amore

L’amore può davvero modificare il nostro pensiero?

Gli psicologi Jens Förster, Kai Epstude, e Amina Özelsel che lavorano presso l’Università di Amsterdam, hanno fatto su questo tema una interessante ricerca scoprendo che è vero, l’amore ci fa pensare in modo diverso, nel senso che innesca una trasformazione complessiva della persona, che a sua volta promuove il pensiero creativo e interferisce con il pensiero analitico. Pensare al sesso, invece, ha l’effetto opposto: in questo caso il pensiero analitico è superiore ed interferisce con la creatività.

I ricercatori sostengono che l’amore romantico induce una prospettiva di lungo termine, al contrario del desiderio sessuale, che induce una prospettiva di breve termine. L’amore infatti implica tipici desideri ed obiettivi di attaccamento prolungati nel tempo con una persona, mentre il desiderio sessuale è tipicamente focalizzato sulla partecipazione ad attività sessuali nel “qui e ora”. Coerentemente con questa idea, quando i ricercatori hanno chiesto alle persone di immaginare un incontro romantico o un incontro occasionale di solo sesso, hanno scoperto che quelli che immaginavano una relazione d’amore riuscivano a spingersi più lontano nel futuro rispetto a coloro che pensavano al sesso occasionale.

Secondo la teoria del livello di costrutto (CLT), pensando ad eventi che sono psicologicamente distanti, nel futuro o nel passato, si ottiene uno stile del pensiero più “globale”. In altre parole possiamo vedere il bosco, piuttosto che i singoli alberi.

Uno stile del pensiero “globale” promuove inoltre il pensiero creativo, perché contribuisce ad accrescere le associazioni lontane nel tempo e non comuni. Si consideri, ad esempio, l’atto di cercare un regalo per il partner. Se si pensa un dono, chi ha uno stile del pensiero più centrato sui dettagli, probabilmente si concentra sulle opzioni più letterali e concrete, la maggior parte delle quali si concretizzano in un oggetto tangibile, avvolto in carta colorata. Pensare in senso globale ad un dono potrebbe invece indurre a considerare il regalo come “qualcosa che lo/la farà felice”. E allora si può pensare ad una vacanza insieme, a scrivere una canzone, a pulire o ristrutturare la casa…

Naturalmente, questo non significa che dobbiamo sempre pensare a livello globale. Il pensiero analitico ci impone di applicare fondamentali regole logiche, che aiutano a discriminare fra più opzioni, in modo da escludere subito quelle che non riteniamo interessanti.

In sintesi, gli autori suggeriscono che l’amore attiva una prospettiva di lungo periodo, capace di suscitare una trasformazione completa della persona ed anche di promuovere la creatività, ostacolando il pensiero analitico. Al contrario, il sesso attiva una prospettiva di breve periodo, che promuove una riflessione più analitica, che ostacola il pensiero creativo.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Fonte: Scientific American

Immagine: Nattu

Error: View fd059daadq may not exist
Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona Civitanova Marche, Fabriano
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche Fabriano e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.