madre di Freud
Share Button

Freud, settantenne e malato di cancro alla mascella, trascorse, nel 1930, le vacanze estive a Grundlsee, per essere vicino alla mamma malata, che infatti morì nell’autunno di quell’anno, a 95 anni.

Questo è quello che il padre della psicoanalisi scrisse al discepolo Ferenczi, in questa occasione:

“Soprattutto grazie di cuore per le gentili parole sulla morte di mia madre. Ha avuto un curioso effetto su di me, questo grande evento. Nessun dolore, nessun lutto, che può forse essere spiegato dalle circostanze che accompagnano la sua età avanzata e dalla compassione per l’inevitabilità della sua fine, insieme a quella sensazione di liberazione, di essere tornato libero, che penso di comprendere. Non avrei potuto morire finché lei era in vita, e ora posso”.

Dr. Giuliana Proietti, psicoterapeuta, Ancona

Fonte e Immagine:

Freud Museum
Nell’immagine: Freud e sua madre

Segui Freudiana su Psicolinea

Freud Signorelli

Freud a lezione da Signorelli per studiare la memoria

Nel 1897, ad Orvieto, piccola cittadina umbra, Sigmund Freud ebbe una rivelazione. Nella cattedrale della città, davanti alla rappresentazione del giudizio ...
Leggi Tutto
Famiglia Freud 1898

I Freud: una famiglia molto potente e disfunzionale

Recentemente, anche sulle pagine dei giornali italiani, è comparsa l'immagine e l'incredibile storia di un personaggio poco conosciuto nel nostro ...
Leggi Tutto
donne

Freud, la psicoanalisi e le donne

Freud non può essere sicuramente considerato un teorico femminista perché, come è notorio, Freud di donne comprese ben poco. Dobbiamo ...
Leggi Tutto
Anna Freud e Sigmund Freud

Anna Freud e la psicoanalisi

Anna Freud, la più giovane dei sei figli del fondatore della psicoanalisi, fu l'unica a seguire le orme del padre ...
Leggi Tutto
Freud

Freud e il disagio della civiltà (1929)

Il libro "Il disagio della civiltà" appartiene alla piena maturità del pensiero freudiano. Fu pubblicato in due parti, nel 1929 ...
Leggi Tutto
Nobel

Freud e il premio Nobel

Nel diario di Freud del 1929, alla prima pagina, troviamo una nota sommaria: "scartato per il Premio Nobel". In tutto, ...
Leggi Tutto
madre di Freud

1930: quando Freud perse la sua adoratissima madre

Freud, settantenne e malato di cancro alla mascella, trascorse, nel 1930, le vacanze estive a Grundlsee, per essere vicino alla ...
Leggi Tutto
Thomas Mann

Thomas Mann e la posizione di Freud nello spirito moderno

Sul British Medical Journal del 10 ottobre 1942 (più o meno 70 anni fa, in piena Seconda Guerra Mondiale), Sir ...
Leggi Tutto

Jacques Lacan, Freud e la società umana

Elisabeth Roudinesco ha da poco pubblicato il libro Lacan, envers et contre tout. La Roudinesco (classe 1944) è figlia di ...
Leggi Tutto
Arnold Zweig

Arnold Zweig, Sigmund Freud, l’ebraismo e il genere umano

Nel 1929 Freud era molto popolare all'interno della comunità ebraica e veniva considerato come un eroe. Quell'anno lo scrittore (e ...
Leggi Tutto

Freud, il piccolo Hans e l’analisi infantile

S. Freud, Analisi della fobia di un bambino di cinque anni Storia di Hans Nel 1908 Freud pubblicò il caso ...
Leggi Tutto
Tagore

1926: il 70 anno di Sigmund Freud e l’incontro con Tagore

Freud compie 70 anni. L'incontro con Tagore Nel 1926 Freud arrivò all'età di settanta anni e ricevette vari onori. La ...
Leggi Tutto
telepatia

Freud e la telepatia

Freud, nel 1925, rimase talmente impressionato dagli esperimenti di telepatia condotti da Cecil Murray presso la Society for Psychical Research, ...
Leggi Tutto
America

Sigmund Freud e l’America (1909)

La psicoanalisi va in America Sopra, seduti: Sigmund Freud, G. Stanley Hall, Carl Gustav Jung. In piedi, da sinistra, Abraham ...
Leggi Tutto
Facebook Comments

● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull’Huffington Post


Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube

Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

ARTICOLI CORRELATI:

Bambini adottati e coppie di diverso orientamento sessuale
Un nuovo studio ha scoperto che ciò che conta nell'educare dei figli adottati è come i genitori si comportano nella coppia, come si sostengono ...
Bambino vittima di abusi
  di  Giuliana Proietti Definizione: Secondo la definizione dell'OMS si configura una condizione di abuso e di maltrattamento quando i genitori, i tutori o le persone che ...
Marie Bonaparte
Biografia di Marie Bonaparte Marie Bonaparte (1882-1962), discendente di Napoleone Bonaparte e Principessa di Grecia, fu una delle maggiori esponenti della psicoanalisi francese, ma soprattutto ...
Ruoli di genere: quando ce ne facciamo un’idea?
Nel diventare adulti, maschi e femmine mostrano di avere idee diverse sul ruolo che dovrebbe assumere la donna nella società, ma ancora si sa ...
E se l’anoressia non fosse causata da una disfunzione familiare?
Tra le tante cause dell'anoressia è stata indicata anche la famiglia ed in particolare, la figura materna, poco affettiva, autoritaria, con aspettative troppo elevate ...
Come si fa una richiesta conta più della richiesta stessa
Una semplice richiesta, fatta nel modo sbagliato, può creare un conflitto fra persone che interagiscono. Una nuova ricerca, finanziata dall'Economic and Social Research Council ...
L’abbraccio come forma di comunicazione
Boadella e Liss (La psicoterapia del corpo, Astrolabio, 1986) notarono che "l'identificazione fra abbraccio e sensualità induce spesso i genitori a tenere a distanza ...
Esami: che fare?
  di Giuliana Proietti L'esame di maturità fa paura, perché ci si sente chiamati a superare la prima, vera, grande prova della vita. Insomma, quando si arriva ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *