Ancona, Marche, Italy
0039 347 0375949
psicolinea@psicolinea.it

I retroscena del Congresso di Salisburgo (27 Aprile 1908)

Sito di psicologia, online dal 2001

Created with Sketch.

I retroscena del Congresso di Salisburgo (27 Aprile 1908)

Salisburgo

Ernest Jones. Arrivò a Salisburgo il giorno prima che iniziasse il Congresso. Quando varcò la soglia dell’Hotel Bristol si sentì “distintamente nervoso in quanto ultimo arrivato, relativamente parlando, fra un gruppo numeroso di persone che si conoscevano già“. Jones aveva allora 29 anni e fu presentato a Freud da Jung la sera prima del Congresso. Jones conosceva già i libri di Freud, che aveva iniziato a leggere a Londra.
Mi impressionò molto – raccontò poi – che a Vienna ci fosse un uomo realmente capace di ascoltare ogni singola parola detta dai suoi pazienti… Non avevo mai sentito di qualcun altro che lo facesse”.

Karl Abraham. Abraham era uno psichiatra tedesco che aveva lavorato al Burgholzli sotto la direzione di Bleuler e Jung e che aveva ora aperto uno studio psicoanalitico a Berlino. Jung era geloso di lui, perché Freud mostrava avere una certa predilezione verso Abraham e non ne faceva mistero. Una volta Freud scrisse a Jung: “ Sin dall’inizio sono stato molto ben disposto verso Abraham perché affronta di petto il problema della sessualità” sottintendendo che gli avrebbe fatto piacere vedere in Jung lo stesso interesse. (S. Freud – lettere fra Freud e Jung 1906-1913, Boringhieri).

Quando, dopo un lungo rapporto epistolare Freud conobbe Abraham lo trovò inibito. “Penso che non riesca a rilassarsi perché lo tormentano incertezze che conosco fin troppo bene: è ebreo e si preoccupa per il suo futuro” ebbe a dire di lui Freud.

Sandor Ferenczi. Ferenczi aveva conosciuto Freud due mesi prima del Congresso di Salisburgo. Era un neurologo ungherese di 35 anni, il quale passò completamente dalla parte di Freud dopo il Congresso, introducendo in Ungheria le teorie freudiane, tra il sarcasmo dei colleghi.

Eugen Bleuler. Bleuler era presente al Congresso di Salisburgo, ma non presiedeva l’assemblea come Freud avrebbe voluto.

Abraham Brill. Brill aveva appena finito di tradurre in inglese l’ultimo libro di Jung sulla schizofrenia, Psicologia della Dementia Praecox, e aveva dichiarato che senza dubbio dopo Freud quell’opera andava a gettare le fondamenta della mdoerna psichiatria interpretativa. Lui era l’allievo di Freud che avrebbe dovuto introdurre in America i concetti della psicoanalisi.

Dopo il Congresso le difficoltà fra Abraham e Jung continuarono. Freud ammonì Abraham: “Sia tollerante e non dimentichi che seguire il mio pensiero è davvero più facile per lei che per Jung, perché innanzi tutto lei è completamente indipendente, e poi i legami di razza la rendono più vicina alla mia costituzione intellettuale, mentre lui è cristiano e figlio di un pastore: può cercare di raggiungermi solo lottando contro grosse resistenze interne. Per questo la sua adesione è ancora più preziosa. Stavo quasi per dire che è solo da quando è entrato in scena lui che la psicoanalisi non corre più il rischio di diventare un affare di stato fra ebrei”.
Ed ancora, sulla razza: “Immagino che l’antisemitismo svizzero represso sia stato a me risparmiato e diretto con maggiore forza contro di lei. Ma penso che se noi ebrei vogliamo collaborare con altre persone dobbiamo sviluppare un po’ di masochismo, prepararci a sopportare una certa dose di ingiustizia. Non c’è altro modo di lavorare insieme… Ah, perché non riesco ad avervi tutti e due, lei con la sua dedizione e Jung con il suo entusiasmo?” (Ernest Jones, Vita e Opere di Freud).

Dr. Giuliana Proietti

Fonte: Donn, Freud e Jung, Leonardo

nevrosi

Nevrosi e Psicosi – Freud 1924

In due articoli del 1924 Freud precisa le affinità e le differenze fra nevrosi e psicosi: "La nevrosi sarebbe un ...
Leggi Tutto
L'Io

L’Io e l’Es – Freud (1922)

Nell’opera L’Io e l’Es del 1922, Freud individua tre istanze dell’apparato psichico che non chiama più conscio, preconscio e inconscio, ...
Leggi Tutto
Psicologia delle masse

Psicologia delle masse e analisi dell’Io – Freud 1921

Nel 1921 Freud pubblicò un libretto, di circa cento pagine, chiamato Psicologia delle masse e analisi dell'Io. Era quello un ...
Leggi Tutto
narcisismo

Freud, Introduzione al narcisismo

Ecco come descrive Freud, nel 1914, la sua 'Introduzione al Narcisismo' ad uno dei suoi seguaci della prima ora (Abraham): ...
Leggi Tutto
Totem e tabù

1913 Totem e tabù

Dopo la rottura con C.G. Jung ed in risposta all'interesse per la mitologia del suo ex allievo, Freud pubblicò, nel ...
Leggi Tutto

Freud-Jung: ultima corrispondenza di fuoco

Sopra: Carl Guastav Jung  nel 1912 A sin. Freud e la figlia Anna in vacanza sulle Dolomiti,  1912, Come sostenne ...
Leggi Tutto
secondo svenimento

1912: secondo svenimento pubblico di Freud

Freud svenne due volte, in presenza di Jung: una volta nel 1909, prima di partire per l'America, un'altra volta nel ...
Leggi Tutto

Psicoanalisi: il Comitato Segreto

Da sinistra: Rank, Abraham, Eitington, Jones. In basso: Freud, Ferenczi e Sachs ritratti nel 1920. Durante l'estate del 1912 Jones ...
Leggi Tutto
Leonardo da Vinci

Un ricordo d’infanzia di Leonardo da Vinci

Nel 1910 Sigmund Freud pubblicò "Un ricordo d'infanzia di Leonardo Da Vinci", la sua prima psicobiografia. L'inventore della psicoanalisi era ...
Leggi Tutto
norimberga

1910: Il Congresso di Psicoanalisi a Norimberga

Nel 1910 fu organizzato un Congresso di psicoanalisi, allo scopo di da far convergere i sostenitori della scienza psicoanalitica in ...
Leggi Tutto
Freud e Jung

Freud e Jung ospiti di Putnam sui Monti Adirondack

Sopra: Lake Placid e Monti Adirondack. Scrisse Freud, nel 1924, nella sua autobiografia: ”La psicoanalisi non ha perso terreno in ...
Leggi Tutto
Statua di un prete

Freud alla Clark University (1909)

Sopra: Statua di un prete, antichità cipriota (sesto secolo A.C.) conservata presso il Metropolitan Museum di New York. La storia ...
Leggi Tutto
quarta conferenza

Quarta Conferenza sulla psicoanalisi – Freud 1909

Sopra: Edipo e la Sfinge Continuiamo a parlare delle conferenze tenute da Freud presso la Clark University di Worcester, USA ...
Leggi Tutto

Freud, la nevrosi ossessiva e l’Uomo dei Topi

L'Uomo dei Topi era un paziente di Freud, un avvocato di circa trent’anni che aveva sofferto fin dalla prima infanzia ...
Leggi Tutto
Salisburgo

I retroscena del Congresso di Salisburgo (27 Aprile 1908)

Ernest Jones. Arrivò a Salisburgo il giorno prima che iniziasse il Congresso. Quando varcò la soglia dell'Hotel Bristol si sentì ...
Leggi Tutto
Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram