettare su di lui quelle che sono le TUE ansie ed insicurezze.

Dott.ssa Giuliana Proietti

GUARDA LA NOSTRA PLAYLIST CONSULENZA RADIO LINEA


Mix

Il tradimento e la terapia di coppia

Il tradimento e la terapia di coppia

Il tradimento è una delle esperienze più condivise al mondo: nessuno ne è totalmente immune, sia esso vissuto all'interno della ...
Leggi Tutto
impotenza di coppia terapia

Impotenza di coppia e Terapia

IMPOTENZA DI COPPIA E TERAPIA: Perché si parla di impotenza di coppia e quale è la terapia? STUDIO DI PSICOLOGIA ...
Leggi Tutto
ciclotimia

Ciclotimia e disturbo bipolare

La ciclotimia e il disturbo bipolare: di cosa si tratta? Il disturbo bipolare consiste nell'oscillazione fra due polarità. Ad oscillare ...
Leggi Tutto
complesso edipico

Il Complesso edipico: di cosa si tratta?

Complesso edipico: di cosa si tratta? Nella teoria psicoanalitica il complesso di Edipo riguarda un desiderio infantile di coinvolgimento sessuale ...
Leggi Tutto
Matilde di Canossa

Matilde di Canossa: la donna più potente del Medioevo

Matilde di Canossa è senz'altro una delle figure femminili più interessanti dell'alto medioevo; basti pensare che questa donna cominciò a ...
Leggi Tutto

Psicoterapia: istruzioni per l’uso

Non tutti quelli che decidono di voler iniziare una psicoterapia hanno chiaro in mente cosa li attende. Non tutti sanno ...
Leggi Tutto
l'abbraccio

L’abbraccio come forma di comunicazione

L'abbraccio: una definizione Abbracciare significa cingere, afferrare, serrare con le braccia una persona, per lo più in segno di affetto ...
Leggi Tutto
infertilità

Infertilità: aspetti psicologici

Differenza fra sterilità e infertilità La sterilità è l'incapacità assoluta di concepire, mentre l'infertilità riguarda l'impossibilità di concepire, o portare a termine la ...
Leggi Tutto
cocaina

Cocaina: cosa è, come funziona

Cocaina: che cosa è La cocaina è una sostanza stupefacente. Agisce come stimolante del sistema nervoso centrale, è vasocostrittore ed anestetico, con ...
Leggi Tutto
Ansia

Ansia: come riconoscerla, come curarla a Ancona

ANSIA, COME RICONOSCERLA, COME CURARLA ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE e Via Skype Dr. Giuliana Proietti Tel. 347 0375949 Perché i ...
Leggi Tutto
disturbo bipolare

Disturbo bipolare: come aiutare chi ne soffre

Disturbo bipolare: di cosa si tratta Il disturbo bipolare è una patologia psichiatrica, caratterizzata dall’alternanza, talvolta anche repentina, di depressione, euforia o ...
Leggi Tutto
Colette

Colette: una vita da film

Colette scrisse una ottantina di libri, ma non solo per questo è un vero e proprio mito letterario, soprattutto in ...
Leggi Tutto
disturbo ossessivo compulsivo

Potresti soffrire di disturbo ossessivo compulsivo? Test

Potresti soffrire di disturbo ossessivo-compulsivo? Ti presentiamo questo test, per aiutarti a capirlo e come punto di riferimento. Si    No  ...
Leggi Tutto
Psicologia del Souvenir

Psicologia del Souvenir

Psicologia del Souvenir: cosa si nasconde dietro lo scambio di questi oggetti? Cosa sono i souvenir? I souvenir sono dei ...
Leggi Tutto
sua madre

Io, lui e sua madre – Consulenza on Line

Il problema: sua madre Gentile Dottoressa, sono sposata da 1 anno e qualche mese, dopo 2 di convivenza e 6 ...
Leggi Tutto
Presidente Schreber

Freud, il caso del presidente Schreber, la paranoia

Il Presidente Schreber, alias Daniel Paul Schreber (sopra), Presidente della Corte di Appello di Dresda, pubblicò un libro – nell'anno ...
Leggi Tutto
Consulenza psicologica

Chiedi una Consulenza Psicologica su Psicolinea!

Come fare richiesta di Consulenza psicologica - sessuologica gratuita su Psicolinea? Devi semplicemente inserire la tua richiesta nei commenti a ...
Leggi Tutto

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

18 risposte

  1. normos ha detto:

    per i maschietti: ultimamente sto con una ragazza che mi ha detto che è stata con uno “abnorme”… che le faceva piu male che paicere… immaginate come mi sono sentito…
    poi ne abbiamo parlato… il suo abnorme era un pisello di 2 cm piu del mio …. piu o meno… e anche piu fino… ma quei due cm che a livello di sensazioni belle non gli davano maggiore piacere rispetto a me, le davano dolore… mi ha spiegato che provando dolore non poteva fare certe posizioni come lei sopra o altre… e che lui non poteva muversi liberamente.. doveva sempre limitarsi ,.,. e quindi non poteva dargli quelle botte che io posso e che a lei fanno impazzire…. cioè io sono quello perfetto per lei… la grandezza perfetta per il massimo piacere ma senza arrivare al dolore fastidioso… il pene piu grosso non è quindi sempre sinonimo di piacere maggiore… ovvio sto parlando di due peni simili … io 17×14.. lui 19×12… io pero posso giurarvi che me ne sono fatte di pippe mentali… soprattutto perchè il suo “abnorme” mi aveva fatto pensare ad una cosa mostruosa.. poi parlando in sincerità abbiamo capito che era un po’ piu lungo e un po piu fino … ed essendo piu fino sembrava ancora piu lungo…. questo per dire che spesso queste paranoie sono solo di noi maschietti … la cosa che la fa godere di piu è strusciarsi su di me quando mi sta sopra… cosa che con lui non poteva… la fa impazzire quando entrando dentro di lei sbatto col mio bacino contro il suo …. quel rinculo la fa godere a mille.,,. e lui dovendosi limitare non poteva… quindi .,. lui pene piu lungo … ma con chi sat meglio lei secondo voi ??? ovvio non sono ipocrita e stiamo parlando di peni paragonabili….

  2. Luigi ha detto:

    Non date retta , io ho un amici che ha provato per un po di tempo a fare quegli esercizi tanto osannati per vedere se effettivamente miglioravano un po la lunghezza e lo spessore… risultato? ha DANNEGIATO i corpi cavernosi del pene ha avuto dei problemi di irrorazione sanguigna , non ha preso nemmeno 1cm e ora ha le erezioni che non arrivano al 100% , è rovinato! sono molto pericolosi , consiglio a tutti prima cosa di accettare se stessi e di migliorare la capacità amatoria mentale per far arrivare ad un ottimo orgasmo la propria donna e il proprio corpo

  3. LuisaLove ha detto:

    Salve, io mio ragazzo ha un pene di lunghezza media circa 14 cm solo che ha un diametro e non parlo di circonferenza di circa 5cm al glande! questo mi fa godere molto piu’ dei peni lunghi ma più fini diciamo.. fidatevi il diametro del pene conta molto piu’ della lunghezza perchè è il diametro che “allarga ed espande” le pareti vaginali e struscia nelle parti sensibili… risultato? una volta provato un diametro superiore ai 4.5 o 5 cm non si torna + indietro…

  4. una donna ha detto:

    Quello che ha scritto la dottoressa è molto bello… quella che è la mia esperienza è che ho avuto un buon sesso con un ragazzo che l’aveva piccolo , mi faceva godere in altri modi, e lo amavo tanto. Ma diceva che se non avevo orgasmi vaginali era colpa mia che non sapevo muovermi nel modo adeguato!. Ma quando ho avuto un partner che era ottimamente dotato e sapeva farlo molto molto bene,e non ha mai “fallito”, le cose sono cambiate. il buon sesso è diventato per me favoloso , dandomi orgasmi vaginali splendidi, oltre che io stessa ce l’ho piuttosto grossa, mi poteva “riempire”. l’ho lasciato per gravi motivi che non riguardano il nostro amore. Ora frequento un uomo che sfugge i nostri incontri, e credo che il motivo siano le sue dimensioni. finalmente dopo mesi l’abbiamo fatto una volta, si è fermato senza raggiungere l’eiaculazione, poi in un secondo momento ce l’ha fatta, e io non ho sentito praticamente niente. non posso dire che la cosa mi lasci indifferente, non so come andrà, ma certo è un aspetto che non posso sottovalutare. se con l’amore potrò accontentarmi, vedremo, ceto è che è frustrante. è inutile dire che le dimensioni non contano, basta saperlo usare.., anche se ti fanno venire con altra stimolazione, è bello ma non è la stessa cosa. voi uomini preferite venire con una sega o dentro una bella donna? la donna che amate? è bello sentire l’uomo che ami dentro di te e provare in quel momento il piacere più grande. e questa non è mancanza di amore

  5. Anonima ha detto:

    Buongiorno a tutti,

    mi ha colpito questa discussione perché mi sono trovata anche io nella stessa situazione di Mara. Ho frequentato per un periodo una persona matura con cui mi trovavo in sintonia su tutto e ci volevamo e ci vogliamo davvero bene. Effettivamente però quando è arrivato il momento della “prima volta” è stato un po’ uno shock. Non si tratta di aspettative, immaginazione, discorsi superficiali o quant’altro. Sono una persona con una forte sensibilità e assolutamente non superficiale. Il mio “lui” era fantastico in quanto a carezze, attenzioni e così via ma nel momento della penetrazione vera e propria il “problema” emergeva in quanto io non sentivo nulla. E se davvero sei attratta da una persona è normale volere fare del sano sesso con quella persona ed è normale arrivare a provare un senso di frustrazione quando ti avvicini al punto clou e il punto clou non lo puoi raggiungere.
    Mi sono allontanata con una scusa, perché è un argomento di cui non si può parlare e mi sono allontanata perché gli voglio bene e non lo voglio prendere in giro.
    Più che altro, appunto, per un primo momento di innamoramento forse si può pensare di mettere da parte l’argomento per focalizzarsi su ciò che realmente conta ovvero l’intesa, la complicità… ma a lungo andare sento che potrebbe effettivamente comportare delle difficoltà nel rapporto di coppia, il quale si basa sì sui sentimenti ma anche sul sesso.
    Mi piacerebbe capire se “Uomo Maturo” ha condiviso questi suoi pensieri con le sue partners oppure no.

    Un abbraccio a Mara e buona fortuna.

    • cosimo ha detto:

      Purtroppo Anonima non ci dice nulla sulle effettive dimensioni del suo partner, per cui la sua testimonianza è priva di interesse.
      Potrebbe essere il suo un comportamento normale oppure molto superficiale, ma manca un termine di paragone.

  6. uomo maturo ha detto:

    Ciao a tutte e tutti, personalmente credo vi siano donne che affrontano la sessualità con approccio positivo e quando si trovano un uomo con un pene piccolo sanno come godere e far godere, ma e’ verissimo che comunque le aspettative di una donna sono sempre rivolte a dimensioni del pene generose in sunto questo crea sicuramente più eccitazione anche mentale. Io purtroppo ho un pene che in erezione misura 12 cm e spesso penso che possa essere inadeguato. Mi sento bene soltanto quando ho una ragazza fissa e per un lungo periodo, da single mi tornano tutte le paturnie perché ad ogni nuovo incontro si ricomincia da zero. Inoltre vorrei veramente confrontarmi con maschi che hanno la stessa fissazione e capire come fanno per superare i momenti difficili. Poi so che e’ molto praticata l’operazione chirurgica di allungamento e sarebbe utile che uomini che hanno affrontato questo intervento dicano apertamente se ne vale la pena o no e quali sono stati per loro i pro e i contro… Se la situazione e’ decisamente migliorata e lo rifarebbero oppure se sconsigliano tale intervento. Beh insomma , diamoci una mano….

  7. hortensix ha detto:

    Beh, cara ragazza, vai dritta verso la verità, altrimenti il problema potrebbe essere forte per te in futuro, specialmente se hai sperimentato qualche altro prima di lui con dotazione normale. Esistono preservativi di misure diverse e adatte al caso, anche se sono convinto sia solo una scusa; in fondo una coppia in armonia lo potrebbe fare, con attenzione chiaramente, anche senza.
    E’ stato uno shock scoprirlo differente dagli altri, vero? Infatti, da lungo tempo sostengo che le donne non considerino affatto trascurabile la dimensione dell‘attrezzo maschile, benché molte continuino ad affermare il contrario. E la prova si ha proprio quando l’uomo si spoglia per fare sesso, perché la prima cosa che ti guardano è il pene e non certo gli occhi.
    Prova il suo gingillo e così capirai se potrai proseguire con lui.
    Buona fortuna.

  8. Anonymous ha detto:

    sto conoscendo da 3 settimane un ragazzo che mi piace molto, siamo sulla stessa lunghezza d’onda, ci piacciamo, parliamo bene, siamo simili e sensibili allo stesso modo. il gioco della seduzione è funzionato bene finchè si trattava di sguardi, baci rubati e parole, ma, l’altra sera, siamo andati oltre ed ho scoperto che ha un pene piccolissimo e, in quell’occasione, era anche molle.
    sono rimasta scioccata, non mi era mai successo e mai pensavo a una cosa del genere, il risultato è che io mi sono bloccata, non riuscivo piu’ a lasciarmi andare e, inoltre, con lui in intimità non sapevo come farlo eccitare, visto che era floscio.. ora non so che fare, non riesco a vederlo in modo virile, ma mi piace, ma ho il terrore del sesso perchè non so come comportarmi col suo pene e in piu’ non raggiunge l’erezione, è normale? sono bloccata.. inoltre, il preservativo si puo’ usare o è troppo grande? è possibile che in erezione il pene acquisti qualche centimetro? non sono molto attiva nel sesso, mi sento piuì passiva, mi piace essere guidata..lui lo sento insicuro, molto, troppo dolce con me e pure io, sembra che abbiamo 15 anni mentre ne abbiamo il doppio… migliorerà la siutazione?

  9. Anonymous ha detto:

    il mi oragazzo ha un pene molto piccolo sia di lunghezza che di spessore, stiamo insieme da poco ma ci amiamo tantissimo quindi non c’è stato imbarazzo in lui a dirmi i suoi pensieri nonostante sapesse che sono stata con altri ragazzi che non avevano problemi di dimensioni.e in me nel accettarlo. lui mi ha detto che ha difficolta a provare piacere in alcune posizioni e qui le mie paure vorrei che lo stesso piacere che provo io lo provasse lui, come posso capire se lo prova e come posso fare x aumentargli il piacere. ora direte bhe se lo ami cosi tanto parlane con lui, bhe so che si farebbe dei complessi e non voglio. aiutatemi

  10. Anonymous ha detto:

    il mio ragazzo ha un pene non piccolo di più.. e la nostra vita sessuale è favoosa, sono stata fidanzata altre volte e avuto rapporti con altri ragazzi che avevano dimensioni normali forse anche superiori. ma a me non cambia nulla anzi con lui è tutto più bello e non perchè lo sa usare meglio o per altre cose simile.. ma perchè lo amo.
    non a tutte le donne interessa la lunghezza o lo spessore.. ma interessa il sentimento.
    ha il pene talmente piccolo che in alcune posizioni “lui” non prova piacere oppure ha difficoltà a provarlo ed è questa l’unica cosa che mi dispiace, perchè a noi donne basta poco ma se l’uomo ha difficoltà è qui che sorge il problema perchè siete i primi a crearveli e a farvi complessi. vi do un consiglio trovate una donna che vi ami e tutte queste cose “futili” vaniranno. noi con i ltempo abbiamo scoperto le posizioni che a lui possono dargli piacere quindi orgasmo e nonostante io molto tradizionalista ho accettato delle posizioni. poi ragazzi ricordate l’importanza è non essere sterili perchè la donna la cosa che vuole di più al mondo è un figlio. ciao a tutti

  11. Anonymous ha detto:

    Salve, ho il pene piccolo, 9-10 cm da molle, ma non mi sono mai posto il problema, e se a una donna non va bene, che se ne cerchi uno più adatto alle sue esigenze!!!!!

  12. Anonymous ha detto:

    bene ragazzi ho una notizia buona e una cattiva, inizio con la cattiva, le donne adorano il pene grande, perchè il simbolo fallico grande è nei sogni erotici di ogni essere femminile, c’è anche da dire che un pene largo oltre ad eccitare maggiormente il partner può offrire migliori performance grazie sopratutto alla larghezza che permette migliori stimolazioni dell’apparato femminile.
    Adesso la buona notizia, le donne amano si il pene grande ma non lo pongono al primo posto come qualità sessuale, infatti alle donne ciò che interessa veramente è che il proprio partner gli procuri orgasmi di qualità, e per fare ciò non contano molto le dimensioni ma conta sopratutto l’esperienza la sensibiltà e la bravura nella stimolazione, una donna infatti cambierebbe un’uomo con pene grande ma che non sa soddisfarla con un’uomo con pene piccolo che a letto sa soddisfarla, quindi diremo che una donna preferisce un’uomo bravo a letto e possibilmente con pene grande.
    Ragazzi non date retta a chi vi garantisce di allungarvi il pene, sono cose che servono a poco se non a nulla, concentratevi sulle vostre prestazioni e non avrete problemi, sopratutto usate la fantasia ed esercitatevi il più possibbile

  13. Anonymous ha detto:

    bbiate fiducia in me e ricorderete..Dopo un lungo tempo di ricerca su questo tema sono arrivato ad una conclusione..le dimensioni del pene contano!..Questa ultima frase però non deve mettere paura….Tutte Le donne e tutti gli uomini confrontano tutto nella vita ma per prima cosa confrotano se stesse e se stessi..Il mio consigio non fare ed evidenzio MAI capire al tuo ragazzo quello che pensi o che hai pensato se lo ami veramente…Attenzione a ciò che dico,se ami una persona la ami e non contano le dimensioni (compresi altri difetti) ma questo deve essere vero…Questo è il caso numero 1…L’altro caso invece è questo per le personeche si vogliono divertire ss per lui e sia per lei c sonocose che eccitano o meno..non solo le dimensioni degli organi sessuali ma anche la personalità ed il modo di fare dei partner…Il pene si può migliorare consiglio per il tuo partner se il problema dovesse salire lo stesso a galla nella vostra relazione…Il mio consiglio è d eseguire esercizi di estensione del pene naturali che sono efficaci li ho provati..E’ chiaro che non diventerai un superdotato perchè bisogna rispettare i limiti che ci ha offerto l’eredità..Però si verificherà per divisione cellulare un aumento di un paio di cm di lunghezza ed una visione migliore del membro in stato di erezione e a volte anche in stato flaccido…La circonferenza conta di più che la lunghezza..Se il tuo partner è molto erotico e dolce sarà più forte di uno con un bel membro e basta…un pene in stato di erezione di 12/13 cm di lunghezza e di 9 cm allo stato flaccido è nella media con gli esercizi da 13 si arriva a 18 circa..sotto i 7 cm in stato di erezione potresti non sentire davvero nulla…in su non c’è da proccuparsi..Buon proseguimento saluti

  14. Anonymous ha detto:

    Mi accorgo che il problema del pene piccolo non sia solo dell’uomo ma anche della donna. Posso capire che un uomo se lo faccia. Infatti quando dopo la palestra ci facciamo la doccia proviamo imbarazzo se vediamo un altro col pene lungo. Ma non accetto la presunzione di una donna che non capisce che le dimensioni non sono importanti. Io di una donna così avrei paura.

  15. Anonymous ha detto:

    Credenze popolari … questa è forte!!!
    Ci manca solo che dai la colpa al destino cinico e baro e siamo a posto …

  16. FULVIO ha detto:

    Cara Dott. Proietti, non capisco perché lei risponde alla ragazza dicendogli di non pensare “come fanno gli uomini” che le misure del pene sono importanti.
    Mai come in questo caso mi sembra che questo lo pensino le donne!!!!
    Mi sa che lei è un po’ asimmetrica nelle sue valutazioni, o vuole come si dice .. nascondere l’immondizia sotto il tappeto???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram