Paura di essere omosessuale – Consulenza online

Paura di essere omosessuale

Salve, le sto scrivendo perchè sto malissimo. Ho sempre avuto ossessioni e dubbi sul mio orientamento sessuale. Sono un ragazzo di 23 anni, vergine, ho solo dato il primo bacio ad una ragazza, momento più bello della mia vita. Non ho mai desiderato rapporti omosessuali, anzi spesso mi vengono in mente pensieri intrusivi come se volessi fare sesso con un uomo per mettermi alla prova. Il focus della mia problematica riguarda le fantasie masturbatorie: perchè da sempre mi masturbo pensando a soggetti maschili nudi (per esempio durante gli spogliatoi, che non si vergognano a mostrare la loro nudità) o che indossano il costume a slip (costume che desideravo sempre indossare, ma che mi suscita imbarazzo o forse considero proibito). La visione di un uomo in questa tenuta è eccitante per me, ma al contempo ho il terrore di essere un gay che non si accetta: non ho mai fantasticato su rapporti omosessuali, su rapporti etero sempre, infatti vivo male il fatto che non riesco a trovare una ragazza.
Attendo un vostro aiuto, nella speranza che possa aiutarmi.

Gentilissimo,

Lei ha bisogno di un aiuto psicologico. In primis infatti lei deve imparare a guardare all’omosessualità (non solo la sua, eventuale, ma in generale) come a qualcosa di assolutamente naturale, che non comporta in sé nulla di trasgressivo: è una scelta d’amore, non una morbosità o una perversione. Una volta superato questo step si può parlare della sua attrazione verso le donne, che sembra genuina, ma che è evidentemente influenzata negativamente dalla scarsa fiducia che lei ha in se stesso, dal suo senso di inadeguatezza, dalla mancanza di esperienza, dalla scarsa conoscenza dell’universo femminile. E’ ipotizzabile che questa sua ossessione per la sessualità maschile derivi dal fatto che si sente un fallito nel campo eterosessuale e dunque stia cercando di convincersi di essere gay, al fine di giustificare a se stesso la sua scarsa esperienza con le donne e le sue molteplici frustrazioni.
Deve dunque essere aiutato a rasserenarsi, a rilassarsi rispetto a queste tematiche ed essere sostenuto in un suo graduale avvicinamento a più figure femminili (non solo in ambito sessuale, ma anche, e soprattutto, amicale), che possano permetterle di guardare alla donna come a una compagna di vita e non un essere alieno, con il quale è difficile stabilire contatti. o comunicare usando lo stesso linguaggio.

Molti auguri: se si farà aiutare ce la farà!

Dr. Giuliana Proietti

Immagine

Pixels

GP

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram