Il corretto sviluppo del linguaggio nel bambino

linguaggio

Ogni bambino cresce e si sviluppa secondo i suoi tempi. Anche l’acquisizione del linguaggio può variare moltissimo da individuo a individuo ed i genitori farebbero meglio ad evitare di fare continui quanto inutili confronti: prima o poi tutti i bambini raggiungeranno le stesse tappe, chi prima, chi dopo.

A livello orientativo, per quanto attiene l’acquisizione del linguaggio si può dare la seguente tempistica:

2 anni
Il bambino conosce circa 50 parole ma ne comprende anche di più, è capace di legare due termini tra di loro e sa usare semplici aggettivi come “grande” e “bello”.
I genitori lo comprendono abbastanza chiaramente in almeno il 50% delle cose che dice.

3 anni

Il bambino riesce a dare un nome a tutti gli oggetti di uso comune, sa dire il suo nome e la sua età, sa usare i pronomi personali (io, tu, loro, ecc.), sa rispondere a semplici domande.

4 anni

La maggior parte dei bambini parla in modo da farsi comprendere anche da persone estranee alla famiglia.

Se il proprio figlio è lontano da questi standards, cosa fare? Anzitutto non allarmarsi, perché come si è detto in premessa ogni bambino ha i suoi tempi di crescita e di sviluppo: può essere però utile parlarne con il pediatra, perché si possano intanto escludere eventuali problemi di sordità o altri disturbi dello sviluppo.

Dott.ssa Giuliana Proietti

Mix

Il tradimento e la terapia di coppia

Il tradimento e la terapia di coppia

Il tradimento è una delle esperienze più condivise al mondo: nessuno ne è totalmente immune, sia esso vissuto all'interno della ...
Leggi Tutto
impotenza di coppia terapia

Impotenza di coppia e Terapia

IMPOTENZA DI COPPIA E TERAPIA: Perché si parla di impotenza di coppia e quale è la terapia? STUDIO DI PSICOLOGIA ...
Leggi Tutto
ciclotimia

Ciclotimia e disturbo bipolare

La ciclotimia e il disturbo bipolare: di cosa si tratta? Il disturbo bipolare consiste nell'oscillazione fra due polarità. Ad oscillare ...
Leggi Tutto
complesso edipico

Il Complesso edipico: di cosa si tratta?

Complesso edipico: di cosa si tratta? Nella teoria psicoanalitica il complesso di Edipo riguarda un desiderio infantile di coinvolgimento sessuale ...
Leggi Tutto
Matilde di Canossa

Matilde di Canossa: la donna più potente del Medioevo

Matilde di Canossa è senz'altro una delle figure femminili più interessanti dell'alto medioevo; basti pensare che questa donna cominciò a ...
Leggi Tutto

Psicoterapia: istruzioni per l’uso

Non tutti quelli che decidono di voler iniziare una psicoterapia hanno chiaro in mente cosa li attende. Non tutti sanno ...
Leggi Tutto
l'abbraccio

L’abbraccio come forma di comunicazione

L'abbraccio: una definizione Abbracciare significa cingere, afferrare, serrare con le braccia una persona, per lo più in segno di affetto ...
Leggi Tutto
infertilità

Infertilità: aspetti psicologici

Differenza fra sterilità e infertilità La sterilità è l'incapacità assoluta di concepire, mentre l'infertilità riguarda l'impossibilità di concepire, o portare a termine la ...
Leggi Tutto
cocaina

Cocaina: cosa è, come funziona

Cocaina: che cosa è La cocaina è una sostanza stupefacente. Agisce come stimolante del sistema nervoso centrale, è vasocostrittore ed anestetico, con ...
Leggi Tutto
Ansia

Ansia: come riconoscerla, come curarla a Ancona

ANSIA, COME RICONOSCERLA, COME CURARLA ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE e Via Skype Dr. Giuliana Proietti Tel. 347 0375949 Perché i ...
Leggi Tutto
disturbo bipolare

Disturbo bipolare: come aiutare chi ne soffre

Disturbo bipolare: di cosa si tratta Il disturbo bipolare è una patologia psichiatrica, caratterizzata dall’alternanza, talvolta anche repentina, di depressione, euforia o ...
Leggi Tutto
Colette

Colette: una vita da film

Colette scrisse una ottantina di libri, ma non solo per questo è un vero e proprio mito letterario, soprattutto in ...
Leggi Tutto
disturbo ossessivo compulsivo

Potresti soffrire di disturbo ossessivo compulsivo? Test

Potresti soffrire di disturbo ossessivo-compulsivo? Ti presentiamo questo test, per aiutarti a capirlo e come punto di riferimento. Si    No  ...
Leggi Tutto
Psicologia del Souvenir

Psicologia del Souvenir

Psicologia del Souvenir: cosa si nasconde dietro lo scambio di questi oggetti? Cosa sono i souvenir? I souvenir sono dei ...
Leggi Tutto
sua madre

Io, lui e sua madre – Consulenza on Line

Il problema: sua madre Gentile Dottoressa, sono sposata da 1 anno e qualche mese, dopo 2 di convivenza e 6 ...
Leggi Tutto
Presidente Schreber

Freud, il caso del presidente Schreber, la paranoia

Il Presidente Schreber, alias Daniel Paul Schreber (sopra), Presidente della Corte di Appello di Dresda, pubblicò un libro – nell'anno ...
Leggi Tutto
Chiedi una Consulenza online

Chiedi una Consulenza Psicologica su Psicolinea!

Come fare richiesta di Consulenza psicologica - sessuologica gratuita su Psicolinea? Devi semplicemente inserire la tua richiesta nei commenti a ...
Leggi Tutto

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
ANCONA FABRIANO CIVITANOVA MARCHE
Per appuntamenti: 347 0375949 - g.proietti@psicolinea.it

E' possibile anche fissare degli appuntamenti Via Skype.
https://www.psicolinea.it/sostegno-psicologico-distanza/

Per leggere il CV:
https://www.psicolinea.it/dr-giuliana-proietti_psicologa_sessuologa_ancona/

Per vedere dei videofilmati su YouTube
https://www.youtube.com/user/RedPsicCdt

Per la pagina Facebook
https://www.facebook.com/Giuliana.Proietti.Psicosessuologia

Per il Profilo Facebook
https://www.facebook.com/giuliana.proietti.psicologa

1 commento su “Il corretto sviluppo del linguaggio nel bambino”

  1. Salve,
    la mia bambina compie 4 anni a giorni e ancora non sa formulare frasi se non quelle basilari…ho l’impressione che fatichi a trovare le parole e ad organizzarle, è paziente, attenta quando leggo una storia, ma se le chiedo perchè questo o quello,… risponde “eh….non lo so”, fatica a correggersi nella forma: dice stupid”a” al fratello, eppure sa distinfuere un bambino da una bambina, e chiedendole di fare attenzione attribuisce correttamente il genere…, distingue la destra dalla sinistra (occhio, orecchio, mano,…), le forme geometriche, alcune messaggi per immagini come quelle semplici e stilizzate in manuali di istruzioni per l’uso,…; fatica (anche se le si ripete correttamente la frase diverse volte) ad esempio a dire “le” mucche invece che “i” mucche, …..; è molto brava in psicomotricità a scuola, bravissima a colorare, disegna bene per la sua età, sa fare i puzzle anche quelli per bambini più grandi ( ha buon occhio ), a volte però non ricorda (o li confonde)i nomi degli oggetti quando è un pò che non li vede (ad esempio aspirapolvere…)….. non ha ben acquisito la distinzione tra “chi sei?” e “come sei?”, bene invece la sequenza tra prima e dopo, oggi e domani…ha faticato a dire “ti voglio bene” dicendo solo “ti tanto bene” anche passati i tre anni; è stata molto autonoma nel gioco, esaminava scrupolosamente ogni giocattolo e giocava da sola per ore, autonoma anche nel mangiare: già all’età di due anni, sedeva da sola e usava correttamente il cucchiaino o la forchettina senza sporcarsi… è vivace molto accogliente e sociecole con i compagni, in goni gruppo si è sempre inserita con estrema facilità (non ha pianto se non in al massimo tre occasioni e al nido )attenta ai loro bisogni come una mammina…
    il parto è stato naturale (mezz’ora per uscire), la bambina ha pianto subito, anche se aveva il cordone intorno al collo ed era scura alla nascita per l’oppressione del cordone…, ricordo che già a un mese ci sorrideva tra lo stupore di tutti; a tre mesi si sapeva girare a pancia sotto; ha gattonato regolarmente e a 13 mesi ha camminato.
    Abbiamo fatto un anno di logopedia ma a parte riscontrare questa sua difficoltà in comprensione e produzione, maggiore tra l’altro in un contesto strutturato che in situazioni di maggiore spontaneità, dove tende tra l’altro a compensare “rubando” con gli occhi, rispetto ai test e alle attività più diverse: sequenze, riconscimento di un’azione attraverso una figura,etc….i risultati sono sempre ottimi e dunque non sappiamo bene quale sia il problema per poter mirare la nostra azione…
    ringrazio anticipatamente per quanto saprete consigliarmi…
    Stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram