Ancona, Marche, Italy
0039 347 0375949
psicolinea@psicolinea.it

Il legame fra sonno e schizofrenia

Sito di psicologia, online dal 2001

Created with Sketch.

Il legame fra sonno e schizofrenia

sonno e schizofrenia

C’è un legame fra sonno e schizofrenia?

Alcuni neuroscienziati stanno studiando il legame tra la scarsità di sonno e la schizofrenia. Cosa ne è emerso: il sonno irregolare e le attività cerebrali non sincroniche durante il sonno potrebbero provocare alcuni dei sintomi della malattia. I risultati, pubblicati sulla rivista Neuron, suggeriscono che questi prolungati disturbi potrebbero essere una causa e non solo una conseguenza degli effetti debilitanti della malattia.

Il possibile legame tra la scarsità del sonno e la schizofrenia ha spinto il team di ricerca guidato da scienziati dell’Università di Bristol, ad esplorare l’influenza del ritmo irregolare del sonno sul cervello, tramite la registrazione dell’attività elettrica cerebrale, mentre il soggetto sta dormendo.

In molte persone, la privazione del sonno può influenzare il tono dell’umore, la concentrazione e il livello di stress. In casi estremi, la privazione prolungata del sonno può indurre allucinazioni, perdita di memoria e confusione, sintomi che sono del tutto simili a quelli della schizofrenia.

Il Dr. Ullrich Bartsch, uno dei ricercatori dello studio, ha affermato: “i disturbi del sonno sono ben documentati nella malattia, anche se spesso sono considerati degli effetti collaterali e dunque sottovalutati nella loro potenzialità di innescare  i  sintomi della malattia”.

Utilizzando un modello di ratto della malattia, il team ha mostrato lo sfasamento delle onde di attività che normalmente si spostano dalla parte anteriore alla parte posteriore del cervello, nel sonno profondo. In particolare, il flusso di informazioni tra l’ippocampo (coinvolto nella formazione della memoria), e la corteccia frontale (coinvolta nel processo decisionale), è apparso disturbato. I risultati di laboratorio sul sonno irregolare sono molto simili a quelli osservati nei pazienti con schizofrenia.

Dr Matt Jones, ricercatore capo presso l’Università degli Studi della Scuola di Fisiologia e Farmacologia, ha aggiunto: “il mancato collegamento fra le regioni cerebrali coinvolte nella formazione della memoria e quelle che attivano i processi decisionali durante la veglia è già stata riscontrata nella schizofrenia, tuttavia, la loro disgiunzione durante il sonno fornisce una nuova spiegazione meccanicistica per i deficit cognitivi osservati sia nel modello animale, sia nei pazienti: i disturbi del sonno potrebbero essere una causa, non solo una conseguenza della schizofrenia. Infatti, il sonno anormale potrebbe innescare attività cerebrali anormali in molti disturbi.”

I deficit cognitivi, la ridotta memoria a breve termine e la scarsa durata dell’attenzione, sono in genere resistenti ai farmaci.  I risultati di questo studio forniscono dunque  nuovi spunti per un approccio neurocognitivo alla schizofrenia e alle malattie psichiatriche correlate.

Dr. Walter La Gatta

Fonte:
Could poor sleep contribute to symptoms of schizophrenia?, Eurekalert

Immagine:
Mr. Lightman, Free Digital Photos

Please follow and like us:

Author Profile

Dr. Walter La Gatta
Dr. Walter La Gatta

Libero professionista ad Ancona ,Terni , Fabriano e Civitanova Marche

Si occupa di:

Psicoterapie individuali e di coppia
Terapie Sessuali (Delegato Regionale del Centro Italiano di Sessuologia per le Regioni Marche e Umbria) 
Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

Riceve ad Ancona,Terni , Fabriano, Civitanova Marche e via Skype, su appuntamento.

Per appuntamenti telefonare direttamente al: 348 – 331 4908

Co-fondatore dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta

Tweets di @Walter La Gatta

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierlo come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace Psicolinea? Seguici anche sui Social ;-)

RSS
Facebook
YouTube
Instagram