Psicologia del benessere

benessere

Psicologia del benessere, di Luigi Mastronardi

La Psicologia del Benessere, attraverso l’ausilio di tecniche e strategie autoterapiche, concepisce lo star bene come una conquista, un vero e proprio percorso; quindi, un processo dinamico, emozionale e fisico, che porti a vivere con pienezza.

Le strategie psichiche così come le tecniche di rilassamento, possono essenere utilizzati nella pratica quotidiana da chiunque, in quanto di facile applicazione con risultati immediati se realizzati regolarmente.

Possiamo, quindi, dire che migliorare la propria vita è possibile per tutti, occorre, però, impegno ed interesse; d’altra parte, quanto più sperimentiamo la sensazione di poter intervenire nel nostro percorso esistenziale, tanto più ci sentiamo partecipi e capaci di influenzarlo positivamente. In questo modo, siamo spinti ad attivare le nostre risorse: per iniziare basta avere un atteggiamento più attento verso se stessi.

Molti, però, possono incontrare una sorta di “difficoltà emotiva” nell’attivarsi, non riuscendo da soli ad intraprendere quel percorso indispensabile al soddisfacimento, al benessere: in questi casi è consigliabile l’intervento di un professionista che, in linea con quanto finora detto, io vorrei definire “psicologo del benessere”.

Questa nuova figura professionale si distingue per essere un nuovo esperto, con una formazione accademica ado di basata sulla conoscenza degli aspetti cognitivi, emozionali, comportamentali e relazionali dell’essere umano.

Si tratta di una figura in grado di prestare aiuto sia alle persone in delicati e difficili momenti della loro vita, sia a quelle che desiderino sviluppare la propria condizione esistenziale.

Il ruolo, dunque, dello Psicologo del Benessere si concentra sull’aiuto all’incremento della qualità di vita del soggetto, attraverso un potenziamento delle sue risorse psicologiche; il suo ausilio consiste nello sviluppare positivamente le proprie caratteristiche di personalità e ad acquistare nuove strategie comportamentali che favoriranno il suo stare meglio.

La meta generale di tutte le proposte terapeutiche è aiutare l’individuo a vedere in se stesso: il lavoro di “operatori del mondo interiore” è, infatti, solo uno strumento per facilitare il percorso che la persona ha scelto di fare, creare nuove possibilità affinchè il paziente entri in contatto con il suo mondo interiore. Tuttavia, l’ interesse maggiore della Psicologia del Benessere si concentra sul promuovere uno stato psichico ed una qualità di vita che permettano all’individuo di sentirsi soddisfatto e realizzato.

Possiamo definire il ruolo dello Psicologo del Benessere come promozionale, ossia caratterizzato dalla “promozione di condizioni che favoriscano la maggior salute psichica attraverso interventi generali e che non mirino soltanto alla risoluzione di un problema specifico. Ovviamente, la prevenzione si riferisce anche alla diagnosi di disturbi già esistenti, affinchè non diventino più gravi.

Nel perseguire il Benessere come obiettivo fondamentale, il nostro psicologo non potrà fare riferimento ad un unico modello teorico o terapeutico, ma sarà in grado di impiegare diverse tecniche, applicando ad ogni situazione la strategia più adatta, in modo di aiutare il suo cliente ad eliminare atteggiamenti stressanti o invalidanti per il suo “star bene”.

La sua preparazione, quindi, sarà di approfondimento delle varie discipline in modo da poter utilizzare le tecniche da esse derivate; inoltre, il suo lavoro, è stato strutturato in modo da renderlo una figura di riferimento, in ambito sociale, nella promozione della salute psichica.

La mia proposta si fonda, soprattutto, sull’idea che l’individuo diventi protagonista nel suo percorso e che sappia affrontare le implicazioni emotive della sua esperienza. Per fare ciò, l’intervento che sono solito applicare è il counseling: si tratta di un tipo di assistenza psicologica che assicura, in tempi brevi, un valido sostegno a chi risenta di problemi di adattamento o a chi consideri i propri comportamenti insufficienti per il personale benessere globale. Consiste, infatti, in una serie di colloqui rivolti ad un’effettiva “azione psicologica”, le cui tecniche mirano a potenziare i comportamenti funzionali del soggetto, consentendogli una competenza concreta ed operativa, così come di sviluppare la sua capacità espressiva.

La caratteristica fondamentale del counseling, pienamente consonante con le idee della Psicologia del Benessere, è che il punto focale della terapia si sviluppi intorno all’individuo stesso, alla sua “crescita interiore” e non esclusivamente alla “difficoltà” del soggetto.Il lavoro, che secondo la mia esperienza, lo psicologo del benessere propone, come intervento preliminare e propedeutico ad eventuali approfondimenti, è organizzato in soli tre colloqui di counseling che intendono: focalizzare i punti problematici, potenziare lo sviluppo delle caratteristiche personali osservate come favorevoli al benessere ed, infine, promuovere l’acquisizione e l’applicazione effettiva di nuovi atteggiamenti, congeniali allo star bene. ovviamente, nel caso in cui venga diagnosticato un conflitto di maggior portata, il paziente sarà indirizzato ad una terapia più adeguata.

Infine, un altro aspetto molto importante che caratterizza il ruolo dello Psicologo del Benessere è il suggerimento del fatto che il cliente possa usufruire della sua rete sociale: esistono, infatti, nella comunità, nel quartiere, diversi servizi rivolti non solo al sostegno psichico, ma che propongono anche la maggior partecipazione ed inserimento dell’individuo nella vita comunitaria.

Concludendo, vorrei sottolineare che la caratteristica di cui questa disciplina si pregia è data dal proporsi come elastica e disponibile ad accogliere le persone nella loro soggettività.

Luigi Mastronardi

Immagine

Wikimedia

Psicolinea.it © 2001-2005

Please follow and like us:

Author Profile

Prof. Luigi Mastronardi
Laureato in FILOSOFIA (indirizzo Psicologico) ed in PSICOLOGIA (indirizzo applicativo), Autore di oltre 50 Pubblicazioni scientifiche inerenti la psicologia e la psicoterapia e di n° 4 testi sulla psicologia applicata:

LE TECNICHE DELLA PSICOTERAPIA (1984) Edizioni Kappa, libro consigliato nel Corso di Laurea in Psicologia,Univ.di Roma
LA PSICOLOGIA DEI PROVERBI (1998) Edizioni Scientifiche Magi,Roma
IO GUARIRO’,Autoterapie psicologiche (2001) Edizioni Tecniche Nuove, Milano
LA PSICOLOGIA DEL BENESSERE in corso di stampa,Tecniche Nuove,Milano

Docente nel Corso di Perfezionamento in Psicoimmunologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia,Università La Sapienza,Roma –Psicoterapeuta (indirizzo dinamico) da oltre 26 anni(soprattutto psicoterapeuta di malattie oncologiche) -Direttore della Scuola di Specializzazione in PSICOTERAPIA DINAMICA BREVE autorizzata dal MIUR –Direttore della Scuola triennale di NATUROPATIA, dello IAF,Roma(www.iaform.it) -Direttore scientifico dei Corsi(oltre 20) sulla SALUTE NATURALE, dello IAF(www.iaform.it) -Relatore di conferenze sull’Autoguarigione (negli anni migliaia di partecipanti)-Vice-presidente della Società Italiana di Medicina del Benessere (www.simben.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram