L’imprinting sessuale vale anche per gli esseri umani?

Imprinting Sessuale

L’imprinting sessuale vale anche per gli esseri umani?

Costo: 60 euro/ Durata: 1 ora/ Frequenza: da definireDr. Walter La Gatta

C’è una strada dall’occhio al cuore che non passa attraverso l’intelletto.
GK Chesterton

Cosa si intende in ambito scientifico per “imprinting sessuale”?

Si intende il riconoscimento dei soggetti della propria specie: è un apprendimento precoce, basato sull’osservazione dei conspecifici, primariamente i genitori, ma anche altri soggetti cui i neonati vengono esposti nel primo mese di vita.

Come viene studiato l’imprinting sessuale?

L’imprinting sessuale viene studiato attraverso esperimenti di manipolazione delle esperienze di vita di giovani animali.

L’esperimento tipico, detto di adozione incrociata, consiste nell’individuare due specie dal comportamento simile, ma dall’aspetto diverso e nello scambiare la loro prole. Per esempio, è possibile far allevare capretti dalle pecore e agnelli dalle capre (Kendrick, Hinton, Atkins, Haupt, Skinner, Mothers determine sexual preferences, Nature, 1998).

Cosa avviene dopo questa manipolazione?

Accade che, al raggiungimento della maturità sessuale il giovane animale corteggerà, o accetterà il corteggiamento, di individui della specie adottiva e non della propria.

A10

Un esempio? Le rane di Panama

Le rane OOPHAGA PUMILIO vivono sulla terraferma nella provincia di Panama Bocas del Toro e sono rimaste isolate sulle isole dell’arcipelago che si sono formate negli ultimi 10 milioni di anni, con l’innalzamento del livello del mare. In alcune isole esiste una sola varietà di colore: arancione o verde, ad esempio, ma su altre isole esistono rane di diversi colori, come le rane blu e rosse.

I ricercatori hanno studiato il modo in cui questi animali scelgono il partner per l’accoppiamento.

Il team ha creato tre diverse situazioni:

  • piccoli di rana allevati con due genitori dello stesso colore (piccolo rosso, genitori rossi),
  • piccoli di rana allevati con ciascun genitore di colore diverso (piccolo rosso,  un genitore rosso e un genitore blu)
  • piccoli di rana allevati da genitori adottivi di un colore diverso (piccolo rosso, genitori blu).

Si voleva scoprire quale colore la femmina avrebbe scelto come partner e quale colore la prole di sesso maschile avrebbe percepito come rivale.

Risultati:

Le rane femmine con genitori dello stesso colore tendevano a scegliere compagni dello stesso colore, mentre le rane con genitori adottivi di un colore diverso tendevano a scegliere partner del colore dei genitori adottivi. Lo stesso valeva per l’aggressività maschio-maschio.

Quando i cuccioli di rana venivano allevati con un genitore dello stesso colore e un genitore di un colore diverso, le femmine sceglievano il colore della madre e i maschi sceglievano come rivali i soggetti del colore della madre, indicando che l’imprinting materno è probabilmente più importante dell’imprinting paterno .

Questo risultato dimostra che l’imprinting, in questa specie, è più importante della genetica.

YouTube player

L’imprinting sessuale vale anche per la nostra specie?

Alcuni studi suggeriscono che gli esseri umani di entrambi i sessi tendono ad accoppiarsi con persone che assomigliano al loro genitore di sesso opposto.

Questa tesi tuttavia può essere spiegata in vari modi e non si è dimostrata abbastanza frequente sul piano statistico, per essere considerata valida. Ad esempio, solo il 60% dei figli di genitori etnicamente diversi cercano un partner nel gruppo etnico dei genitori di sesso opposto

Questa preferenza potrebbe derivare però da varie ragioni. Ad esempio, quella di aver ereditato le scelte del genitore dello stesso sesso, oltre che dall’imprinting sessuale dato dal genitore di sesso opposto.

Per fare un esempio, sposando un uomo nero, la figlia di un padre nero e di una madre bianca potrebbe ripetere la scelta di sua madre perché ha ereditato le preferenze di sua madre per gli uomini neri, non perché ha avuto un imprinting verso il padre nero.

Naturalmente, le coppie umane sono il prodotto di varie contingenze ambientali e di preferenze che non si basano solo sulle caratteristiche visive. Ad esempio, nessuna preferenza per i toraci pelosi è stata trovata nelle donne i cui padri avevano un petto villoso

Si è visto che l’altezza e il tipo di corporatura del genitore di sesso opposto influenzano lievemente le preferenze relative all’altezza  e al tipo di corporatura  in un partner ideale, ma non contano poi nelle scelte effettive del partner.

Leggi anche:  Sexting: vantaggi e pericoli

SEGUICI SU FACEBOOK
Psicolinea


→ Pagina Facebook Professionale Dr. Giuliana Proietti
Pagina Facebook Professionale Dr. Walter La Gatta

Se prendiamo le preferenze per i volti, sono stati condotti molti studi, ma che non danno certezze assolute: una donna, ad esempio, potrebbe scegliere un uomo che somiglia vagamente al padre nel viso, ma potremmo anche dire che sceglie un uomo che somiglia a lei, per effetto del corredo genetico paterno.

In alternativa, un effetto del genere potrebbe derivare dal transfert, ossia l’inclinazione automatica a valutare uno sconosciuto che assomiglia a una persona importante della propria vita, gradevole o sgradevole come la persona evocata.

Alcuni studi hanno osservato le preferenze dei maschi umani per il colore degli occhi delle loro madri. Si è osservato che volti femminili con occhi chiari (blu o verdi) erano apprezzati di più dagli uomini la cui madre aveva gli occhi chiari. Se però il rapporto con la figura materna nell’infanzia non era stato positivo ed erano percepiti come freddi e ingiustamente punitivi, non c’era più questa tendenza. 

Potremmo quindi dire che le ricerche a favore dell’imprinting sessuale umano sono risultate fin qui inconcludenti perché nella nostra specie l’imprinting sessuale non è incompatibile con altre importanti motivazioni, per cui ogni preferenza e comportamento sessuale potrebbe ricevere contributi da una pluralità di fattori.

Nella scelta del partner, infatti, non tutti gli esseri umani seguono le proprie inclinazioni da imprinting e, ad esempio, possono mettere il colore degli occhi in secondo piano attribuendo maggiore valore all’aspetto estetico complessivo della persona, alla sua moralità, alla sua simpatia, ecc.

Fonti:

Imprinting on mothers may drive new species formation in poison dart frogs, Science Daily

In humans, only attractive females fulfil their sexually imprinted preferences for eye colour, Nature

Dr. Walter La Gatta

YouTube player
Dr. Walter La Gatta

Costo: 60 euro/ Durata: 1 ora/ Frequenza: da definire

Immagine
Pexels

YouTube player

 

 

 

Psicolinea 2001-2021

20+ anni di Psicolinea:
Informazioni, Ispirazioni e Supporto

PsicolineaCosto 60 euro / Durata 1 ora / Frequenza: da concordare

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *