fumare donne

Le Esperienze Infantili Sfavorevoli (Adverse childhood experiences, o ACE) possono influire su chi le ha subite per tutta la vita. Una nuova ricerca pubblicata su Substance Abuse Treatment, Prevention, and Policy spiega come questi eventi possono essere legati alla motivazione al fumo in soggetti  adulti, soprattutto donne, e per questo suggerisce che il trattamento e le strategie per smettere di fumare tengano conto del possibile trauma infantile subito, e dei suoi effetti psicologici.

Il trauma infantile può riguardare indifferentemente l’ abuso psicologico, fisico e sessuale, così come l’incuria e interessa molte persone. In uno dei più grandi studi di indagine sulle ACE, oltre il 60% degli adulti esaminati ha riportato una storia di almeno un evento traumatico infantile. Si pensa che le ACE abbiano  un effetto di  lungo termine sullo sviluppo dei bambini e possano  portare a comportamenti non salutistici.

In un recente studio, oltre 7000 persone hanno compilato un questionario per individuare le esperienze infantili traumatiche; la metà del campione era composto da donne.

Anche dopo aver calibrato i dati per i  fattori che riconosciutamente influenzano la propensione di una persona al fumo (ad esempio se i  genitori fumavano, il fumo durante l’infanzia del soggetto, e l’aver bevuto alcol nel mese precedente), si è visto che le donne che erano state fisicamente o emotivamente abusate avevano 1,4 volte maggiori probabilità di fumare. Aver avuto un genitore in prigione durante l’ infanzia raddoppia, ad esempio, le probabilità che una donna possa fumare da adulta.

Il dottor Tara Strine, che ha condotto questo studio, ha fatto rilevare che potrebbe sembrare intuitivo che persone che hanno subito un trauma infantile tendano poi, nel comportamento adulto, a fumare; lo studio tuttavia ha messo in evidenza che questo aspetto riguarda in realtà solo il rischio del fumo in soggetti femminili. Gli uomini che hanno subito traumi infantili hanno evidentemente differenti meccanismi di adattamento rispetto alle loro controparti femminili.

Sembra dunque che vi sia  un meccanismo sottostante che collega le esperienze sfavorevoli infantili  al fumo delle donne in età adulta. Le campagne anti-fumo dovrebbero dunque tenere contro della potenziale relazione tra trauma infantile e conseguente disagio psicologico per comprendere il ruolo che il  fumo effettivamente ha,  soprattutto fra le donne.

Dr. Walter La Gatta

Fonte:
Childhood trauma linked to adult smoking for girls

Immagine:
Free Digital Photos 

Author Profile

Dr. Walter La Gatta
Dr. Walter La Gatta

Libero professionista ad Ancona ,Terni e Civitanova Marche

Si occupa di:

Psicoterapie individuali e di coppia
Terapie Sessuali (Delegato Regionale del Centro Italiano di Sessuologia per le Regioni Marche e Umbria) 
Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

Riceve ad Ancona,Terni , Civitanova Marche e via Skype, su appuntamento.

Per appuntamenti telefonare direttamente al: 348 – 331 4908

Co-fondatore dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta

Tweets di @Walter La Gatta

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierlo come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.