Trovata l’area cerebrale che causa la dislessia

dislessia

La possibilità di osservare il cervello attraverso le nuove tecniche di scanning ha aiutato i ricercatori a localizzare le regione cerebrali che possono causare la dislessia. Il nuovo studio ha unito le tecniche di rilevamento per mostrare per la prima volta sia la struttura del cervello che la sua attività localizzando una regione di materia grigia vicino alla parte posteriore della parte di sinistra della testa – la regione parietotemporale sinistra. Questo potebbe essere ora il ‘punto x’ da monitorare per vedere quali trattamenti, farmacologici o educativi, hanno maggiore successo. Precedenti studi su bambini dislessici avevano suggerito che vi fosse un’attività alterata in due regioni cerebrali. Ciò riguarda un calo dell’attività della corteccia parietotemporale sinistra verso la parte posteriore del cervello e l’aumento dell’attività nella parete anteriore del cervello, la corteccia frontale inferiore sinistra. La dislessia interessa tra il 5 ed il 17% della popolazione.

Fonte: Telegraph

Dott.ssa Giuliana Proietti

Immagine

Pexels

Mix

Psicolinea ti consiglia anche...

Depressione: la psicoterapia a...

DEPRESSIONE: LA PSICOTERAPIA AL TELEFONO La...

La teoria delle intelligenze m...

La teoria delle intelligenze multiple di Howard Ga...

La violenza domestica è un att...

Un nuovo studio, effettuato sotto la supervisione ...

Mamma disperata - Consulenza o...

Spero che mi rispondiate presto sono una mamma dis...

I segni precoci dell'Alzheimer

I segni precoci dell'Alzheimer
Leggi anche:  ADHD nei soggetti adulti
Cosa è la malatt...

Un partner ricco e colto è men...

Spesso si tende a credere che il rischio di malatt...

Le vittime del bullismo peggio...

Gli studenti che sono regolarmente oggetto di bull...

Ripensare alla schizofrenia, a...

Ripensare alla schizofrenia, a partire dal nome ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *