Naturismo, autostima e soddisfazione di vita; uno studio

Naturismo, autostima e soddisfazione di vita; uno studio


Dr. Walter La Gatta

Per Appuntamenti: Tel. 348 3314908
ANCONA ROMA FABRIANO TERNI CIVITANOVA MARCHE
Terapie online, Via Skype

Ultimo aggiornamento: Giu 6, 2022 @ 15:47

In cosa consistono le attività naturiste?

Nelle attività naturiste, si è nudi anche quando si è in compagnia di altre persone con cui non si hanno relazioni di intimità (Green 2001 ).

Queste attività possono ridurre l’insoddisfazione per il proprio corpo ?

Si, perché ci si espone alla visione di corpi non idealizzati (Re et al. 2011), o a feedback positivi (o addirittura neutri) sul proprio corpo (Herbozo e Thompson 2006 ).

Da cosa deriva una immagine corporea negativa?

Ricerche precedenti suggeriscono che l’immagine corporea negativa, sia nelle donne sia negli uomini, derivi dalla pressione sociale che obbliga a raggiungere ideali non realistici di attrattiva personale (McCreary e Sasse 2000 ; Striegel-Moore et al. 1986 ). L’esposizione frequente a standard di attrattiva basati sui personaggi che frequentano i media, generalmente irraggiungibili nella magrezza (per le femmine) o nella muscolosità (per gli uomini), porta a una percezione maggiormente negativa del proprio corpo (Agliata e Tantleff-Dunn 2004 ; Engeln-Maddox 2005 ; Grabe et al. 2008 ).

A29

Quante persone provano insoddisfazione nei riguardi del proprio corpo?

L’insoddisfazione nei riguardi del proprio corpo è un grave problema internazionale (Al Sabbah et al. 2009 ). Sondaggi su larga scala in paesi diversi, come Stati Uniti (Liechty 2010 ), Brasile (Pelegrini e Petroski 2010 ) e Finlandia (Ålgars et al. 2011 ) rilevano alti tassi di infelicità a causa del proprio corpo, comportamenti esagerati nel controllo del peso e sintomi  dovuti alla distorsione dell’immagine corporea.

C’è una relazione fra immagine di sé e autostima?

Il corpo è un aspetto importante del concetto di sé e molte ricerche dimostrano la relazione tra immagine corporea e autostima (ad esempio, Herbozo e Thompson 2006 ; Kostanski e Gullone 1998 ; Olivardia et al. .2004 ) . Molte ricerche supportano specificamente una relazione causale che parte dall’immagine corporea e va a influire sulla autostima, piuttosto che il contrario (Hesketh et al. 2004 ).

Terapie individuali e di coppia LGBT

COSTO DELLA TERAPIA
60 euro online,
Via Skype o Whatsapp,

Torneremo in presenza dal 15 Ottobre 2021
Richiesti Green Pass e  Mascherina

C’è una relazione fra autostima e soddisfazione per la vita?

Si, vi è una relazione tra autostima e soddisfazione per la vita (ad esempio, Acun-Kapikiran et al. 2014 ; Kang et al. 2003 ; Navarro et al. 2014 ; Oishi et al. 1999; Paradise e Kernis 2002 ; Parck et al. 2014 ).

Se l’immagine corporea positiva migliora l’autostima, che a sua volta può influire sulla soddisfazione della vita, è importante migliorare il giudizio che si ha sulla propria immagine corporea?

Si, e questo può essere raggiunto anche osservando i corpi nudi di persone normali. Swami ( 2015) ha, ad esempio, rilevato che le donne riportavano un’immagine corporea maggiormente positiva dopo aver preso parte a una sessione di disegno dal vero: un evento in cui i partecipanti producono disegni della figura umana osservando un modello nudo presente nella stanza. Di conseguenza anche le attività naturiste potrebbero offrire una soluzione a basso costo e ampiamente disponibile al problema dell’insoddisfazione corporea.

Cosa significa “naturismo”?

Il naturismo (o nudismo) è un concetto sfaccettato che varia sia geograficamente che nel tempo; l’elemento principale della sottocultura naturista o nudista è essere senza vestiti. Poiché il naturismo e il nudismo possono avere anche dei significati politici (Cooper 2011 ) alcune persone potrebbero essere disposte a prendere parte alla nudità pubblica, ma esitare a identificarsi pubblicamente come naturiste o nudiste (Ipsos-Mori 2011). Per questi motivi, è difficile individuare una definizione univoca e universale di naturismo. Tuttavia, molte delle più grandi organizzazioni naturiste contemporanee nazionali e internazionali definiscono il naturismo come andare in giro senza vestiti in presenza di altri non intimi, o essere nudi in pubblico senza l’intenzione di essere sessualmente stimolanti (British Naturism: What is Naturism? 2015 ; Deschenes 2016 ).

Adolescenza

Editore: Xenia, Collana: I tascabili
Anno edizione: 2004 Pagine: 128 p., Brossura
Autori: Giuliana Proietti - Walter La Gatta

Quanti sono i naturisti e come sono considerati dalla società?

Sondaggi rappresentativi su larga scala condotti nel 2001 e nel 2011 mostrano che circa un quarto di tutti i britannici ha preso parte ad attività naturiste (ad esempio, prendere il sole nudi), e questo numero è probabilmente in crescita (Ipsos-Mori 2011 ). Altri segni di un atteggiamento di ammorbidimento internazionale nei confronti della nudità pubblica includono la crescente popolarità dei World Naked Bike Rides, eventi in cui centinaia o migliaia di persone pedalano nude attraverso le città per richiamare l’attenzione sulla vulnerabilità dei ciclisti (Dieleman 2008 ; Pucher et al. 2011 ).

Il naturismo comporta qualche effetto psicologico negativo?

Inizialmente, c’era una preoccupazione significativa che il naturismo riflettesse o producesse effetti psicologici negativi (Negy 2004 ), in particolare per i bambini (Okami 1995 ; Smith e Sparks 1986 ). Tuttavia, la ricerca empirica sul naturismo e la nudità pubblica non è riuscita a supportare questi presupposti. Oleinick et al. ( 1966 ) non hanno trovato alcuna relazione tra l’esposizione alla nudità durante l’infanzia e la successiva sintomatologia psichiatrica. Lewis e Janda ( 1988 ) hanno trovato un’associazione positiva tra l’esposizione alla nudità all’inizio della vita e la volontà di impegnarsi in sesso occasionale, ma nessuna associazione con qualsiasi altra misura di adattamento sessuale o emotivo. In uno studio longitudinale durato 18 anni Okami et al. ( 1998) non hanno riscontrato effetti dell’esposizione alla nudità dei genitori sull’attività sessuale durante l’adolescenza, la gravidanza adolescenziale, il contrarre malattie sessualmente trasmissibili o comportamenti antisociali come il taccheggio. In effetti, l’esposizione alla nudità dei genitori era associata a un minor uso di droghe ricreative e livelli più elevati di accettazione di sé.

Clinica della CoppiaChe l'amore è tutto, è tutto quello che sappiamo dell'amore.
ANCONA ROMA FABRIANO TERNI CIVITANOVA MARCHE
Consulenza Via Skype

Il naturismo può ridurre la timidezza?

Si, alcune ricerche di tipo qualitativo suggeriscono che il naturismo può ridurre l’autocoscienza tipica dei timidi, che rimuginano continuamente su se stessi (Green 2001 ), e alcuni studi quantitativi hanno trovato un’associazione tra immagine corporea positiva e identità naturista (Story 1979 , 1984 ) o atteggiamenti pro-nudità (Negy e Winton 2008 ), Le attività naturiste, in cui gli individui trascorrono del tempo nudi in compagnia di altri non intimi, implicano anche l’essere visti nudi da un gran numero di persone in un contesto relativamente non giudicante, il che potrebbe portare a una minore insoddisfazione per il proprio corpo.

Perché il naturismo potrebbe avere effetti psicologici positivi?

Il modello suggerito dalle organizzazioni naturiste è quello in cui le attività naturiste portano a un miglioramento dell’immagine corporea, che a sua volta dovrebbe portare a un miglioramento dell’autostima e quindi a una maggiore soddisfazione per la vita (British Naturism: What is Naturism? 2015 ; O’ Reilley 2015 ). Gli effetti dell’immagine corporea sull’autostima e la relazione tra autostima e soddisfazione per la vita sono stati ampiamente supportati da ricerche precedenti (Kang et al. 2003 ; Kostanski e Gullone 1998 ; Molloy e Herzberger 1998 ; Oishi et al. 1999 ) .

Terapia di coppiaANCONA FABRIANO ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE
E VIA SKYPE

COSTO DELLA TERAPIA
60 euro online,
Via Skype o Whatsapp,

Torneremo in presenza dal 15 Ottobre 2021
Richiesti Green Pass e  Mascherina

Una ricerca del 2018

In tre ricerche, una trasversale condotta su larga scala ( n= 849) e 2 studi prospettici (n = 24, n = 100) uno studio ha sviluppato e applicato le conoscenze sui possibili benefici delle attività naturiste. È stato riscontrato che una maggiore partecipazione alle attività naturiste predice una maggiore soddisfazione per la vita, una immagine corporea maggiormente positiva e una maggiore autostima (Studio 1). Applicando questi risultati, è stato riscontrato che la partecipazione ad attività naturiste reali porta ad un aumento della soddisfazione di vita, un effetto mediato anche dal miglioramento dell’immagine corporea e dell’autostima (Studi 2 e 3).

Ricerca 1

Questo ampio studio trasversale ha studiato un modello degli effetti dell’attività naturista sulla soddisfazione di vita, mediata da una maggiore immagine corporea e autostima. Sono state anche esplorate le spiegazioni degli effetti del naturismo sull’immagine corporea (vedere gli altri contro essere visti).

Il campione era rappresentato da 739 (87%) maschi, 94 (11%) femmine e 16 (0,02%) che non hanno identificato il loro genere o hanno segnalato un genere non binario. L’età media era 57,19 anni con una deviazione standard di 12,00. Etnicamente, 831 (98%) si identificavano come bianchi, 3 (.4%) come asiatici orientali, 2 (.2%) come asiatici del sud, 0 come neri e 13 (2%) come “altro”; 405 (54%) si sono identificati come privi di religione, 366 (43%) identificati come cristiani, 0 identificati come musulmani, 74 (9%) si sono identificati come “altro” e 4 (.5%) hanno rifiutato di identificare una religione; 702 (83%) identificati come eterosessuali, 39 (5%) come gay, 94 (11%) come bisessuali e 14 (2%) come “altro”.

Leggi anche:  Sei un cliente soddisfatto? Test

Tutti i partecipanti hanno completato lo studio online utilizzando un computer e un software. Ai partecipanti è stato detto che lo studio indagava l’associazione tra attività sociali e benessere, ma non sono state date informazioni sulle ipotesi specifiche che si volevano sondare. Tutti i partecipanti hanno indicato se avevano mai preso parte ad attività naturiste e, in caso affermativo, quando avevano iniziato a farlo e con quale frequenza. Tutti i partecipanti hanno completato le misure dell’immagine corporea, dell’autostima e della soddisfazione per la vita. A tutti coloro che avevano completato il sondaggio è stata offerta la possibilità di vincere  150 sterline in un’estrazione a premi. Solo i partecipanti che avevano compilato il questionario potevano essere inclusi nell’estrazione a premi o nelle analisi.

Per valutare la partecipazione alle attività naturiste, ai partecipanti è stato chiesto di indicare ( si vs. no ) se avevano mai preso parte ad “attività senza vestiti (cioè attività in cui si è stati completamente o parzialmente svestiti all’aperto e/o in compagnia di altre persone (diverse dalla propria famiglia o dal partner ).” Il linguaggio di questa domanda si è concentrato deliberatamente sul comportamento dei partecipanti ed ha evitato le etichette “nudista” e “naturista”. Se un partecipante ha risposto sì a questa domanda iniziale, gli è stato chiesto di indicare (usando l’anno e il mese) quando aveva iniziato a partecipare a queste attività e quante di queste attività aveva svolto in un anno. Sottraendo la data in cui il partecipante aveva iniziato a prendere parte alle attività naturiste dalla ultima data in cui lo aveva fatto si è ottenuta la durata di queste attività per ciascun partecipante.

Ad esempio, se un partecipante riferiva di aver preso parte ad attività naturiste per 2 anni, e in genere di aver preso parte a 3 attività naturiste per, questo partecipante il punteggio era (2 × 3 =) 6. Ai partecipanti che hanno indicato di non aver mai preso parte ad alcuna attività naturista sono stati assegnati punteggi pari a 0 sia per il numero di anni trascorsi partecipando ad attività naturiste sia per il numero di attività naturiste per anno (quindi, avevano necessariamente punteggi pari a 0 ).

L’immagine corporea positiva è stata misurata mediante la scala di apprezzamento del corpo a 13 elementi (Avalos et al. 2005 ). Utilizzo di scale Likert a 7 punti (1 = Assolutamente in disaccordo , 7 = Assolutamente d’accordo) in cui i partecipanti si sono dichiarati d’accordo con le seguenti affermazioni: “Rispetto il mio corpo”, “Non mi sento bene con il mio corpo” (contrario), “Nel complesso, non sono soddisfatto del mio corpo” (contrario), “Nonostante suoi difetti, accetto il mio corpo per quello che è”, “Sento che il mio corpo ha almeno delle buone qualità”, “Ho un atteggiamento positivo verso il mio corpo”, “Sono attento ai bisogni del mio corpo”, “Nonostante le sue imperfezioni Mi piace ancora il mio corpo”, “La mia autostima è indipendente dalla forma o dal peso del mio corpo”, “Concentro molta energia preoccupandomi della forma o del peso del mio corpo” (contrario), “I miei sentimenti verso il mio corpo sono positivi , per la maggior parte”, “Mi impegno in comportamenti sani per prendermi cura del mio corpo”, “Non permetto che immagini non realistiche presentate dai media influiscano sui miei atteggiamenti nei confronti del mio corpo” (α = .84).

L’autostima è stata misurata con la scala di autostima di Rosenberg a 10 elementi (Rosenberg 1965 , più recentemente utilizzata da Ashburn-Nardo et al. 2007 ). Utilizzando scale Likert a 4 punti (1 = Completamente in disaccordo , 2 = In disaccordo, 3 = D’accordo , 4 = Completamente d’accordo) i partecipanti hanno espresso il loro accordo con le seguenti affermazioni: “Nel complesso, sono soddisfatto di me stesso”, “A volte penso di non essere affatto bravo” (contrario), “Sento di avere una serie di buone qualità ”, “Sono in grado di fare le cose come la maggior parte delle altre persone”, “Sento di non avere molto di cui essere orgoglioso” (contrario), “Di certo mi sento inutile a volte” (contrario), “Sento che Sono una persona di valore”, “Vorrei poter avere più rispetto per me stesso” (contrario), “Tutto sommato, sono propenso a pensare di essere un fallito” (contrario), “Prendo un atteggiamento positivo verso me stesso” (α = .78).

La soddisfazione di vita complessiva è stata misurata con la scala di soddisfazione per la vita a 5 voci (Diener et al. 1985 ). Utilizzando le scale Likert a 7 punti (1 = Fortemente in disaccordo , 7 = Perfettamente d’ accordo ) i partecipanti hanno indicato il loro accordo con le seguenti affermazioni: “In molti modi la mia vita è vicina all’ideale”, “Le condizioni della mia vita sono eccellenti”, “Io sono soddisfatto della mia vita”, “Finora ho ottenuto le cose importanti che voglio nella vita”, “Se potessi rivivere la mia vita, non cambierei quasi nulla” (α = .91).

Per distrarre i partecipanti dal vero scopo dello studio, sono stati inclusi numerosi elementi di riempimento riguardanti le relazioni tra maschi e femmine, le norme di genere e l’attività sessuale in generale. Anche l’ordine di presentazione delle misure è stato controbilanciato tra i partecipanti. Dopo aver completato tutte le misure, i partecipanti sono stati ringraziati e intervistati.

Risultati 1

Complessivamente, la maggior parte dei partecipanti (805 o 95%) ha indicato di aver preso parte ad attività naturiste almeno una volta nella vita. Il 50% dei partecipanti ha preso parte a 17 o meno attività naturiste all’anno, suggerendo che questi partecipanti non erano naturisti convinti, ma piuttosto persone che occasionalmente prendevano parte ad attività facoltative. Nel complesso i partecipanti hanno indicato di aver iniziato a praticare naturismo una media di 23,65 anni prima, un valore vicino alla mediana (24,83).

Si ipotizzava che l’attività naturista predicesse una maggiore soddisfazione per la vita e che questa relazione sarebbe stata mediata a sua volta da un’immagine corporea più positiva e da una maggiore autostima. Le ipotizzate relazioni mediate sono state supportate dai dati; L’attività naturista prevedeva un’immagine corporea maggiormente positiva ( b = .08, p = .03), che a sua volta prediceva una maggiore autostima ( b = .50, p < .0001) e una maggiore soddisfazione per la vita ( b = .08, p = .01). Una maggiore autostima prediceva anche una maggiore soddisfazione per la vita ( b = .56, p < .0001). L’effetto indiretto totale dell’attività naturista sulla soddisfazione di vita è stato positivo e significativo; LLCI = .0051, ULCI = .083, stima puntuale = .038.

Skype

 

Ricerca  2

I partecipanti erano 24 individui bianchi britannici (12 uomini, 12 donne). L’età dei partecipanti variava da 22 a 67 anni ( M = 22, SD = 14,47). È stato impiegato un progetto prospettico; i partecipanti hanno compilato un questionario subito prima e dopo aver preso parte ad una vera attività naturista.

Questa ricerca ha sfruttato un evento organizzato in precedenza , Bare all for Polar Bears , che ha avuto luogo presso lo Yorkshire Wildlife Park a Doncaster, nel Regno Unito. I partecipanti a questo evento hanno fatto una passeggiata senza vestiti intorno allo Yorkshire Wildlife Park per raccogliere fondi a sostegno della conservazione dell’orso polare (Mason 2015). All’evento, prima che i partecipanti si svestissero, è stato quindi consegnato un foglio di carta con una serie di domande e una richiesta di informazioni demografiche di base. I partecipanti hanno anche indicato se si erano già impegnati in eventi che prevedevano nudità pubblica in precedenza (10 no). L’evento è durato circa 90 min. Dopo l’evento, subito dopo essersi rivestiti, ai partecipanti è stato chiesto di competere con il questionario post-test, che includeva le stesse misure e distrattori del questionario pre-test.

Sia prima che dopo l’attività naturista, i partecipanti hanno completato una versione abbreviata di 8 item (α before = .90, α after = .88) della Body Appreciation Scale a 13 item (Avalos et al. 2005) ed hanno espresso il loro accordo con le seguenti affermazioni: “Non mi sento bene con il mio corpo” (contrario), “Prendo un atteggiamento positivo nei confronti del mio corpo”, “Rispetto il mio corpo”, “Nonostante i suoi difetti, accetto il mio corpo per quello che è”, “Nel complesso, non sono soddisfatto del mio corpo” (contrario), “Nonostante le sue imperfezioni mi piace ancora il mio corpo”, “Sono attento ai bisogni del mio corpo”, “I miei sentimenti verso il mio corpo sono perlopiù positivi”. Come indicato, due elementi sono stati codificati in modo inverso prima dell’analisi e un punteggio complessivo è stato calcolato come media di tutti gli elementi in modo tale che punteggi più alti indicassero un’immagine corporea maggiormente positiva.

I partecipanti hanno anche completato una versione abbreviata a 4 voci (α prima = .82, α dopo = .66) della scala di autostima di Rosenberg a 10 voci (Rosenberg 1965 ) ed espresso il loro accordo con le seguenti affermazioni: “Sento di avere una serie di buone qualità”, “Nel complesso, sono soddisfatto di me stesso”, “Sento di non avere molto di cui essere orgoglioso” (contrario) , “Sento di essere una persona di valore”. Come indicato, un elemento è stato codificato in modo inverso prima dell’analisi e un punteggio complessivo è stato calcolato come media di tutti gli elementi in modo tale che punteggi più alti indicassero una maggiore autostima.

I partecipanti hanno anche completato una versione abbreviata a 4 item (α 1 = .90, α 2 = .77) della Satisfaction with Life Scale a 5 item (Diener et al. 1985 ). I partecipanti si sono dichiarati d’accordo con le seguenti affermazioni: “In molti modi la mia vita è vicina all’ideale”, “Sono soddisfatto della mia vita”, “Se potessi vivere la mia vita, non cambierei nulla”. Un punteggio complessivo è stato calcolato come media di tutte le voci in modo tale che punteggi più alti indicassero una maggiore soddisfazione per la vita.

Risultati 2

I risultati indicano che la partecipazione a questo evento ha avuto effetti psicologici positivi e una possibile interpretazione per cui la nudità abbia migliorato l’immagine corporea, l’autostima e la soddisfazione di vita. Tuttavia è anche possibile che altri aspetti dell’evento (es. il fatto che si trattasse di un evento altruistico per beneficenza) possano aver influito sulle variabili dipendenti. Inoltre, questo studio era limitato dalla piccola dimensione del campione (24), che era insufficiente per verificare se l’effetto dell’attività naturista sulla soddisfazione di vita fosse mediato da cambiamenti nell’immagine corporea e nell’autostima (Fritz e Mackinnon 2007 ).

Ricerca 3

I partecipanti erano 100 individui britannici (83 uomini, 16 donne, 1 che non indicava un sesso), di cui 96 erano bianchi. L’età dei partecipanti variava da 18 a 79 anni ( M = 45,36, SD = 13,92). Ancora una volta, è stato impiegato un progetto prospettico; i partecipanti hanno compilato un questionario immediatamente prima e dopo aver preso parte a un’attività naturista.

Questo studio ha sfruttato un altro evento organizzato in precedenza , Waterworld , che ha avuto luogo in un parco acquatico a Stoke-on-Trent, nel Regno Unito. I partecipanti a questo evento hanno trascorso 3 ore nudi nel parco acquatico senza l’obbligo di prendere parte ad alcuna attività specifica. All’evento, prima che i partecipanti si svestissero, è stato consegnato loro un foglio di carta con delle domande. Dopo l’evento, subito dopo essersi rivestiti, ai partecipanti è stato chiesto di completare il questionario post-test, che includeva le stesse misure e distrattori del questionario pre-test. Tutti i partecipanti sono stati anche intervistati, sebbene non sia stato offerto alcun rimborso per la partecipazione.

Risultati 3

I  risultati indicano che la partecipazione a questo evento ha migliorato la soddisfazione di vita e che questo effetto è stato mediato da cambiamenti nell’immagine corporea e nell’autostima.

Terapie di Coppia
ANCONA ROMA FABRIANO TERNI CIVITANOVA MARCHE
TERAPIE ONLINE
COSTO DELLA TERAPIA
60 euro online,
Via Skype o Whatsapp,

Torneremo in presenza dal 15 Ottobre 2021
Richiesti Green Pass e  Mascherina

Conclusioni

Il naturismo rimane non convenzionale e talvolta è visto come psicologicamente o sessualmente malsano, anche dai professionisti della salute mentale (Negy 2004 ). Tuttavia, negli ultimi decenni, sembra che nessuna ricerca sia riuscita a trovare gli effetti negativi del naturismo né sugli adulti né sui bambini (Okami 1995 ).

Le attività naturiste, nelle quali gli individui trascorrono del tempo nudi in compagnia di altri non intimi che in genere hanno corpi non idealizzati, sembrano contenere elementi che possono promuovere un’immagine corporea maggiormente positiva, una maggiore autostima e una maggiore soddisfazione nella vita.

Una curiosità: tra i partecipanti che hanno preso parte ad attività naturiste, vedere gli altri nudi è sembrato più importante per un’immagine corporea positiva, rispetto all’essere visti nudi dagli altri. La partecipazione ad attività naturiste reali ha comportato miglioramenti immediati nella soddisfazione di vita, effetto mediato anche dai miglioramenti dell’immagine corporea e dell’autostima.

Fonte dell’articolo: West, K. Naked and Unashamed: Investigations and Applications of the Effects of Naturist Activities on Body Image, Self-Esteem, and Life Satisfaction. J Happiness Stud 19, 677–697 (2018). https://doi.org/10.1007/s10902-017-9846-1

Dr. Walter La Gatta

Porta a casa tua lo psicologo e
contribuisci a fermare la diffusione del Virus Covid-19
Dr. Walter La Gatta
TERAPIE ONLINE
Skype Whatsapp
Tel. 348 3314908

Terapie online Walter La Gatta

Immagine
Freepik

 

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta
Psicologo Psicoterapeuta
Ancona Roma Terni Fabriano Civitanova Marche
Tel. 348 3314908
Consulenza Via Skype e Whatsapp

Ultimo aggiornamento: Giu 6, 2022 @ 15:47



IPNOSI CLINICA
Dr. Walter La Gatta
ANCONA ROMA TERNI CIVITANOVA MARCHE FABRIANO
e via Skype
Per Appuntamenti: Tel. 348 3314908

 

Dr. Walter La Gatta

Libero professionista ad Ancona, Terni , Fabriano Roma e Civitanova Marche

Il Dr. Walter La Gatta si occupa di:

Psicoterapie individuali e di coppia
Terapie Sessuali (Delegato Regionale del Centro Italiano di Sessuologia per le Regioni Marche e Umbria e membro del consiglio direttivo CIS)
Tecniche di Rilassamento e Ipnosi
Disturbi d’ansia, Timidezza e Fobie sociali.

Riceve ad Ancona, Terni , Fabriano, Civitanova Marche, Roma e via Skype, su appuntamento.

Per appuntamenti telefonare direttamente al: 348 – 331 4908
w.lagatta@psicolinea.it

Contatti e Consulenza con il Dr. Walter La Gatta

w.lagatta@psicolinea.it
Tel. 348 3314908

Visita le Pagine Facebook, Twitter e Linkedin

Visita il nostro Canale YouTube "Psicolinea"

Per le collaborazioni con i media visita la pagina di psicolinea "Media e Social Media"

Visita anche www.clinicadellacoppia.it e www.clinicadellatimidezza.it

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.