Lo Tsunami d’argento e l’invecchiamento sano e felice

Lo Tsunami d'argento e l'invecchiamento sano e felice

Lo Tsunami d’argento e l’invecchiamento sano e felice

PSICOTERAPIA SESSUOLOGIA ONLINE
Costo : 60 euro/ Durata: 1 ora/ Frequenza: da definireDr. Giuliana Proietti Instagram

L’invecchiamento della popolazione è un dato di fatto: sempre più persone raggiungono e superano gli 80 anni. Tradizionalmente, l’invecchiamento viene considerato come un periodo di progressivo declino della funzione fisica, cognitiva e psicosociale, oltre che come il “problema principale per la salute pubblica”, altresì definito “lo tsunami d’argento”.

A34/A14

Questo punto di vista negativo sull’invecchiamento contrasta però con i risultati di un’indagine psicologica condotta su 1.006 soggetti anziani residenti a San Diego ( Successful Aging Evaluation – SAGE) , che sono stati intervistati telefonicamente per 25 minuti, cui è seguita la compilazione di un questionario via email.

L’indagine riguardava adulti tra i 50 e 99 anni, con un’età media di poco più di 77 anni. Oltre a misurare la percentuale di malattie croniche e disabilità, l’indagine ha esaminato criteri più soggettivi, come l’impegno sociale, chiedendo ai partecipanti una auto-valutazione del loro stato di salute, in generale.

YouTube player

 

 

 

Ai partecipanti è stato chiesto di valutare come sentivano di essere invecchiati, valutando il loro “successo” nell’impresa, attraverso una scala di 10 punti e la motivazione del voto. I risultati hanno mostrato che le persone con basso funzionamento fisico, ma con alta resilienza avevano auto-valutazioni sull’invecchiamento del tutto simili a quelle di persone sane, ma con scarsa resisilenza (La resilienza è quella capacità che permette alle persone di attraversare esperienze negative, uscendone rafforzate). Allo stesso modo, le auto-valutazioni degli individui a basso funzionamento fisico, ma senza depressione o con depressione lieve avevano punteggi paragonabili a quelli di persone fisicamente sane, con depressione da moderata a grave.

Una migliore auto-valutazione sull’invecchiamento di successo è stata associata con l’istruzione superiore, con una migliore funzione cognitiva, una migliore percezione della salute fisica e mentale, una depressione minore e un maggiore ottimismo e capacità di recupero (resilienza).

Gli autori concludono che la resilienza e la depressione hanno un impatto significativo su come gli individui valutano l’invecchiamento positivo, con effetti che sono paragonabili a quelli della salute fisica. “Anche se l’età avanzata viene strettamente associata con il peggioramento del funzionamento fisico e cognitivo, essa viene anche legata ad un migliore funzionamento mentale”, ha detto il co-autore Colin Depp,  professore associato di psichiatria presso la San Diego School of Medicine.

YouTube player

“Sebbene vi sia un crescente interesse per la comprensione e la promozione di un invecchiamento sano, fino ad ora poche ricerche hanno messo in luce la combinazione fra salute fisica e valutazioni cognitive e psicologiche, in un campione ampio e selezionato in modo casuale”, ha detto il ricercatore principale Dilip V. Jeste, Professore di Psichiatria e Neuroscienze, e direttore dello Stein Institute for Research on Aging, oltre che presidente in carica della American Psychiatric Association. “A volte i risultati più importanti vengono dai vissuti dei soggetti stessi. Questo studio mostra che, anche nel mezzo di un declino fisico e cognitivo, gli individui possono riportare la sensazione che il loro benessere sia migliorato con l’età”.

Leggi anche:  L'induzione in ipnosi

Questa percezione, di aumento del benessere con l’invecchiamento, persisteva anche dopo aver considerato variabili quali reddito, istruzione e stato coniugale.

Il suggerimento dunque è quello di prendersi cura degli anziani in modo più ottimistico, perché questo aiuterà gli anziani stessi a stare meglio in salute, fisica e psicologica (ed anche le generazioni più giovani, che non percepiranno più gli anziani solo come costi per la società…)

Dr. Giuliana Proietti

 

Dr. Giuliana Proietti

YouTube player

Costo: 60 euro/ Durata: 1 ora/ Frequenza: da definire

Fonte:
American Journal of Psychiatry, via Paradox Of Aging: Older People Report Better Cognitive Functioning, Well-Being, Science 2.0

Immagine:
Pexels

LibriAutori:
Dr. Giuliana Proietti - Dr. Walter La Gatta

YouTube player

TERAPEUTI DI PSICOLINEA
Skype Terapeuti

TERAPIE INDIVIDUALI E DI COPPIA ONLINE
Costo 60 euro / Durata: 1 ora / Frequenza: da definire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *